Astri settembrini coltivazione


aster-astro

Gli astri o settembrini sono sono piante perenni che evocano con il loro colore l’armonia dei prati e la semplicità dei giardini dei nonni. Sono piante facili da coltivare in piena terra e in vaso, ideali per abbellire terrazzi e balconi, apprezzati anche come fiori recisi per realizzare composizioni floreali.

Aster-koraiensis


Caratteristiche Aster – Astro – Settembrini

Gli astri chiamati comunemente Settembrini sono piante perenni della  famiglia delle Asteraceae o Compositae originarie dell’ America del Nord, dell’ Africa del Sud e dell’Europa centrale.

Gli astri, astersettembrini sono piante a sviluppo arbustivo-tappezzante caratterizzate da una rapida crescita.

La pianta di Aster è dotata di una radice rizomatosa-fascicolata che genera fusti esili e ramificati alti mediamente circa 80 cm, ricoperti da un ricco fogliame.

Le foglie, inserite in modo alterno sugli steli eretti e rigidi, sono spiralate e di colore verde scuro. In autunno le foglie iniziano ad ingiallire e in inverno lasciano gli steli spogli ma  puntualmente ricompaiono sane e vigorose l’estate successiva.

aster

I fiori, simili a quelli della margherita, sono grandi e riuniti in capolini semplici o doppi con corolla composta da lunghi petali esterni ligulati di colore rosa, viola, lilla, bianchi, celesti o blu, mentre quelli interni che formano il grande disco centrale sono gialli oppure marrone chiaro.

aster-tongolensis-foto

Fioritura

Gli astri fioriscono da metà agosto a tutto settembre formando dei cuscini fioriti di dimensioni diverse a seconda delle varietà.

fiore-foto-aster-astri

Coltivazione astri o settembrini

Esposizione

Sono piante da fiore che amano i luoghi luminosi, soleggiati e riparati dal vento. Se coltivati in zone ombrose crescono in maniera stentate e i fiori piccoli e radi.

Terreno

Prediligono terreni soffici, ricchi di sostanza organica e ben drenati. Il terreno troppo argilloso e quindi poco drenante provoca il marciume delle radici e la morte delle piante.

Annaffiature

Vanno annaffiate regolarmente e frequentemente durante la fase dello sviluppo e durante tutto il periodo della fioritura la fioritura evitando di bagnare le foglie e i fiori  per evitare la rottura degli steli e il rischio di malattie fungine come l’oidio.

Concime

Concimazione

Sono piante che necessitano di nutrienti per produrre fiori a profusione pertanto si giovano di concimazioni generose al momento dell’impianto con compost vegetale e letame maturo oppure somministrazioni di concime granulare a lenta cessione, 1 volta al mese, per tutto il periodo della fioritura.

aster-astri-viola

Moltiplicazione degli astri settembrini

Gli astri o settembrini si moltiplicano per seme mediante divisione dei cespi all’incirca ogni  tre anni durante il periodo di riposo vegetativo della pianta, dopo la fioritura o a marzo.

Moltiplicazione per seme

La semina dei Settembrini si effettua in semenzaio nel periodo primaverile utilizzando un substrato specifico mantenuto costantemente umido per tutto il tempo necessario alla germinazione dei semi e all’irrobustimento delle nuove piantine che, quando avranno raggiunto un’altezza di circa 10 cm, potranno essere trapiantate in singoli vasi o in piena terra.

Moltiplicazione per divisione dei cespi

Alla semina, che non assicura piante con le stesse caratteristiche di quella madre si preferisce il metodo di propagazione per divisione dei cespi in quanto più rapido e che tra l’altro dà piante già robuste e vigorose.

La divisione dei cespi va effettuata dopo la fioritura, con un coltello ben affilato, avendo l’accortezza di recidere delle porzioni di piante provviste di radici portanti almeno un getto vitale.

