Pernettya coltivazione


Pernettya coltivazione

La Pernettya, pernezia, è una pianta cespugliosa sempreverde molto diffusa nei giardini d’inverno per le la bellezza delle sue bacche colorate.

Pernettya-mucronata



Caratteristiche della Pernettya o Pernezia

La pernezia è una pianta appartenente alla famiglia delle Ericaceae originaria dell’America centro meridionale.

Si presenta come un piccolo cespuglio sempreverde dall’aspetto compatto alto mediamente 60 cm altezza. Le varietà nane invece non superano i 30 cm.

I rametti fittamente ramificati sono ricoperti da piccole foglie lanceolate appuntite di colore verde brillante con superficie lucida.

I fiori bianchi e campanulati spuntano in grappoli alla base ascellare delle foglie.

I frutti, bacche tondeggianti cerose al tatto in diverse tonalità di colore dal bianco al rosso porpora, a seconda della varietà, maturano in autunno e persistono sulla pianta fino alla primavera successiva. Le bacche sono portate solo dalle piante femminili.

pernettya

Le Pernettye sono piante dioiche e per questo motivo per avere un’abbondante produzione di frutti è necessario piantare almeno un esemplare maschile vicino a quello femminile.

Fioritura: la Pernettya fiorisce copiosamente in primavera avanzata.

pernettya_mucronata

Varietà di Pernettya

Esistono diverse varietà di Pernettya macrocarpa e tra le tante ricordiamo:

Pernettya-varietà

  • l’Alba con bacche di colore bianco;
  • la Cherry Ripe con bacche rosso ciliegia;
  • la Mulberry wine con bacche vinate;
  • l’Atrococcinea con frutti color porpora.

Le varietà descritte sono esemplari femminili in quanto quelli maschili non portano frutti.

Pernettya-pernezia

Coltivazione della Pernettya

Esposizione: la Pernettya ama i luoghi luminosi e soleggiati ma si sviluppa forte e rigogliosa anche in quelli parzialmente ombreggiati. Resiste anche a basse temperature e al gelo invernale. La pernettya coltivata in vaso, in estate va spostata in una zona più fresca.

Terreno: predilige il terreno soffice, leggero, umido, ricco di sostanza organica, non calcareo e come l’azalea e il rododendro il terriccio adatto deve avere un  pH acido. Il substrato ottimale è un miscuglio di terreno, sabbia e torba.

Annaffiature: è una pianta che ama il terreno umido e pertanto va  annaffiata abbondantemente in estate e durante i periodi di prolungata siccità evitando però gli eccessi idrici che potrebbero predisporla all’attacco di malattie fungine.
Nel periodo autunno – inverno le annaffiature vanno diradate al minimo indispensabile in quanto la pianta si accontenta dell’umidità dell’aria. La pernettya allevata in vaso va annaffiata solo quando il terreno è asciutto da più giorni.

Concime

Concimazione: dalla ripresa vegetativa fino all’autunno inoltrato la pernezia va concimata ogni 15 giorni con fertilizzanti liquidi per piante acidofile. L’apporto dei nutrienti soprattutto potassio (K) è  indispensabili per un’adeguata crescita della pianta, per la produzione dei fiori e delle bacche. In alternativa al concime liquido, ogni 40 giorni basta somministrare ai piedi della pernettya del fertilizzante granulare a lento rilascio.

pernettya-rinvaso

Rinvaso

La pernezia va rinvasate ogni due anni in un contenitore di poco più grande del precedente utilizzando del terriccio nuovo, leggero e fertile. Se il vaso è abbastanza grande in alternativa si può rimuovere solo il terriccio superficiale (circa 5 cm) e sostituirlo con altro fresco e con pH acido.

Potatura della Pernezia

In primavera si accorciano i rametti troppo lunghi per favorire l’emissione di nuovi getti e si recidono alla base quelli vecchi o danneggiati.

pernettya-foto

Moltiplicazione della Pernettya

La pianta si propaga per seme e per talea.

Moltiplicazione per seme

I piccolissimi semi di questa splendida pianta decorativa sono dotati di un’ottima capacità germinativa. I semi vanno interrati in un terriccio specifico a pochi millimetri di profondità.

Dopo circa 20- 30 giorni dal substrato spunteranno teneri germogli che vanno fatti crescere ed irrobustire prima di trasferirli in vaso. Con questa tecnica di propagazione le nuove piante di Pernezia avranno caratteristiche diverse da quella madre a causa della variabilità genetica.

Moltiplicazione per talea

Per avere piante identiche a quella madre è preferibile effettuare nel mese di settembre talee di rami.

Le talee lunghe circa 5 cm vanno messe a radicare in terriccio misto con sabbia e torba mantenuto leggermente umido fino alla comparsa delle nuove foglioline.

A radicazione avvenuta si lasciano irrobustire le nuove piantine e in primavera si procederà a trasferirle delicatamente con tutto il pane di terra che avvolge le radici in vasi singoli con terreno acido. Per 1 anno si allevano in ambiente protetto e solo dopo 2 anni  potranno essere messe a dimora definitiva.

Impianto o messa a dimora

Le piante di pernettya si mettono a dimora in autunno. Le buche destinate ad accoglierle devono essere di poco più grandi del pane di terra che ricopre le radici. Per avere un’abbondante produzione di frutti è necessario piantare almeno un esemplare maschile vicino alle piante femminili. Se si vuole coltivarla con altre piante acidofile le più indicate sono la Kalmia e la Camelia.

oidio-mal bianco

Malattie e parassiti

La pernezia teme il marciume radicale provocato dai ristagni idrici ed il mal bianco o oidio se l’ambiente è troppo umido.

Cure e trattamenti

E’ una pianta che non necessita di cure particolari ma per evitare il marciume delle radici della pianta allevata in vaso si consiglia di svuotare il sottovaso dopo 30 minuti dall’apporto idrico.

I trattamenti vanno effettuati solo in caso di necessità utilizzando prodotti specifici.

Curiosità

I frutti della pernettya mucronata sono commestibili. Secondo antiche credenze coltivare questa pianta nel giardino o sul balcone aiuterebbe a tenere lontani gli spiriti cattivi, la sfortuna e come l’Erica sarebbe in grado di potenziare il potere degli amuleti. Le bacche

Pernezia-linguaggio-piante

Linguaggio dei fiori e delle piante

Nel linguaggio dei fiori la Pernezia è simbolo di buon augurio e per questo è perfetta come tante altre piante natalizie è perfetta come regalo o per allestire un bellissimo centrotavola abbinata con altre piante portafortuna come Gaultheria e Sinforina.

Pernettya velenosa o commestibile

La commestibilità o velenosità dei frutti della pianta dipende dalla specie.

I frutti della Pernettya mucronata, prostrata e tasmanica sono commestibili.

La Pernettya furens è invece velenosa per la presenza di cardiotossine.

Galleria foto Pernettya

Commenti: Vedi tutto

  • paco - - Rispondi

    salve,vorrei sapere se i frutti della pernettya sono commestibili.GRAZIE

    • LauraB - - Rispondi

      Ciao, la commestibilità o meno delle bacche di pernettya dipende dalla specie, alcune lo sono altre invece sono tossiche, nel dubbio si consiglia di chiedere al vivaista di fiducia.

      Saluti LauraB:

  • paco - - Rispondi

    si trovano in commercio esemplari maschi?

    • LauraB - - Rispondi

      Ciao, ci sono esemplari maschi di Pernettya, anzi per ottenere abbondanti frutti si consiglia di mettere a distanza ravvicinata almeno due esemplari dei due sessi in quanto le penernettye sono piante dioiche.

      Saluti LauraB.

  • paco - - Rispondi

    Ho comprato una pernettya in un centro commerciale,però non stava specificato se era una macrocarpa.

    Conosci altre caratteristiche per distinguere quella buona da quella tossica? GRAZIE.

  • nino - - Rispondi

    Sono commestibili i frutti della pernettya?

    • LauraB - - Rispondi

      Le bacche di pernettya mucronata sono commestibili.

Lascia una risposta