Bromelia – Pianta d’appartamento


Bromelia- fioritura


La Bromelia è una pianta ornamentale d’appartamento che produce infiorescenze decorative dai colori vivaci e brillanti.

Bromelia-pianta d’appartamento


Caratteristiche della Bromelia

Al genere Bromelia, della famiglia delle Bromeliaceae, appartengono una grande varietà di piante della originarie dell’America centrale, diffuse allo stato spontaneo soprattutto come piante epifite sui tronchi degli alberi dei boschi.

Bromelia-radici-epifite


Leggi anche: Vriesea coltivazione

Tute le specie di Bromelia sono piante epifite e come tali hanno un apparato radicale atto a tenerle ancorate al tronco degli alberi sui quali crescono e che consente loro ad assorbire l’umidità dall’ambiente circostante.

Le radici infatti, sono fitte, dense, e piuttosto lunghe.

Bromelia-radici

La Bromelia è una pianta sempreverde che presenta foglie carnose, lunghe circa 20 centimetri con margini lisci, apice appuntito e spinoso,  pagina percorsa da fasci di sottili nervature parallele.

Bromelia-foglie

Le foglie della Bromelia sono disposte a formare una rosetta chiusa alla base in una sorta di una coppa o un imbuto che nelle piante adulte serve a trattenere l’acqua.

Bromelia-rosetta-foglie

Al centro delle foglie, ogni 2 -3 anni, durante il periodo della fioritura, spunta una vistosa infiorescenza formata da grandi brattee semilegnose colorate di rosso, giallo, arancio e talvolta anche bianco tra cui spiccano i piccoli fiori lilla o bianchi.

Bromelia-fiore


Potrebbe interessarti: Neoregelia – Pianta d’appartamento

La forma del fiore della bromelia varia a seconda della specie ma generalmente è una spiga o imbuto. L’infiorescenza persiste sulla pianta per diversi mesi poi dissecca insieme alla rosetta di foglie. Durante il periodo del disseccamento delle foglie e del fiore, la pianta emette dalla base uno o più polloni che daranno vita a nuove piante che, quando saranno adulte, fioriranno a loro volta.

Nei luoghi di origine dopo i fiori la Bromelia come nel caso dell’ananas porta a maturazione dei piccoli frutti che in realtà sono bacche contenenti i semi.

Fioritura

L’epoca della fioritura varia a seconda delle specie ma in generale i fiori compaiono da marzo ad ottobre.

Bromelia-fiori

Coltivazione della Bromelia

Esposizione

La pianta ama i luoghi luminosi ma non i raggi diretti del sole che potrebbero ustionare le sue foglie. In inverno collocare la bromelia in posizione luminosa, lontano dai termosifoni ma comunque in in un ambiente dove la temperatura non sia mai inferiore ai 16-18°C.  In estate la bromelia può essere portata all’aperto e posizionata in un luogo ombreggiato e riportata in casa non appena le temperature incominciano a scendere al di sotto dei 16° C.

Terriccio

Terreno

La bromelia predilige il terreno soffice, sciolto e ben drenato. Il substrato ideale per la sua coltivazione come le altre piante acidofile deve essere molto leggero e poroso, formato da radice di felce e sfagno, con aggiunta di sabbia. In alternativa si può utilizzare un miscuglio di torba (terriccio di foglie), una parte di sabbia e un buon fertilizzante.

Bromelia-annaffiature

Annaffiature

La bromelia va annaffiata regolarmente da marzo fino ad ottobre inoltrato. Si inumidisce il terreno e si riempie almeno di 2 cm, la cavità centrale della pianta con acqua non calcarea, preferibilmente piovana o fatta decantare. Inoltre, nella bella stagione vaporizzare spesso le foglie della bromelia spesso le foglie con acqua distillata, per aumentare l’umidità. L’umidità deve sempre essere mantenuta la più alta possibile, specie in inverno, quando il riscaldamento rende l’aria degli appartamenti particolarmente secca. A tale scopo è bene spruzzare frequentemente le foglie e porre i vasi su terrine riempite di ghiaino mantenuto sempre bagnato.

