Lavanda – Lavandula latifolia


lavanda-lavandula-latifolia

La Lavandula latifolia è una varietà lavanda comunemente chiamata spighetta di San Giovanni che produce delle infiorescenze intensamente profumate e di colore blu elettrico.

lavanda-foglie

Come tutte le varietà questa perenne e sempreverde pianta aromatica con foglie di colore argento è di facile coltivazione sia in vaso sia in piena terra. I fiori recisi ed essiccati trovano impiego in profumeria e anche in casa per profumare abiti e lenzuola.

lavanda-varietà


Coltivazione della Lavanda latifolia

Esposizione: predilige il pieno sole e i climi temperati.

Terreno: essendo comunque un’essenza piuttosto rustica cresce bene in tutti i tipi di terreni anche se predilige quelli leggeri e ricchi di sostanza organica.

Annaffiature: la lavanda non è molto esigente di acqua ma nei periodi di prolungata siccità richiede regolari apporti idrici.

Lavanda

Moltiplicazione della lavanda

La riproduzione può avvenire per seme o per talea. La semina, diretta sul campo, si effettua in primavera.La propagazione per talea  in tarda estate o fine inverno.

fiori-lavanda-secchi

Raccolta della lavanda

La raccolta avviene d’estate prima che i fiori sbocciano.

lavanda-raccolta

I mazzetti si fanno si fanno seccare all’ombra.

Con i fiori si possono confezionare dei sacchetti profumati da mettere nel guardaroba per profumare stoffe, vestiti e preservare la biancheria dal pericolo delle tarme.

Potatura della lavanda

A fine inverno potare i rami della vegetazione dell’anno precedente a 10 cm dal colletto per favorire la fioritura e rinvigorire la chioma.

lavanda-potatura

Cure colturali

Le cure colturali prevedono innaffiature dopo la semina o dopo aver effettuato le talee. 

Scerbature per eliminare le malerbe e zappature per mantenere soffice la crosta.

Curiosità sulla lavanda

La Lavanda cura la malinconia, gli squilibri energetici; è indicata in particolar modo per le crisi di tristezza delle donne.

La Lavanda è amata per la sua fragranza  aromatica che influisce sulla psiche, donando equilibrio e serenità.

lavanda

Proprietà ed effetti della lavanda

L’olio essenziale di lavanda ha un effetto sedativo e calmante: combatte lo stress, l’insonnia, l’ipertensione, la tachicardia. Usato vaporizzato, protegge dagli insetti fastidiosi (zanzare).

Il fiore della lavanda ha proprietà antisettiche e antinfiammatorie e per questi motivi viene usato  per combattere l’influenza, raffreddore, mal di gola, bronchiti, foruncoli, piaghe, eritemi e lievi scottature.

Galleria foto della lavanda latifolia o spighetta di San Giovanni

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News

Commenti: Vedi tutto

  • Sebastiano - - Rispondi

    sono in possesso di cinquanta piantine di lavenda adoperati come siepe, in pochi giorni quattro di queste li ho trovati completamenti secchi cosa sta succedento? sapresti darmi una risposta , vivo in Sicilia Catania c'è molto caldo ma ogni sera le do dell'acqua quindi non è siccità.

    Grazie Sebastiano

    • LauraB - - Rispondi

      Ciao Sebastiano, le tue piantine di lavanda seccano forse proprio per le innafiature abbondanti ed eccessive.
      Anche se fa molto caldo, la lavanda va innaffiata solo quando il terreno è ben asciutto per evitare il marciume radicale e la conseguente essiccazione.
      Il terreno in cui sono piantate le tue lavande forse non è ben drenato.
      Prova a innaffiarle ogni 2-3 giorni.
      Saluti LauraB

  • angie - - Rispondi

    Proprio ieri, ho comprato una piantina di lavanda di provenienza ligure. Dalle ricerche su internet mi pare si tratti della specie latifolia. Vorrei travasarla in un vaso più grande. Che tipo di terreno mi consiglia? Vivo in Emilia, e la pianta sarà su un balcone soleggiato al pomeriggio. Quante volte dovrò innaffiarla? Generalmente le altre piante le innaffio mettendo l’acqua nel sottovaso…ma ho letto che, la lavanda, non ama l’acqua alle radici. Dovrei innaffiarla con un comunissimo innaffiatoio? Grazie, saluti, angie

Lascia una risposta