Forsizia – Forsythia coltivazione


Forsizia

La forsythia è una pianta ornamentale che illumina il giardino con i suoi fiori color del sole fin dall’inizio della primavera.

Forsizia-fiori


Caratteristiche generali della Forsizia

La forsizia è una pianta arbustiva della famiglia delle Oleaceae originaria dell’Asia orientale diffusa e coltivata come pianta ornamentale in tutte le regioni italiane.

E’ una pianta decidua a portamento cespuglioso composta da numerosi steli semilegnosi variamente ramificati.

I rami lunghi e ruvidi con corteccia di colore grigio-marrone,  portano foglie opposte singole o trifogliate variamente seghettate che compaiono dopo la fioritura.

Forsythia-fiori

I fiori numerosissimi, a gruppi di tre di colore giallo carico, ricoprono interamente i rami fin dal mese di marzo. I fiori sono delicatamente profumati e hanno la corolla a 4 lobi sorretta da un calice ridotto, con incisure dei lobi molto profonde.

Verso la fine di Aprile ai fiori seguono i frutti, delle bacche sferiche nerastre simili a quelle dell’alloro nel cui interno sono racchiusi semi alati come quelli dell’oleandro, leggerissimi che, trasportati dal vento, vengono  dispersi anche a grande distanza del luogo di produzione.

Forsizia-coltivazione

Fioritura

La Forsithia fiorisce in primavera ed è una delle prime che con il suoi splendidi fiori regala stupende macchie di colore già dalla fine dell’inverno.

Coltivazione della Forsizia

Esposizione

La Forsizia ama i luoghi luminosi e soleggiati per molte ore al giorno ben riparati dai venti. Tollera bene il freddo e il gelo dell’inverno. Resiste anche alle temperature inferiori ai – 4° C.

Terreno

E’ una pianta arbustiva è un arbusto che si adatta a qualunque tipo di terreno ma si sviluppa forte e rigogliosa in un substrato leggero, fertile, ricco di sostanza organica e ben drenato. Se coltivata in vaso necessita di aggiunte periodiche di fertilizzante per piante fiorite.

Annaffiature

La pianta coltivata in piena terra generalmente si accontenta delle acque piovane ma nei periodi di prolungata siccità va regolarmente annaffiata anche per favorire la fioritura.

concime

Concimazione

Per stimolare la fioritura e l’accestimento della Forsizia il terreno di coltivazione deve essere sempre arricchito di un po’ di fertilizzante a lento rilascio ricco di fosforo e potassio soprattutto nel periodo della ripresa vegetativa.

Forsizia: coltivazione in vaso

Questa pianta arbustiva decidua si coltiva facilmente anche in vaso purchè largo e profondo contenente del terriccio universale misto a una parte di sabbia per favorire lo sgrondo dell’acqua delle annaffiature. Ha maggiori esigenze idriche rispetto a quella allevata in piena terra e necessita di aggiunte periodiche di fertilizzante per piante fiorite prima della fioritura.

Rinvaso

Va rinvasata ogni anno  a fine inverno utilizzando un contenitore di poco più grande del precedente. La Forsizia va rinvasata con tutto il pane di terra che avvolge le radici per evitare seri danni o traumi. Sul fondo del vaso si mette uno strato di materiale drenante e si copre con terriccio nuovo e fresco. Si mette la pianta e si aggiunge altro terriccio lasciando libero il colletto.

Moltiplicazione della Forsizia

Questo splendido arbusto si riproduce per talea semilegnosa di rami giovani, per  propaggine e margotta. Le talee si effettuano dopo la fioritura oppure in inverno, fra novembre e l’inizio di febbraio.

Forsizia-moltiplicazione

Propagazione per propaggine

La propagazione per propaggine è più semplice e di sicuro successo: basta piegare un ramo lungo e flessibile a livello del terreno, coprirlo con del terriccio. Il ramo va mantenuto sottoterra con un peso o dei ganci a U fino a quando non emetterà delle radici avventizie. Alla comparsa delle radici, il ramo può essere reciso al di sotto delle radici e piantato nel terreno o in vaso.

Propagazione per talea

Nel mese di marzo, la Forsitia può essere propagata per via agamica anche per talea. Utilizzando cesoie be affilate si tagliano talee lunghe circa 30 cm di ramo dell’anno che non hanno prodotto fiori e che non sono ancora del tutto lignificate.

  • Si eliminano le foglie nel primo terzo, lasciando solo quelle apicali.
  • Si interrano le talee, si interrano in un vaso con un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali.
  • Per tutto il tempo necessario alla radicazione si mantiene il substrato leggermente ma costantemente umido.

Dopo circa un anno, le talee metteranno nuove foglie e non appena le radici saranno ben sviluppate si procede con la messa a dimora definitiva. Le piante ottenuta per riproduzione vegetativa avranno le stesse caratteristiche della pianta madre in quanto non c’è la ricombinazione genica come nei semi.

Impianto e abbinamenti

Le piante di Forsizia si mettono a dimora con il pane che avvolge le radici in buche ben lavorate larghe e profonde per consentire lo sviluppo armonioso sia della radice sia della chioma.

Per creare macchie di colore dall’effetto spettacolare ai piedi o lateralmente alla pianta si possono impiantare piante di AlissoAubriezia dalle colorazioni blu o viola, o Ceanothus.

Forsizia-potatura

Potatura della Forsizia

  1. Questa pianta va potata dopo la fioritura.
  2. Utilizzando attrezzi specifici ben affilati e disinfettati alla fiamma o con la candeggina si accorciano i rami di circa 1/3 della loro lunghezza sia per conferire armonia alla forma sia per stimolare la fioritura successiva in quanto come è noto i fiori compaiono sui rami prodotti nell’anno.
  3. Si potano alla base i rami secchi o danneggiati dalle intemperie.
  4. Si sfoltiscono anche i rami interni in modo che anche la chioma più fitta possa ricevere sole diretto e un buona ventilazione.
  5. La forsizia può essere allevata anche ad alberello se lo spazio disponibile è limitato e in questo caso la potatura va fatta nel seguente modo: si sceglie come ramo centrale quello più forte e rigoglioso; si recidono alla base tutti quelli laterali.
  6. Nel giro di 2 anni, eliminando via via i polloni che comunque si formeranno, la pianta avrà un bellissimo aspetto e date le sue dimensioni più contenute sarà perfetta anche su balconi o terrazzi.

Forsizia-talea

Parassiti e malattie della Forsizia

E’ una pianta rustica che teme il marciume radicale, gli afidi, gli acari e le larve del Bombice e se il clima è troppo umido soffre l’oidio o mal bianco.

Cure e trattamenti

A parte la potatura di contenimento e di ringiovanimento e le periodiche concimazioni, la Forsizia è una pianta poco esigente di cure.  I trattamenti antiparassitari e anticrittogamici vanno fatti con prodotti sistemici a largo spettro e lontano dalla fioritura.

Forsizia-varietà

Varietà di Forsizia

Esistono numerose varietà di Forsythia e tra quelle più coltivata a scopo ornamentale come elementi singoli o come siepe ricordiamo quelle più apprezzate per il loro portamento e valore estetico.

Forsythia x intermedia

E’ una pianta selezionata dall’uomo che forma cespugli a portamento verticale alti circa 2 metri adatta per realizzare siepi e per la coltivazione in vaso. E’ resistente alla siccità, al freddo e al caldo eccessivo dell’estate. In primavera produce fiori di colore giallo oro che persistono sui lunghi rami fino alla comparsa del fogliame.

Forsythia spectabilis

E’ la varietà più comune e maggiormente coltivata per la realizzazione di siepi informali. Va coltivata in pieno sole in luoghi riparati dal vento. Fiorisce in primavera producendo fiori profumati di colore giallo carico a petali ligulati. Per ottenere sempre fioriture abbondanti questa varietà di Forsizia va potata ogni anno.

Forsizia bianca o rosea – Abeliophyllum

Una varietà a portamento cespuglioso alta circa 1,5 metri. In primavera i rami si coprono per quasi tutta la loro lunghezza di profumatissimi fiori bianco-rosati con un centro giallo. Raggiunge il massimo sviluppo dopo 8- 10 anni, è perfetta per giardini più piccoli e adatta alla coltivazione in vaso, in luoghi soleggiati e riparati,. Resiste alla temperatura inferiori a -6 ° C o più. Va potatta ogni anno.

Forsythia- Abeliophyllum

Usi

La forsizia viene usata per abbellire parchi pubblici, giardini privati e balconi. I rametti in fiore vengono impiegati anche per le composizioni floreali.

Forsizia-fiore-significato

Forsizia significato nel linguaggio dei fiori

Nel gergo dei fiori la forsizia simboleggia la bellezza fugace.

Curiosità

Il nome del genere è in onore di William Forsyth, un illustre botanico svedese e uno dei fondatori della Royal Horticultural Society.

Galleria foto Forsizia

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News
Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta