Erbe infestanti

Quali sono le erbe infestanti più comuni nei giardini e negli orti? Come riconoscere quelle a foglia stretta e a foglia larga? Quando estirparle? 

Erbe-infestanti

Per coltivare con successo le piante ornamentali, il prato del nostro giardino e il terrazzo, bisogna liberarsi delle erbe infestanti che crescono dappertutto e con una facilità irrisoria, non si fa a tempo ad estirparle e già rispuntano ostinate più forti di prima se si rompono le radici.

gramigna-cynodon-dactylon

Per evitare impoverimenti del terreno a svantaggio delle colture floreali ed ortive estirpiamole quindi prima della fioritura e della maturazione dei semi.

Erbe infestanti a foglia stretta

Gramigna

La gramigna, nome scientifico è Agropyrum repens, è una pianta erbacea della famiglia delle Poaceae molto comune in Europa, in Asia e nel Nord dell’Africa. Cresce in luoghi ad alto tasso di umidità, in terreni spesso argillosi,  nelle vicinanze del mare, di laghi dei fiumi fino alla montagna.


Leggi anche: Piante rampicanti perfette per balcone e terrazzo

Ha rizomi sotterranei biancastri molto lunghi, che generano cespugli alti da 50 a 100 cm, composti da foglie lineari, piatte, larghe da 3 a 10 mm. I fiori sono riuniti in infiorescenze a spighe portate sulle cime degli steli. Sono di colore verde e appaiono tra giugno e settembre. Questa pianta per la s vigoria delle sue radici è utile per risanare e consolidare i pendii scoscesi.

setaria

Setaria

Un’erbacea della famiglia delle Graminaceae che vegeta indisturbata nei prati, nelle aiuole, nei giardini, lungo le strade, ecc. E’ un’erba infestante che compie il suo ciclo vegetativo tra l’estate e l’autunno. In Inverno secca e muore ma nell’estate successiva i semi caduti al suolo germinano dando vita a tante nuove piantine pronte a ricominciare il ciclo vitale. La Setaria produce steli con una o più foglie strette quasi lineari che da giugno ad ottobre portano sugli apici infiorescenze a spighette biflore simili a scovolini formati corpuscoli tondeggianti e 5-6 setole lunghe fino ad 1 cm. I frutti sono cariosside che una volta raggiunta la maturità cadono sul terreno. I semi della digitaria sono commestibili e possono essere consumati come il riso, oppure macinati in una farina e trasformati in porridge, torte e budini.

Digitaria sanguinalis

Digitaria sanguinalis

Un’erbacea annuale infestante a foglia stretta che cresce vigorosa tra l’erba dei prati durante il periodo estivo. In pieno ciclo vegetativo forma dei grossi cespi con foglie larghe e vigorose che contrastano con il fine fogliame del prato. Produce infiorescenze che ricordano le dita di una mano. I fiori producono molti semi fertili, che germogliano l’anno successivo. E’ una pianta che cresce rapidamente e in breve tempo soffoca e inibisce la fotosintesi dell’erba del prato. In inverno secca lasciando nel prato grandi chiazze brunastre esteticamente inaccettabili. La digitaria è molto difficile da eliminare senza causare danni anche al prato circostante. La sua diffusione va contrastata con prodotti che bloccano la germinazione dei semi.


Potrebbe interessarti: Zucche ornamentali – Zucche Lagenarie

rumex-obtusifolius-romice

Rumex

Conosciuto comunemente come Romice o Lapazio è un’infestante diffusa in tutti i terreni incolti, negli orti e nei frutteti. Ha radici robuste lunghe e fittonanti difficili da sradicare. Forma cespugli vigorosi alti anche 2 metri, composti da larghe foglie cuoriformi o lanceolate simili a spade, di colore verde intenso. Dalla tarda primavera e per tutta l’estate produce piccoli fiori rossastri riuniti in pannocchie con petali sostituiti da 3 sepali internamente al calice e 3 sepali esterni, verdastri, che avvolgono i frutti. Produce moltissimi semi e tantissimo polline.

Amaranto-erba-infestante


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Amaranto

Una pianta erbacea della famiglia delle Amarantaceae coltivata in molti Paesi a scopo alimentare. L’amaranto è una pianta alta circa 1 metro, ha un apparato radicale a fittone, foglie lunghe da 5/20 centimetri. Sviluppa un’infiorescenza principale da cui si sviluppano i fiori, piccole capsule che racchiudono i semi. I semi e le foglie sono commestibili e in cosmesi vengono utilizzate per la preparazione di creme abbronzanti.

plantago-major-piantaggine

Piantaggine o Plantago maior

Una pianta erbacea con una robusta radice fittonante. Forma vigorosi cespugli di foglie verdi e produce numerosi semi che  vengono impiegati in fitoterapia per la preparazione infusi lassativi.

lamium-maculatum-fiori

Lamium

Conosciuto come falsa ortica è una pianta che forma fitti tappeti nei terreni incolti e negli orti e che vegeta bene anche in vaso. Ha steli quadrangolari verdi-rossastri con foglie cuoriformi e margini dentati. Produce fiorellini rosa (Lamium purpureum) o bianchi (Lamium album).