Concimazione

Si tratta di una pianta che necessita di frequenti apporti di nutrienti per poter fiorire ed emettere nuovi polloni basali. Nella stagione estiva la bromelia va concimata  ogni 15- 20 giorni; mentre nel periodo che va dall’autunno fino alla primavera la concimazione va fatta una volta al mese. Il concime o fertilizzante adatto per la fioritura e la produzione di nuova vegetazione deve essere ricco di azoto (N) e potassio (K). Il concime specifico va diluito opportunamente nell’acqua delle irrigazioni.

Bromelia-moltiplicazione

Moltiplicazione della Bromelia

La pianta si riproduce per seme ma viene propaga quasi sempre mediante divisione dei germogli laterali che crescono accanto alla pianta madre.

Come l’agave americana, la bromelia dopo l’essiccamento del fiore emette alla base dei nuovi germogli che che nel mese di aprile, quando saranno grandi circa la metà della pianta madre,  potranno essere separati ed impiantati al momento stesso in un vasi singoli contenenti terriccio fresco e soffice misto a sabbia. I vasi vanno tenuti in un luogo riparato dalle correnti d’aria.

In condizioni ambientali ottimali, le nuove piante di bromelia, nel giro di 2 o 3 anni, produrranno i fiori.

Bromelia-rinvaso

Rinvaso

La bromelia va rinvasata mediamente 4 volte all’anno in quando le sue radici tendono ad occupare tutto lo spazio disponibile sia in larghezza che in profondità. Il rinvaso si effettua all’inizio di ciascuna stagione, utilizzando un contenitore di volta in volata più grande del precedente, terriccio fresco e fertile. Quando si effettua il rinvaso maneggiare la pianta con molta delicatezza per evitare di traumatizzare le radici.

Bromelia-cimatura

Potatura o cimatura

Per stimolare la Bromelia a formare una chioma compatta e rigogliosa e per contenerne lo sviluppo si consiglia di cimare la parte apicale della pianta ogni volta che riprende il suo ciclo vegetativo. Lo stelo essiccato invece va reciso alla base della rosetta con forbici disinfettate e ben affilate.

ragnetto-rosso-tetranychus_urticae_with_silk_threads

Parassiti e malattie della Bromelia

La pianta di Bromelia è sensibile agli attacchi del ragnetto rosso e della cocciniglia che si presentano se l’ambiente di coltivazione è troppo secco.

Soffre il marciume delle radici se il terreno non è ben drenato o gli apporti idrici sono eccessivi.

Bromelia-parassiti

Cure e trattamenti

La bromelia in estate può essere tenuta all’aperto in un luogo ombreggiato e riportata in casa non appena le temperature iniziano a diventare fredde. Se le temperature estive sono troppo alte si consiglia di effettuare frequenti nebulizzazioni con acqua sempre non calcarea. Eventuali parassiti animali possono essere rimossi dalle foglie mediante un bastoncino o un batuffolo di cotone idrofilo imbevuto di alcol denaturato. In caso di forte infestazione spruzzare sulla chioma un antiparassitario specifico.

Bromelia-fiore-curiosità

Curiosità

Il genere e la famiglia di questa pianta esotica porta il nome in onore del medico svedese Olaf Bromet ( 1639- 1705).

Tutte le varietà di Bromelia sono piante che in grado di purificare l’aria.

Alla famiglia delle bromeliacee, appartengono l’ananas e anche l’Aechmea, la Guzmania e la Vriesea  ideali anche come piante da camera da letto.

E’ una pianta velenosa?

Non è una pianta pericolosa per l’uomo o per gli animali domestici quali cani e gatti.

Galleria foto Bromelie

LauraB

Commenti: Vedi tutto