Afidi Parassiti pidocchi delle Piante

Cosa sono gli afidi e come si combattono? Tipi di afidi e rimedi naturali, biologici e prodotti contro gli afidi o pidocchi delle piante.

Afidi

Gli  afidi o aphidoidea, sono parassiti animali, insetti fitofagi molto prolifici di colore verde o nero che comunemente vengono chiamati pidocchi delle piante, appartenenti alla famiglia dei Rhychota.

mosca-rossa-afidi

Caratteristiche e generalità degli afidi

Gli afidi, insetti ben visibili ad occhio nudo, presentano il corpo rotondeggiante di colore variabile a seconda della specie: verde, giallo o grigiastro con o senza ali e spesso producono sulle piante attaccate del liquido vischioso che attira le formiche, chiamato melassa.

afidi


Leggi anche: Consociazioni nell’orto

Provvisti di un apparato boccale pungente e succhiatore, composto da:

  • anteclipeo (a)
  • postclipeo (b),
  • labbro superiore (c),
  • rostro (d),
  • stiletti (e)

Attaccano quasi tutte le piante per nutrirsi.

Devastano rametti, foglie e boccioli succhiano la linfa ed indeboliscono la pianta.

La pericolosità degli afidi deriva soprattutto dall’elevatissimo numero di generazioni che possono compiere in un solo anno e visto che vivono in numerose colonie, il numero di uova depositate è impressionante.

Piante che vengono attaccate dagli afidi

Gli afidi colpiscono quasi tutte le piante; arboree o legnose, arbustive le erbacee, agricole ed ornamentali.

Le piante arboree (Rosaceae, ecc.) sono tra le preferite dagli afidi in quanto il legno e la corteccia di queste specie offrono un riparo alle uova fecondate depositate nelle fessure e consentono agli insetti adulti di resistere meglio a condizioni climatiche avverse.

Tra le piante erbacee agricole ed ornamentali quasi nessuna trova scampo  che venga coltivata in vaso o direttamente a dimora, non fa differenza. Da sottolineare anche che le infestazioni degli afidi sono accompagnate anche da quelle delle formiche, che li proteggono come baby sitters amorevoli perchè si nutrono  dell’ingente quantità di melata (sostanza zuccherina) prodotta dai processi metabolici di questi insetti. Un andirivieni continuo di formiche su tutte le parti vegetali delle piante è un segnale di allarme: sono infestate dagli afidi.

I danni causati dagli afidi

Tra i vari danni provocati dalle infestazioni degli afidi i più frequenti sono:


Potrebbe interessarti: Lotta all’oidio con cipolla e aglio

  • riduzione della fotosintesi clorofilliana che si mani festa con una marcata decolorazione delle foglie, rallentamento dell crescita e riduzione della produzione più o meno marcata dei fiori o dei frutti;
  • imbrattamenti da melata associata frequentemente alla formazione della fumaggine;
  • deformazioni delle foglie, dei frutti e dei boccioli floreali;
  • riduzione delle risorse energetiche e progressivo deperimento;
  • attacco di funghi saprofiti e patogeni, dannosi perché lo sviluppo del loro micelio riduce l’efficienza fotosintetica della pianta e produce un deprezzamento del prodotto.
  • alterazione della morfologia anatomica- strutturale, con formazione di galle, pseudogalle e .
  • erosione del legno ad opera degli gli insetti xilofagi (si nutrono di legno vivo o morto);
  • propagazione di virosi
  • morte della pianta se non si interviene tempestivamente.

Rimedi per contrastare le infestazioni da afidi

Questi insetti quasi microscopici ma molto invasivi e dannosi per tutte le piante vanno combattuti sul nascere attuando opportuni ed efficaci sistemi di lotta.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

infestazione-afidi

Lotta agli Afidi delle piante con antiparassitari chimici

La lotta chimica viene praticata ai primi sintomi di infestazione facendo ricorso a prodotti a base di piretro come PIRETRIX, o ORTHENE S, CYMBUSH 5L. Viene generalmente effettuata all’inizio della primavera e ripetuta più volte fino all’estate specialmente se a giornate calde si alternano giornate umide e piovose.

Afidi

Lotta afidi piante ornamentali

Sulle piante non destinate all’alimentazione come rose ed altre piante coltivate a scopo ornamentale si possono usare anche insetticida e acaricida PIRIMOR 17,5 Compo o Gesal Polivalente KB.

foto-afidi

Quando intervenire e modalità d’uso degli antiparassitari

I trattamenti anti afidi vanno praticati a scopo preventivo o quando si vedono chiazze nere sulla pianta, accartocciamenti delle foglie o si nota un via vai di formiche.

Generalmente si interviene praticando nelle prime ore del mattino o dopo il tramonto del sole, delle nebulizzazioni su tutta la pianta in modo particolare sugli  apici e le pagini inferiori fogliari, aficidi diluiti in acqua, evitando mezzi aerei per evitare danni ad insetti utili e all’ambiente. Per le diluizioni consultare le istruzioni allegate alla confezione del produttore.

pidocchi-piante-foto

Lotta biologica con antiparassitari

La lotta agli afidi può essere anche praticata con prodotti naturali che sono efficaci e soprattutto innocui per gli insetti impollinatori e pe l’ambiente, facili da preparare in casa a costo minimo o quasi zero.

Tra gli antiparassitari biologici più efficaci nella lotta agli afidi ecco quelli suggeriti e la relativa scheda di preparazione:

antiparassitario-biologico

Lotta biologica con insetti antagonisti

Nella lotta agli afidi trovano un ruolo fondamentale anche gli insetti antagonisti quali:

  • entomofagi come i coleotteri Coccinellidi, i neurotteri crisopidi, i ditteri sirfidi
  • pararassitoidi quali imenotteri braconidi e calcidoidi ed i ditteri cecidomidi.

I pidocchi delle piante attaccano l’uomo?

I pidocchi delle piante si nutrono di linfa, quindi sono innocui per l’uomo che invece è soggetto a infestazioni da pidocchi Anoplura.

Galleria foto afidi

Laura Bennet
  • Laureata in scienze biologiche
  • Insegnante di ruolo
  • Autore specializzato in Botanica, Biologia e Cucina
Suggerisci una modifica