Stellaria-media-fioritura

Centocchio –  Stellaria media

La Stellaria media è una pianta che cresce nei terreni incolti e negli orti in inverno e all’inizio della primavera. Ha  portamento prostrato e ramificato, forma dei fitti tappeti sui terreni umidi.  Produce piccoli fiori fiori bianchi stellati e capsule ovoidi contenenti minuscoli semi. E’ una pianta amata dalle galline motivo e il suo nome inglese chickweed significa proprio erba delle galline.

Artemisia-infestante

Artemisia

Una pianta della famiglia delle Asteraceae con radici rizomatose o fittonanti dall’odore leggermente aromatico. Produce folti cespi di foglie di colore verde scuro divise in segmenti molto stretti.  Produce infiorescenze a pannocchie composte da numerosi fiori a capolino e numerosi acheni ellissoidali provvisti di pappo. Questa pianta infestante dei campi, dei frutteti degli orti viene utilizzata per combattere i dolori mestruali.

decotto-depurativo-tarassaco

Tarassaco

Il tarassaco  o dente di leone o semplicemente soffione, è una piccola pianta provvista di un apparto radicale tenace e robusto. Cresce in tutti le tipologie di terreno, lungo i margini delle strade, nei prati, nei campi e anche in montagna. Le foglie più tenere di questa pianta vengono consumate crede in insalata e cotte nelle minestre i fiori in boccio vengono conservati sott’aceto come sostituti dei capperi.

convolvolo-fiore

Convolvolo

Il Convolvulus arvensis una pianta con fusti striscianti in grado di arrampicarsi e di avvolgersi a qualunque tipo di sostegno sulle altre piante. Si riproduce facilmente per seme.

Borsa del pastore

Borsa del pastore

La Capsella bursa-pastoris una pianta erbacea che produce fiorellini bianchi disposti su infiorescenze a racemo, portate da sottili steli alti 50-80 cm. Dopo la fioritura maturano tantissimi semi  fertili che  germinano nel suolo anche a temperature di 2-5 °C. In inverno la pianta origina una una rosetta di foglie  lunghe, dentellate e commestibili che ricordano quelle della rucola.

ortica
Ortica

L’ortica è una pianta invasiva che cresce ovunque anche tra le fessure delle rocce e dei muri. Forma un folto cespuglio di steli quadrangolari eretti ricoperti di foglie con peli urticanti. L’ortica viene utilizzata come materia prima per la preparazione di prodotti utili alla salute e al benessere della persona. A scopo alimentare viene consumata come gli asparagi e negli orti e nei giardini come repellente naturale contro parassiti e insetti fastidiosi.

Galinsoga-erbacea infestante

Galinsoga

Una pianta che vegeta in tutti terreni e che si sviluppa in estate soprattutto negli orti. Ha foglie di colore verde chiaro e minuscoli fiorellini gialli con petali bianchi. Lo stelo cresce fino ad 1 metro circa ed è ramificato.

papavero-rosolaccio

Rosolaccio

Il papavero comune o rosolaccio tanto apprezzato nelle fioriture miste ornamentali è una pianta infestante ed invasiva dei campi di grano temuta dai contadini perchè è veicolo del Mosaico del cetriolo, altre pericolose malattie virali e fungine. I fiori  vengono utilizzati nella preparazione di uno sciroppo efficace per il trattamento della tosse e dei sintomi influenzali.

portulaca-in-vaso

Portulaca oleracea

Una pianta erbacea succulenta con fusti e foglie carnose. Ha portamento strisciante e compare in estate soprattutto nei terreni umidi o regolarmente irrigati come gli orti. È una malerba che viene coltivata anche in vaso perchè commestibile, ricca di Omega 3 e ottima. E’ comunemente chiamata anche erba porcellana perché è molto amata dai maiali.

Farinaccio-Chenopodium

Farinaccio

Il farinaccio, Chenopodium, è una delle più comuni infestanti degli orti caratterizzato da una rapida crescita. Vegeta nei terreni ricchi di sostanza organica e  fertili. Forma un cespuglio composto da steli eretti con foglie di colore verde chiaro ricoperte da una consistenza farinosa al tatto, da cui deriva il nome volgare farinaccio o farinello. Viene consumato come verdura nelle regioni alpine.

erbe-infestanti

Le erbe infestanti crescono rapidamente e si riproducono facilmente tramite i semi che cadono sul suolo e che vengono trasportati dal vento e dagli animali anche a molti metri di distanza. Per contrastare la loro diffusione bisogna assolutamente evitare che salgano a fiore e producano i semi.

Quindi è necessario difendere il terrazzo, il prato e le piante ornamentali con prodotti specifici, con rimedi naturali biologici ma efficaci e l’impiego di utili e pratici attrezzi che consentono di estirpare le radici robuste e molto profonde senza arrecare danni estetici.

Galleria foto erbe infestanti

Laura Bennet
  • Laureata in scienze biologiche
  • Insegnante di ruolo
  • Autore specializzato in Botanica, Biologia e Cucina
Suggerisci una modifica