Cavolfiore al naturale

Cavolfiore al naturale

Sommario

Cavolfiore al naturale conservato in barattoli e pronto per la preparazione di insalate, fritto in pastella o con besciamella: ricetta, ingredienti, dosi, preparazione e calorie.

Tempo di preparazione:
20 minuti
Tempo di cottura:
10 minuti
Quantità:
4

Ingredienti Ricetta

  • Cavolfiori 1
  • Acqua qb
  • Limone 1
  • Sale q.b

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 100
  • Calorie 25
  • Proteine 1,9
  • Colesterolo 0

 

cavolfiori al naturale

Preparazione del cavolfiore al naturale

Per conservare questo salutare ortaggio ecco per voi una ricetta facile e veloce.

Prima di tutto procuratevi un bel cavolfiore fresco, privo di macchie e possibilmente raccolto in giornata.

foto-cavolfiore

 

Pulite il cavolfiore, asportando le foglie che lo avvolgono e il torsolo.

tagliare-cavolfiore


Leggi anche: Foglie di vite in salamoia ricetta

Separate le cimette aiutandovi con un coltello ben affilato.

Cavolfiore in salsa piccante

Tuffate le cime di cavolfiore in acqua fredda e lavatele in acqua fredda e un pizzico di bicarbonato per eliminare tutte le impurità e qualche piccolo parassita.

Versate le cimette di cavolfiore in un colapasta e risciacquatele ancora sotto il getto della fontana e poi fatele scolare.

 

Nel frattempo mettete l’acqua in una pentola e quando bolle aggiungete le cime e il succo di limone fatele scottare per 2 – 3 minuti. Si devono ammorbidire solo un po’.

cavolfiore-bollito

Poi scolate le cimette con una schiumarola.

Versate in una pentola di acciaio l’acqua e il sale nel nel rapporto 1 : 1.

Mettete la pentola sul fuoco e fate bollire fino a completo scioglimento del sale.

Invasate le cime di cavolfiore ancora calde nei vasetti sterilizzati, coprite con l’acqua bollente e per riempire gli spazi vuoti ed eliminare le bolle d’aria, scuotete leggermente i barattoli e poi aggiungete altra acqua salata arrivando fino ad un paio di cm dal collo.

Tappate bene e controllate se il tappo ha fatto il sottovuoto. Pigiando sul centro del tappo non dovete sentire il clack!


Potrebbe interessarti: Conservazione delle foglie di vite

cavolfiori al naturale

 Sterilizzazione

A questo punto avvolgete i barattoli in stracci vecchi, poneteli nella pentola, copriteli di acqua calda e fateli sterilizzare per 20 minuti come si fa per la marmellata.

sterilizzazione-casalinga


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Trascorso il tempo indicato, spegnete il fuoco e lasciate raffreddare i barattoli direttamente nella acqua e una volta raffreddati, asciugateli.

Attaccate sui barattoli un’etichetta con la data di preparazione e poi conservateli in dispensa o in un luogo fresco e buio.

Cavolfiore al naturale con il congelamento

Un altro modo molto pratico e veloce per conservare a lungo il cavolfiore allo stato naturale è il congelamento dopo previa sbollentatura delle cimette.

Per congelare il cavolfiore, prima dovete pulirlo, lavarlo accuratamente come prima in acqua fredda e suddividerlo in tante cimette.

Successivamente immergete le cime nell’acqua bollente e subito dopo in una pentola contenente acqua e ghiaccio in modo da fermare il processo di cottura.

Dopo qualche minuto, scolate le cimette.

Mettetele su un canovaccio pulito e tamponatele con delicatezza.

Infine inserite le cime di cavolfiore nei sacchetti per alimenti e ponetele nel congelatore. Questa procedura permette di congelare il cavolfiore e di consumarlo anche fino a 1 anno.

Consigli

Il cavolfiore conservato al naturale è ottimo anche per la preparazione di frittelle dorate e croccanti.

Potete utilizzarli per la preparazione della pasta, con la provola e la besciamella oppure saltati in padella con olio aglio e peperoncino piccante come contorno o ripieno di pizze rustiche e inoltre anche nella preparazione delle pittule salentine.

Provate anche questa ricetta:  cavolfiori conservati in aceto.

Calorie del cavolfiore cotto

100 grammi di cavolfiore cotto forniscono solo 18 Calorie.

Cavolfiore-coltivazione

Cose da sapere sul cavolfiore

Proprietà del cavolfiore

Questa infiorescenza, come le altre varietà della famiglia delle Crucifere o Brassiche, possiede proprietà antinfiammatorie e antitumorali.

I suoi decotti  sono un vero toccasana nella cura dell’acne e delle dermatiti atopiche. Vedere proprietà, calorie e controindicazioni del cavolfiore.

Galleria fotografica varietà di cavolfiore

Laura Bennet
  • Laureata in scienze biologiche
  • Insegnante di ruolo
  • Autore specializzato in Botanica, Biologia e Cucina
Suggerisci una modifica