Kerria Rosa del Giappone


Kerria-coltivazione

La Kerria o Kerria japonica o Rosa del Giappone, è una pianta arbustiva originaria dell’Asia, dove è chiamata Yamabuki, coltivata nei giardini e nei parchi a scopo ornamentale .

Kerria-fiore


Caratteristiche generali della Kerria japonica

Si tratta di un arbusto perenne appartenente alla famiglia delle Rosacee.

La pianta presenta un robusto apparato radicale che produce fusti verdi sottili e pendenti ricoperti da foglie alterne aventi forma lanceolata – ovata con margini doppiamente dentellati.

Durante il periodo della fioritura sbocciano tantissimi fiori, particolari infiorescenze di colore giallo – ambrato simili a piccole rose con corolla semplice o composta, a seconda delle specie.

Kerria-japonica-fiori

Varietà di Kerria

Il genere comprende diverse varietà e tra le più coltivate a scopo ornamentale ricordiamo:

Kerria  japonica pleniflora

La specie più diffusa che presenta fiori doppi e fogliame variegato;

Kerria Picta o Argenteo – variegata

E’ una varietà che presenta foglie screziate e fiori di color bianco crema.

Kerria-iaponica

Fioritura

La kerria fiorisce due volte all’anno; la prima fioritura spettacolare ed abbondante avviene in primavera, la seconda a fine estate con pochi ed isolati fiori.

Kerria-coltivazione

Coltivazione della Kerria

Esposizione

La Kerria è un arbusto che per svilupparsi in modo vigoroso e per fiorire copiosamente richiede posizioni soleggiate nelle zone a clima rigido mentre nelle zone a clima mite può essere anche collocate in zone semiombrose se si vuole evitare lo scolorimento dei fiori.

Terreno

Si adatta a tutti i tipi di terreno meglio se ricchi di materia organica e ben drenati.

Annaffiature

In genere si accontenta delle piogge; ma nei periodi di prolungata siccità va annaffiata quando il terreno è completamente asciutto. Gli arbusti allevati in vaso vanno annaffiati regolarmente.

concime-rinvaso-piante-appartamento

Concimazione

A fine inverno per favorire la fioritura, spargere ai piedi della piante del concime organico a lento rilascio. Durante la primavera somministrare, ogni 20-25 giorni, un concime ricco in azoto e potassio, da diluire nell’acqua delle annaffiature.

Kerria-potatura

Moltiplicazione della Kerria

La Kerria si riproduce per divisione dei cespi, per talea e mediante distacco dei polloni.

La divisione dei cespi si effettua nel periodo autunno – inverno.

La propagazione per talea e divisione dei polloni si effettua in estate.

Le talee, lunghe 15 cm, prelevate dai rami laterali si mettono a radicare in un miscuglio di torba e sabbia. A radicazione avvenuta le giovani piantine vanno allevate in singoli contenitori fino all’autunno successivo e poi messe a dimora in piena terra.

Kerria-potatura

Potatura della Kerria

La Kerria come la Forsizia, dopo la fioritura, necessita di potature di ringiovanimento per favorire la comparsa delle gemme a fiore  per la primavera successiva.

rinvaso

Rinvaso della Kerria

Gli arbusti allevati in vaso richiedono rinvasi ogni 4 anni.

Kerria-foglie

Malattie e parassiti della Kerria

Anche se è un arbusto resistente, talvolta, viene attaccato da alcune malattie fungine che causano l’ingiallimento delle foglie.

Tra i parassiti animali soffre l’attacco dei bruchi che arrecano seri danni alle radici e alla foglie.

Significato della Kerria

Nel Linguaggio dei fiori la Kerria simboleggia la creatività e la serenità.

Galleria foto Kerria

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger

Google News

Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta