Amaretto – ricetta casalinga

Autore:
Nicola Spisso
  • Autore - Laurea in Ingegneria Edile Architettura
Amaretto – ricetta casalinga

Sommario

Le mandorle, oltre che in cucina e in pasticceria (croccante e dolci alle mandorle), sono molto usate anche in cosmesi: l'olio di mandorle dolci è infatti un ottimo emolliente per le pelli secche. Le mandorle costituiscono anche il principale ingrediente nella preparazione dell'Amaretto, un profumatissimo liquore che può essere preparato facilmente in modo casalingo. L'Amaretto può essere usato per arricchire i vostri dolci come torte e gelati, oppure può essere gustato da solo magari accompagnato da qualche biscottino.

Tempo di preparazione:
30 minuti
Tempo di cottura:
4 minuti
Quantità:
8

Ingredienti Ricetta

  • Mandorle dolci 50 gr
  • Cannella 2 gr
  • Coriandolo 6 gr
  • Alcol 95° 1 lt
  • Acqua 0,65 lt
  • Zucchero 500 gr

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 100 gr
  • Calorie 290 kcal

Nella nostra proposta gastronomica di oggi vi sveliamo tutti i segreti per preparare uno dei liquori digestivi più amati ed apprezzati, l’Amaretto. Un liquore a base di mandorle, dal profumo e dal gusto unici e perfetto per ogni occasione. Nella nostra ricetta vi forniremo tutti i passaggi per ottenere un ottimo liquore da gustare come fine pasto per arricchire dolci e creme con il suo profumo inconfondibile. Si tratta di un liquore realizzato esclusivamente con mandorle dolci, spezie, erbe, alcol, zucchero e acqua. Semplice e facile da preparare, come tutti i distillati prevede un tempo di macerazione che consentirà di ottenere un liquore unico nel suo genere. La classica ricetta della nonna prevedeva l’uso di utensili antichi e ingredienti a km0, cercate anche voi di recuperare ingredienti sani e sicuri per ottenere un liquore buono e profumato come si faceva un tempo. Vediamo come preparare l’Amaretto – ricetta casalinga nella nostra ricetta passo passo.

Procedimento dell’Amaretto – ricetta casalinga

  1. Come prima cosa occupatevi attentamente della scelta della materia prima. Potete optare tra le mandorle sbucciate o quelle con la pelle e procederete voi a spellarle in pochissimo tempo. Munitevi di una pentola bella capiente e versatevi dell’acqua, tuffatevi le mandorle per pochi minuti e una volta trascorso il tempo, scolatele e asciugatele. Strofinandole in un panno asciutto di tela la pelle si rimuoverà facilmente. Tritatele grossolanamente e mettetele da parte in una ciotola.
    Photo by Wissensbooster – Pixabay

  2. Versate l’alcool in un contenitore ampio e unitevi le mandorle tritate, la cannella e la bacca di vaniglia. Sigillate con il coperchio e lasciate in infusione per circa 40 giorni in un luogo buio e al riparo da fonti di luce diretta e fonti di calore. Abbiate cura di agitare il composto almeno una volta a settimana per evitare che si formino depositi.
    Photo by ha11ok – Pixabay

  3. Una volta trascorso il tempo di infusione preparate uno sciroppo mescolando acqua e zucchero sul fuoco. Unite il composto di alcool e mescolate. Versate nel contenitore di nuovo e lasciate riposare per almeno tre settimane. Trascorso questo tempo li liquore è pronto per essere gustato.
    Photo by PublicDomainPictures – Pixabay

Amaretto – ricetta casalinga: consigli e suggerimenti

Alcuni accorgimenti sono fondamentali per la buona riuscita del liquore. Vi raccomandiamo di utilizzare alcool a 96 gradi per la macerazione delle mandorle per ottenere un prodotto gustoso e più profumato. Questo liquore va servito a 14 gradi per assaporarlo come ottimo digestivo e dopo pasto, oppure d’estate come drink fresco e gustoso accompagnato da succo di limone e cubetti di ghiaccio tritato. E’ ottimo anche come base per la preparazione di cocktail come il Godfather, Alabama Slammer e l’Amaretto Sour.

Photo by ajcespedes – Pixabay

Amaretto – ricetta casalinga foto e immagini