Piracanta Agazzino


piracanta-bacche-rosse

La Piracanta o Agazzino è una pianta arbustiva sempreverde coltivata a scopo ornamentale in giardino, in vaso e come siepe di recinzione.

frutti-piracanta


Caratteristiche della Piracanta – Agazzino

La Pyracantha coccineapiracanto o Agazzino è una pianta cespugliosa perenne appartenente alla famiglia delle Rosaceae originaria dell’Asia e dell’Europa.

piracanta-rami-frutti

La pianta forma folti cespugli  composti da numerosi steli legnosi e spinosi che possono superare anche i 3 metri di altezza. Le spine, nascoste tra le foglie, sono aculeate, rigide, lunghe  circa 5 cm e proprio per la loro presenza le pianta di Piracanta vengono utilizzate per  realizzare siepi armate di protezione.

pyracantha-coccinea-foglie

Le foglie ovali o rotonde, a margini dentati e di color verde brillante sono lucide e coriacee. Persistono sui rami anche durante l’inverno e seccano solo in caso di forti gelate o di nevicate abbondanti per po essere ricacciate nella primavera successiva.  p

piracanta-fiori

I fiori, molto piccoli e profumati, sono infiorescenze a grappolo di colore bianco anche se non mancano le specie con fiori rosa, arancio e rosso. I fiori con il loro gradevole profumo attirano le api ed altri insetti pronubi.

piracanta-coltivazione

I frutti sono piccole bacche sferiche di colore bianco, giallo-arancio o rosso intenso, riuniti in grappoli molto decorativi che persistono sui rami per tutto il periodo invernale e spesso vengono utilizzati per decori natalizi e per la preparazione di una squisita marmellata.

agazzino-piracanta-frutti

Le piccole bacche sono frutti commestibili sono in realtà delle piccole mele con polpa zuccherina e piccoli semi, simili a quelle del Biancospino e del Cotoneaster.

pyracantha-coccinea-agazzino-fioritura

Fioritura

La pianta di Piracanta fiorisce nel mese di maggio e i frutti, maturano in inverno.

foto-frutti-piracanta

Coltivazione Piracanta – Agazzino

Esposizione

E’ un arbusto che cresce bene in luoghi semi ombrosi e soleggiati. E’ una pianta molto resistente e sopporta anche temperature molto basse e pertanto può essere coltivato senza problemi anche nelle regioni italiane caratterizzate da inverni rigidi e nelle zone montane fino a 1000 metri di altitudine.

Terreno

E’ un arbusto forte e vigoroso che pur adattandosi a qualunque tipo di terreno da argilloso a calcareo, predilige quello sciolto e soprattutto ben drenato.

Annaffiature

Gli esemplari già in pieno sviluppo vegetativo e messi a dimora da tempo si accontentano delle piovane ma per produrre abbondanti fioriture e quindi molti frutti o bacche vanno irrigati durante i periodi di prolungata siccità e in estate.  Le piante giovani o impiantate da poco tempo necessitano invece di regolari e frequenti annaffiature.

Concimazione

Anche se si tratta di un arbusto poco esigente di nutrienti, per favorire la fioritura e la fruttificazione, due volte l’anno, in primavera e a fine estate,  è bene arricchire il terreno con una somministrazioni di un concime organico bilanciato in azoto, fosforo e potassio e una con un fertilizzante povero in azoto e più ricco di fosforo e potassio.

Piracanta: coltivazione in vaso

Questa pianta si coltiva facilmente in vaso purchè largo e profondo contenete un terriccio universale misto a sabbia o altro materiale drenante e una buona dose di farina di ossa un concime organico che arricchisce il terreno di fosforo un elemento utile alla crescita delle radici e all’attecchimento della pianta.

Piracanta-rinvaso

Rinvaso Piracanta

Le specie di piracanta coltivate in vaso vanno rinvasate in primavera ma solo quando le radici fuoriescono dai fori di drenaggio dell’acqua. Si rinvasano con tutto il pane di terra utilizzando un contenitore più grande e del terriccio nuovo e fresco.

piracanta

Moltiplicazione Piracanta

La Piracanta si propaga per talea dei rami dell’anno che va effettuata in estate. Le talee legnose, lunghe circa 15 cm, vanno poste a radicare in un composto in parti uguali di torba e sabbia nel periodo luglio – agosto. La propagazione per seme va fatta direttamente a dimora in Aprile.i moltiplica per seme, in piena terra, nella stagione autunnale oppure in primavera. Altrimenti, anche per talee semi legnose nel pieno dell’estate.

albero-piracanta

Impianto della Piracanta

La piantagione si esegue in primavera nel mese di marzo o in autunno nel mese di ottobre. Le piante vanno interrate fino all’altezza del colletto in buche larghe il doppio del contenitore in cui sono state allevate e distanti tra loro circa 50 cm.

Abbinamenti

Generalmente le piante di Piracanta vengono abbinate con piante di Cotoneaster.

Potatura della piracanta o Agazzino

La piracanta va potata per dare armonia di forma alla chioma, per eliminare i rami secchi e danneggiati. La potatura può essere praticata in qualsiasi periodo dell’anno anche se tecnicamente è preferibile intervenire in primavera subito dopo la fioritura. Si accorciano di 1/3 i rami vecchi e si recidono di netto quelli secchi e quelli più interni al fine di favorire l’arieggiamento delle parti più interne. Gli arbusti di Piracanta possono esser sfoltiti anche nella prima metà dell’autunno o  all’inizio dell’inverno.

ramo-piracanta

Parassiti e malattie della Piracanta

Tra i parassiti teme l’attacco degli afidi e tra le malattie di origine batterica, il cosiddetto “fuoco batterico” che va trattato tempestivamente con prodotti specifici per evitare la morte della pianta.

Agazzino-Piracanta-significato

Cure e trattamenti

La piracanta è una pianta che va  protetta dai venti forti. Nelle zone siccitose e in quelle a clima rigido uno strato di pacciamatura organica di 5 cm intorno alla base di ogni arbusto di piracanta servirà a conservare l’umidità, impedendo così alle radici della pianta di indebolirsi in caso di periodi di intensa siccità e a proteggere la pianta dalla gelate invernali. Le infestazioni vanno combattute con pesticidi specifici, seguendo le istruzioni riportate sull’etichetta.  I trattamenti chimici vanno assolutamente evitati se si intende consumare i frutti della piracanta a scopo alimentare.

Varietà e specie di Piracanta

Esistono molte specie di piracanta che differiscono per dimensioni, colore delle bacche e per la presenza più o meno di spine.

Piracanta navaho

La Pyracantha navaho, è un arbusto sempreverde spinoso caratterizzato da uno sviluppo più contenuto, adatto come siepe o tappezzante. In primavera, tra aprile -maggio, produce
una fioritura bianca seguita in autunno da abbondanti bacche.  Va coltivato in pieno sole.

Pyracantha soleil d’or

E’ un arbusto da siepe molto rustico e vigoroso, alto in pieno sviluppo vegetativo circa 2,5 metri. Ha rami spinosi ricoperti da foglie verde lucido, fiori bianchi e in autunno si ricopre di bacche di colore giallo oro che colorano la chioma fino ad inverno inoltrato. E’ una specie che predilige il pieno sole,  resiste al freddo intenso ed è ideale per creare siepi spinose.

Pyracantha soleil d’or

Pyracantha teton

Questa Piracanta è un arbusto da siepe robusto a lento accrescimento alato circa 1,5 metri. Ha portamento colonnare, con spine e foglie di dimensioni più piccole rispetto alle altre varietà. In primavera produce piccoli fiori bianchi dal profumo delicato, seguiti da un’abbondante produzione di bacche di color giallo che ricoprono i rami fino ad inverno inoltrato. Predilige zone soleggiate, ideale per siepi di media altezza e adatto alla coltivazione in vaso.

Piracanta angustifolia

Una specie arbustiva sempreverde con fiori bianco crema e frutti color arancio che persistono sui rami per tutto l’inverno.

Pyracantha-varietà

Piracanta crenulata

Una specie di piccole dimensioni e che teme il freddo. Produce bacche color arancio. Viene utilizzata anche come pianta officinale.

Piracanta rogersiana

Una specie arbustiva di piccole dimensioni con rami molto spinosi ricoperti da foglie di di piccole dimensioni e bacche di una bella tonalità gialla dorata.

Usi

Le diverse specie di piante di Piracanta vengono utilizzate  a scopo ornamentale soprattutto per la realizzazione di siepi divisorie, tappezzare muri e reti.

Pyracantha-Usi

Linguaggio e significato Piracanta

Il significato della piracanta è fuoco di spine che deriva dalla parola greca pyracanthos composta da pyr, fuoco e acanthos, spine.

Piracanta pianta velenosa?

Le bacche da acerbe sono amare ed astringenti.

I semi sono invece velenosi e tossici per la presenza di glicosidi cianogenetici.

Curiosità

Il nome della pianta Piracanta deriva dall’unione delle due parole greche “pur” e “achantòs” che significa  “spina di fuoco”, nome che fa riferimento all’abbondante numero di spine che ricoprono i suoi rami. La pianta è inclusa anche nella lista delle 10 piante più belle di Dicembre.

Galleria foto della piracanta

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta