Zenzero coltivazione in vaso


zenzero-ginger-fiore

Lo zenzero è una pianta di origine esotica che si può coltivare anche in vaso in un luogo caldo e protetto anche come pianta ornamentale.

zenzero-fiore-rosa


Caratteristiche dello Zenzero

Lo zenzero, Zingiber officinale, è una pianta erbacea rizomatosa della famiglia delle Zingiberaceae, originaria dell’Asia meridionale tropicale coltivato soprattutto in Cina, in India e introdotto in Europa sotto forma di radici essiccate.

Si tratta di una pianta erbacea perenne provvista di una nodosa e polposa radice rizomatosa che assomiglia a quella dell’iris o a quella delle calle.

La parte esterna del rizoma, la scorza, è di colore bruno all’esterno mentre la parte interna, la polpa, è giallo- crema.

zenzero-conservazione

Le foglie dello zenzero sono lanceolate, strette, appuntite e lunghe circa 20 cm.

Le foglie come quelle della canna indica sono di colore verde chiaro.

zenzero-foglie

I fiori, di colore giallo-verdastro con fauce rossastra, sono riunite in vistose infiorescenze a spighe.

zenzero-infiorescenza

Il frutto è una capsula contenente molti semi.

zenzero-coltivazione

Coltivazione zenzero

Esposizione: ama i luoghi luminosi, soleggiati o parzialmente ombreggiati; non soffre il caldo ma teme il freddo e soprattutto le temperature al di sotto dei 15° C.

Terreno: predilige il terreno deve essere sciolto, profondo, ricco di sostanza organica e molto ben drenato preferibilmente misto a sabbia e ad argilla espansa. Non attecchisce nei calcarei e compatti.

Annaffiature: lo zenzero coltivato a dimora va annaffiato solo quando il terreno è completamente asciutto mentre quello allevato in vaso richiede regolari e frequenti apporti idrici evitando però gli eccessi.

Concime-granulare

Concimazione: in primavera e in autunno somministrare ai piedi della pianta un concime organico a lenta cessione.. La terra va tenuta libera da malerbe.

Zenzero-divisione-rizoma

Moltiplicazione dello zenzero

Lo zenzero si propaga in primavera per divisione del rizoma di una pianta matura di almeno 3 anni di età e fare attenzione che siano forniti, come la patata di occhi cioè di gemme ben sviluppate.

Per favorire l’attecchimento delle nuove piante, i rizomi vanno lasciati a bagno per una notte piantali a circa 5 cm di profondità avendo cura che le gemme siano situate verso l’alto.

zenzero-divisione-rizoma

Il rizoma va diviso con un coltello ben affilato in parti e poi ciascuna porzione va interrata, con la gemma verso l’alto, a circa 5 centimetri di profondità, in un terriccio soffice e ben drenato. Per ogni porzione di rizoma occorre un vaso largo 30 cm.

Il vaso contenente le talee di rizoma va posto in un luogo luminoso ma al riparo dei raggi diretti del sole fino a quando non spunteranno i teneri germogli. Per tutto il tempo necessario alla radicazione il terreno va mantenuto leggermente umido.

A radicazione avvenuta le nuove piante di zenzero potranno essere in posto caldo e soleggiato per molte ore al giorno.

zenzero-moltiplicazione

In autunno il vaso va riparato all’interno della casa e posto in un luogo soleggiato e caldo preferibilmente vicino ad un termosifone.

zenzero-calorie

Raccolta dello zenzero

Il rizoma dello zenzero per raggiungere la completa maturazione o ingrossamento necessita di circa 6 mesi di permanenza nel terreno e solo dopo questo periodo potrà essere scalzato.

zenzero-officinale

Conservazione dello zenzero

rizomi, nodosi e fibrosi, con scorza spessa, si ripuliscono dal terreno, si lavano, si asciugano con un panno e si conservano freschi in frigo per 2 – 3 settimane. per conservarli per un periodo più lungo si lasciano essiccare al sole per circa un mese.

lumache

Parassiti e malattie dello Zenzero

Si tratta di una pianta che non soffre gli attacchi degli afidi o della cocciniglia ma teme il marciume delle radici se il substrato non è ben drenato. Le foglie più giovani e tenere sono un richiamo per le lumache.

Cure e trattamenti

Evitare i ristagni idrici nel sottovaso e attenzione alle erbe infestanti.

zenzero-candito

Usi in cucina

In cucina lo zenzero fresco viene consumato pelato e grattugiato, in piatti con curry, pesce minestre, stufati, marmellate, frutta cotta e cruda, budini, pane e vin brûlé.

Lo zenzero essiccato, più profumato di quello fresco e dal sapore leggermente più piccante, viene impiegato sotto forma di polvere per la preparazione di curry, insaccati, birre, liquori, pasticceria, sciroppi, gelati, biscotti natalizi, il pan di zenzero e anche lo zenzero candito o sciroppato.

zenzero-ginger

Proprietà e usi farmacologici dello zenzero

Le proprietà benefiche dello zenzero sono tantissime: da quelle digestive a quelle anti nausea e anti vomito (mal di mare e mal d’auto), da quelle analgesiche a  quelle anticancro.

zenzero-radici-rizomi

Curiosità

Nei Paesi anglosassoni lo zenzero è  conosciuto con il nome di ginger. In natura esistono diverse specie di zenzero che differiscono per il colore dei fiori e delle radici.

zenzero-fiore

Galleria foto Zenzero -Ginger

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News
Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta