Acmea coltivazione


Aechmea-fasciata

L’Ecmea, Aechmea, è una pianta d’appartamento molto decorativa apprezzata per il suo grande fogliame e per i suoi fiori molto persistenti.

Acmea-Aechmea


Caratteristiche generali Aechmea

L’Achmea, chiamata comunemente Ecmea, è una pianta della famiglia delle Bromeliaceae originaria dell’America centromeridionale. Al genere appartengono di verse specie e senza dubbio la più conosciuta è l’Aechmea fasciata una pianta da interni facile da coltivare e che richiede pochissime cure.

Acmea-fasciata-foglia

L’Ecmea fasciata è una pianta succulenta provvista di un apparato radicale poco sviluppato composto da tozze e corte radici fascicolate.

La parte aerea è davvero spettacolare foglie carnose, allungate leggermente appuntite all’apice di colore verde con strie orizzontali di colore grigio scuro.

Ecmea-foglie

Le foglie sono disposte a formare un calice o rosetta centrale.

Acmea-foglie

Al centro della rosetta, ogni 2 anni, spunta una particolare infiorescenza, formata da brattee di colore rosa costituita da piccoli fiori lilla o bianchi che persiste sulla pianta per mesi prima di seccare.

Generalmente, dopo la fioritura la pianta madre muore lasciando dei germogli basali che in breve tempo si sviluppano danno vita a nuove piante.

Ai fiori seguono i frutti delle piccole bacche ovoidali.

Fioritura: l’ecmea fiorisce fiorisce in estate.

Aechmea-fulgens

Coltivazione Acmea -Aechmea

Esposizione: l’Aechmea  ama i luoghi luminosi o al massimo semiombrosi ma non i raggi diretti del sole. Non sopporta il caldo eccessivo e  va allevata lontano da fonti di calore come termosifoni e camino. Teme le correnti d’aria fredda e le temperature inferiori ai 10-15°.

Annaffiature: per le annaffiature basta riempire di acqua il calice o rosetta centrale mediamente una volta ogni 15-20 giorni, possibilmente con acqua piovana o acqua demineralizzata ottenuta mediante ebollizione dell’acqua corrente. Una volta al mese il pozzetto va svuotato per evitare che si formi una strato calcareo che danneggia le foglie.

terriccio per rinvaso

Terreno: il terriccio deve essere un mix di torba, sfagno e foglie secche, ben drenato.

Concimazione: le piante di Aechmea vanno concimate mediamente ogni 20 giorni utilizzando del concime granulare a lento rilascio equilibrato in macroelementi azoto (N), fosforo (P) e potassio (K) e che contenga anche una buona percentuale di microelementi quali  ferro (Fe), manganese (Mn), rame (Cu), zinco (Zn),ed altri , tutti importanti per una corretta ed armoniosa crescita della pianta.

Il concime opportunamente diluito nell’acqua delle annaffiature non va messo nel pozzetto di foglie ma distribuito sul substrato di coltivazione per evitare che depositandosi possa bruciare le foglie.

Acmea-Fiore

Moltiplicazione dell’Acmea

La pianta si propaga raramente per seme ma molto facilmente per divisione dei germogli laterali.

Con un coltello ben affilato e disinfettato si tagliano i getti laterali, si fanno asciugare all’aria per almeno due giorni e poi si mettono a radicare in un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali.

Dopo la radicazione le nuove piante vanno allevate in vaso come la pianta madre.

rinvaso

Rinvaso Aechmea

Il rinvaso si effettua ogni 2 anni, all’inizio della primavera utilizzando del nuovo terriccio, leggero, sciolto e ben drenato preferibilmente misto a un po’ di sabbia grossolana. Il substrato ottimale è un miscuglio di terriccio universale, torba e foglie, oppure, utilizzare un terriccio specifico per epifite.

Ecmea-potatura

Potatura

L’Aechmea non si pota. Con attrezzi specifici, disinfettati e ben affilati, si recidono le foglie secche seccano per evitare che possano diventare veicolo di malattie fungine. Si recidono di netto gli steli sfioriti.

ragnetto-rosso-tetranychus_urticae_with_silk_threads

Parassiti e malattie dell’Ecmea

é una pianta molto resistente alle malattie virali, funginee e agli attacchi dei parassiti animali. Teme il Marciume radicale causato dal ristagno idrico; il ragnetto rosso se l’ambiente è troppo secco. Per capire se la pianta è in salute basta osservarla attentamente: in carenza di acqua le foglie si presentano con contorni scuri; mentre risultano sbiadite in caso eccessivi apporti d’acqua.

Aechmea-bromeliacea

Varietà di Acmea

Tra le varietà ricordiamo:

  • l’ Aechmea fulgens, una pianta sempreverde epifita ( vive su altre piante) con foflie coriacee e lucide di colore verde brillante. In estate produce brattee rosso scuro e fiori che inizialmente sono di colore blu o porpora e divengono rossi a maturazione. Ai fiori seguono i frutti delle bacche di colore rosso vermiglio.

acmea-fulgens

  • l’ Aechmea marmorata,  una specie originaria dell’America del Sud, alta 50-60 cm. Ha foglie verde-bianco con macchie più scure e infiorescenza rossastra. Si tratta di una pianta meno diffusa delle precedenti.
  • l’ Aechmea Billbergia chantinii, pianta originaria dell’Amazzonia, alta fino a 90 cm, con foglie verde intenso percorse da evidenti striature trasversali argentee. Le foglie sono disposte a formare  formano una rosetta imbutiforme, al cui centro durante il periodo della fioritura compare un grosso fusto che porta l’infiorescenza a a pannocchia, lunga 10-15 cm, con brattee arancione-salmone e fiori rosso-gialli. Sia le foglie che i fiori sono di colore variabile. Questa specie può essere propagata mediante divisione degli stoloni basali.

Curiosità

Le Aechmea sono piante che in appartamento difficilmente fioriscono negli anni a venire ma sembra che la fioritura nel secondo anno possa essere stimolata dall’etilene emessa dalle mele mature. Quindi per far rifiorire la pianta in appartamento basta affiancarla a delle mele profumate e mature.

Questa bella pianta il cui nome deriva dal greco aichme (punta) in riferimento alle brattee appuntite che proteggono i fiori, è anche una pianta che contribuisce a risanare l’aria della casa dalle sostanze volatili.

Ecmea-linguaggio-fiori

Linguaggio dei fiori

L’Ecmea, nel linguaggio dei fiori, simboleggia l’orgoglio ma anche la tenacia nell’affrontare i problemi della vita.

Foto galleria Ecmea- Aechmea

Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta