Cavolfiore sott’aceto

Laura Bennet
  • Dott. in scienze biologiche
Cavolfiore sott’aceto

Sommario

Come conservare il cavolfiore sott'aceto: ricetta, ingredienti, dosi, preparazione con foto passo passo del procedimento da seguire per la giusta conservazione e calorie.

Tempo di preparazione:
50 minuti
Tempo di cottura:
10 minuti
Quantità:
4

Ingredienti Ricetta

  • Cavolfiori 2
  • Aceto bianco 1 litro
  • Limoni 3
  • Alloro 2 - 3 foglie

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 100 gr
  • Calorie 35 kcal

Le conserve sono facili da preparare e consentono di poter conservare verdure e ortaggi sott’olio o sott’aceto per diversi mesi e poter godere del bello e del buono tutto l’anno. Le conserve si preparano a casa seguendo poche e semplici regole, sia per quanto riguarda la qualità dei prodotti utilizzati, ma soprattutto per quanto riguarda la sicurezza in cucina. Vi raccomandiamo di sterilizzare con molta cura e attenzione barattoli, contenitori e capsule per garantire massima sicurezza e una conservazione lunga, sicura e duratura. Nella nostra proposta di oggi vi daremo tutte le indicazioni per poter preparare comodamente a casa vostra dei cavolfiori sott’aceto, per poterne godere tutto l’anno abbinati ad una fresca insalata o da servire come goloso contorno per secondi di carne o pesce. Vediamo come preparare il Cavolfiore sott’aceto nella nostra ricetta passo passo.

Procedimento del Cavolfiore sott’aceto

  1. La giardiniera è una facile e veloce ricetta vediamo cosa fare per conservare il cavolfiore anche per l’estate e potere godere di questo salutare ortaggio, ricco di nutrienti e di vitamina C. Prima di tutto procuratevi dei cavolfiori sodi, privi di macchie e possibilmente raccolti in giornata. Sfogliate i cavolfiori, staccate le infiorescenze dal torsolo e fatele a pezzi grossolani. Sciacquate le cime del cavolfiore immergendole per qualche minuti in acqua fredda, poi trasferitele in un colapasta e fatele scolare ben bene.Cavolfiore
  2. Versate l’acqua in una pentola di acciaio, aggiungete il succo di limoni e poi mettetela sul fuoco. Quando l’acqua bolle calatevi le cime di cavolfiore e fatele scottare  per 2 – 3 minuti calcolando il tempo dalla ripresa del bollore. Spegnete il fuoco e scolate i cavolfiori. Stendete le cime di cavolfiore su un canovaccio pulito, copriteli con un altro canovaccio e tamponateli delicatamente.Jar
  3. A questo punto fate bollire 1 litro di aceto con 1 cucchiaio di sale grosso e qualche foglia di alloro (facoltativo). Mettete le cime di cavolfiore in un barattolo sterilizzato precedentemente e poi copriteli con l’aceto bollente. Tappate ermeticamente e lasciate raffreddare. Conservate i barattoli in un luogo asciutto e buio. La corretta conservazione permette di mangiare i cavolfiori sotto aceto anche dopo 4 – 8 mesi. Sottaceto

Ricette con cavolfiori

I cavolfiori sono ortaggi gustosi e salutari che si possono cucinare in tantissimi modi. Si tratta di ortaggi molto versatili e semplici da cucinare, il loro sapore unico li rende perfetti da gustare come contorno per secondi di carne o pesce oppure da conservare sott’aceto o sott’olio come nella ricetta appena proposta. Inoltre, il cavolfiore, essendo un prodotto buono e genuino, e già molto saporito naturalmente si può consumare al naturale. Vi lasciamo qui di seguito un link su come preparare il cavolfiore conservato al naturale.

Cavolfiore

Cose da sapere sui cavolfiori

Cavolfiore

Cavolfiore sott’aceto foto e immagini