Corbezzolo Arbutus unedo Albatro pianta nazionale Italiana


Corbezzolo-fiori-frutto

Il Corbezzolo, Arbutus unedo, è un arbusto sempreverde appartenente alla famiglia delle Ericacee originario dell’Irlanda, coltivato a scopo ornamentale per la profusione dei fiori e per i suoi frutti commestibili.

corbezzolo-coltivazione


Caratteristiche generali del Corbezzolo – Arbutus unedo

Il corbezzolo, chiamato anche Rossello o Albatro, si sviluppa anche come un tipico albero da frutto raggiungendo un’altezza media di circa 6 m.

L’apparato radicale è robusto e profondo; la corteccia abbastanza spessa ed esfoliante di colore grigio-marrone.

La chioma è composta da numerosi rami ricoperti da foglie lanceolate e coriacee a margini dentati.

Le foglie lucide e di colore verde sono inserite sui rami con un piccolo picciolo biancastro.

Corbezzolo -fiori-coltivazione

I fiori, riuniti in racemi, hanno la forma di piccole lanterne campanulate campanulate di colore bianco e talvolta anche rosso- verdastri a seconda delle varietà.

arbutus-unedo-frutti

Frutti del Corbezzolo

I frutti, commestibili, che si originano dai piccoli fiori e riuniti in grappoli hanno forma sferica, scorza rugosa di colore rosso-arancio con superficie ricoperta di granulazioni e polpa dolce e carnosa con molti semi.

Nel periodo autunno-inizio inverno il corbezzolo porta sia i frutti dell’anno precedente e sia i nuovi fiori.

Corbezzolo

I frutti o bacche del corbezzolo vengono utilizzati per la preparazione di liquori e distillati.

frutti-corbezzolo

Fioritura del Corbezzolo

Il Corbezzolo fiorisce nel periodo ottobre – novembre. Può essere acquistato anche in vaso già fiorito e poi a fine fioritura trapiantato in piena terra o in contenitore più grande.

Dai fiori dei corbezzoli le api ricavano un miele molto pregiato apprezzato e conosciuto anche all’estero.

Corbezzolo

Coltivazione del Corbezzolo

Esposizione

Ama le posizioni soleggiate e riparate dai venti; cresce ugualmente bene nei luoghi semi-ombrosi nelle zone a clima molto caldo;  non teme il freddo, ma le piante giovani, vanno riparate alla base con teli traspiranti nei periodi di forte gelo.

Terreno

Anche se si adatta a tutti i tipi di terreno il corbezzolo preferisce quelli leggermente acidi, fertili, ben drenati e misti a sabbia grossolana.

Annaffiature

Il corbezzolo richiede scarse annaffiature nei periodi estivi con forte siccità e durante l’inverno solo se non piove.

Concime

Concimazione

Necessita di concimazioni organiche da effettuare in primavera interrandolo a pochi cm dalla base della pianta. Per le specie coltivate in vaso è consigliabile  somministrare un concime ricco in azoto e potassio, da mescolare all’acqua delle annaffiature, ogni 20-25 giorni.

Corbezzolo-fiori-frutto

Impianto del Corbezzolo

Al momento del trapianto, in piena terra o in vaso, per favorire il drenaggio ed evitare il marciume radicale è consigliabile mettere su fondo della buca dell’argilla espansa mista a pietrisco e sabbia.

corbezzolo

Moltiplicazione del Corbezzolo – Arbutus unedo

Questa splendida pianta della macchia mediterranea che allo stato spontaneo vegeta bene in consociazione con altri arbusti come mirto e  rosmarino, per la sua facile coltivazione è diffusa un po’ ovunque dal giardino rustico ai parchi comunali.

Anche propagarlo è cosa estremamente semplice, infatti può essere riprodotto per seme, talea e mediante polloni radicali.

Corbezzolo-fiori-frutto

Moltiplicazione del Corbezzolo per semina

  1. La riproduzione per seme va effettuata in autunno ponendo i semi in un miscuglio composto in parti uguali di sabbia e torba.
  2. Dopo la semina il terriccio va mantenuto costantemente umido e i contenitori vanno posti in luoghi riparati e luminosi.
  3. La germinazione dei semi avviene già nella primavera successiva.

corbezzolo-proprietà

Moltiplicazione del Corbezzolo per talea

  1. La moltiplicazione per talea va effettuata nei mesi di giugno-luglio.
  2. Le talee semilegnose lunghe circa  7-10 cm, prelevate con cesoie ben affilate e disinfettate, vanno messe a radicare radicare in un miscuglio in parti uguali di torba e sabbia, a una temperatura minima di 16-18 °C.
  3. A radicazione avvenuta, (emissione di nuovi germogli), le nuove piantine vanno poi trasferite in singoli contenitori e allevate in essi per almeno due anni prima dell’impianto a dimora, che  andrà fatto da marzo a maggio.

arbutus-unedo-corbezzolo

Moltiplicazione del Corbezzolo mediante polloni radicali

  1. E’ la tecnica di propagazione più diffusa per i suoi risultati immediati.
  2. Si isolano dalla pianta madre i polloni basali provvisti di radici abbastanza robuste.
  3. I polloni messi subito a dimora, in poco tempo danno origine ad una nuova pianta capace di dare frutti in brevissimo tempo.

corbezzolo-foglie-fiori

Potatura del Corbezzolo

Per favorire la forma arbustiva, l’infoltimento e la fioritura del Corbezzolo, in primavera potare la parte apicale dei rami.

Corbezzolo-potatura

Parassiti e malattie

I corbezzoli sono piante molto resistenti alle malattie fungine ad eccezione del marciume radicale causato da un cattivo drenaggio del terreno; raramente soffrono l’attacco degli afidi neri.

Il loro peggior nemico è l’oziorrinco un insetto che, come nell’alloro ed altre piante da frutto ed ornamentali, provoca seri danni alle foglie.
Corbezzolo-malattie

Cure

Le giovani piante di corbezzolo, almeno nei primi 2 anni di vita, vanno protette in serra fredda o riparate con teli traspiranti.

corbezzolo-frutto

Usi dei frutti del Corbezzolo

Le foglie e i frutti del corbezzolo vengono impiegati per la preparazione di tisaneaceto aromatico, marmellata, vini e liquori. Ottimo anche il miele ricavato dai suoi fiori.

E’ un alimento ricco di proprietà benefiche:

  • antisettica per le vie urinarie;
  • astringente ed antidiarroica;
  • antinfiammatoria nei confronti del fegato, delle vie biliari e di tutto l’apparato circolatorio;
  • antispasmodica dell’apparato digerente e delle vie biliari;
  • diuretica.

100 g di corbezzolo apportano circa 80 Calorie.

Corbezzolo

Curiosità sul corbezzolo

Il corbezzolo è la pianta nazionale dell’Italia: con le sue foglie verdi, i suoi fiori bianchi e le sue bacche rosse richiama infatti la bandiera d’Italia e per questo è uno dei simboli dei patri italiani.

Corbezzolo velenoso?

Il corbezzolo noto anche come mbrihacheddhi, ubriachelli, e provocano uno stato di ebbrezza simile all’alcol per la presenza di alcalodi.

Assunto in dosi elevate può essere dannoso a livello gastrointestinale.

E’ invece tossico per cani e gatti.

Galleria foto Corbezzolo

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News
Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

  • ettore - - Rispondi

    i rami del mio corbezzolo 10 anni di vita hanno delle macchie bianche cosa devo fare? GRAZIE!

  • antonio - - Rispondi

    vorrei mettere delle piante di corbezzolo sul mio terrazzino, come posso fare!? partire con una semina, con dei semi, o comprare delle piantine già cresciute a chi posso rivolgermi? io mi trovo in provincia di roma nord! grazie antonio.

  • gep - - Rispondi

    salve, chi mi può aiutare?
    vorrei sapere il corbezzolo più grande conosciuto quanto misura e dove si trova
    gep

  • raffaele - - Rispondi

    Ho un piccolo terreno disponibile, circa 2000 mq; è conveniente farci un impianto di corbezzoli?? Potrebbe essere un buon reddito aggiuntivo?

Lascia una risposta