I  cespi divisi, vanno invasati in piccoli contenitori posti in luoghi riparati dalla pioggia. Il terreno deve essere mantenuto sempre leggermente umido. Dopo l’attecchimento delle radici, gli astri vanno messi a dimora definitiva.

Impianto dei Settembrini

Gli astri si mettono a dimora in tarda primavera preferibilmente nel mese di maggio.

  • Le buche destinate ad accogliere le piante devono essere lavorate a fondo, profonde circa 20 centimetri e larghe il doppio delle dimensioni delle radici.
  • Si estrae la pianta dal suo contenitore e con tutto il pane di terra che avvolge l’apparato radicale si inserisce nella buca e la si ricopre fino al colletto con nuovo terriccio che va fatto aderire tutto intorno con una leggera pressione delle mani.
  • Dopo la messa a dimora si procederà con l’annaffiatura, senza eccedere e facendo attenzione a non bagnare le foglie.

Astri-rinvaso

Rinvaso

Il rinvaso degli Astri va effettuato in primavera, utilizzando un vaso leggermente più grande del precedente e del terriccio fresco e fertile. Anche in questo caso, le piante vanno rinvasate con tutto il pane di terra che avvolge le radici per evitare dannosi traumi.

aster-astri-foto

Cimatura e potatura degli astri

Per prolungare la fioritura e per ottenere fiori più grandi è consigliabile effettuare una cimatura dei getti lasciandone solo una decina per pianta.

Ai primi freddi, quando le foglie iniziano ad ingiallire, i Settembrini vanno potati drasticamente fino a pochi centimetri dal suolo. Si elimina la parte aerea delle piante tagliando gli steli quasi a raso terra utilizzando delle forbici ben affilate e disinfettate. In primavera, con l’arrivo del primo tepore, la radice rizomatosa ricaccia nuovi germogli e getti fioriferi. A  fine estate i Settembrini saranno rigogliosi e in fiore.

Nelle regioni italiane caratterizzate da un clima invernale molto rigido la potatura va fatta in primavera.

aster-astri

Parassiti e malattie dei settembrini

Temono il marciume delle radici  a causa delristagno idrico, l’oidio che attacca le foglie formando una muffa biancastra.

Tra i parassiti i settembrini temono le cicaline e le lumache.

fiori-aster-astri

Cure dei settembrini

Asportazione delle infiorescenze appassite, taglio degli steli dopo la fioritura a circa 5 cm di altezza del suolo e protezione con leggera pacciamatura.

Aster-varietà

Controllo periodico dei cespi per eliminare manualmente lumache e cicaline. Le lumache possono essere tenute lontano dalle piante copsrgendo intorno al loro colletto della cenere di legna.

Astri-varietà

Varietà di astri

Esistono diverse varietà di astri che differiscono per forma e dimensioni come:

Aster novae angliae

Una varietà compatta che produce fiori in abbondanza raggruppati in ricchi corimbi terminali che si richiudono dopo il tramonto del sole. Necessita di un terreno che va mantenuto fresco ma irrigato senza eccessi.

Aster novi belgii Fellowship

Una specie resistente anche alle temperature prossime ai – 20 °C con fiori doppi molto grandi e decorativi.

Aster Coombe violet

Una varietà alta anche più di 1 metro con grandi fiori di colore violetto che attirano numerose farfalle; resistente alla siccità e alla salsedine. Adatto anche a realizzare aiuole fiorite nei giaedini costieri.

Aster Gilda Ballard

Una varietà di Settembrino sia a fiori grandi e sia a fiori piccoli di colore  lilla-blu;  steli verticali e foglie verdi lucide e profonde.

Le nuove varietà non richiedono tutori e non si piegano sotto il peso dei fiori.

fiore-aster-astri-arancio

Aster e linguaggio dei fiori

Nel gergo dei fiori l’astro o settembrino assume il significato di ispirazione.

Curiosità

Il nome comune dei Settembrini è riferito al periodo della fioritura che avviene nel mese di Settembre.

Altre piante che fioriscono in autunno

Galleria foto astri e piante di settembre

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News
Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta