Solanum capsicastrum Ciliegia di Gerusalemme


solanum caspicastrum-coltivazione

Il Solanum capsicastrum meglio conosciuto come ciliegia di Gerusalemme o peperoncino d’inverno, è una piantina erbacea originaria del Brasile coltivata a scopo ornamentale in giardino e in vaso per le sue bacche dai colori vivaci che durano per tutto il periodo invernale e a scopo di abbellimento per originali confezioni natalizie.

bacche-solanum


Caratteristiche del Solanum capsicastrum

Il Solanum è una pianta sempreverde della famiglia delle Solanaceae, alta mediamente circa 40 cm, fittamente ramificata e densa di foglie lanceolate di colore verde intenso.

Solano-caspicastrum

fiori bianchi, piccoli e a forma di stelle, sono riuniti in grappoli e sbocciano copiosi nel periodo giugno- luglio.

solanum-capsicastrum-bacche

I frutti sono delle bacche di tondeggianti molto decorative che per raggiungere la maturazione virano di colore passando dal verde, al giallo, all’arancio, al rosso scarlatto. I frutti contengono numerosi semi.

bacche-solanum

I frutti, non commestibili, sono simili a ciliegie e per questo motivo il Solanum capsicastrum viene chiamato comunemente ciliegio d’inverno. La varietà pseudocapsicum che produce bacche più grandi è chiamata ciliegia di Gerusalemme.

Solanum-pseudocapsicum

Coltivazione e cure

Esposizione

Il solanum predilige le posizioni luminose, soleggiate e riparate dalle correnti d’aria con temperatura ottimale intorno ai 18° d’inverno e 20 ° d’estate. Non teme il freddo e i venti salmastri.

Terreno

E’ un tipo di pianta semirustica che pur adattandosi a tutti i tipi di terreno preferisce quelli umidi, misti a sabbia e ben drenati.

Annaffiature

Necessita di giornaliere e abbondanti annaffiature in estate;  meno frequenti d’inverno fino a quando sulla pianta sono presenti le bacche; distanziate e ridottissime durante il riposo vegetativo.

Concimazione

Si arricchisce il terreno di nutrienti, ogni 20- 25 giorni in estate con concime liquido per piante verdi diluito nell’acqua delle annaffiature oppure, ogni 2 mesi, si somministra sulla superficie del terreno  del concime granulare a lento rilascio.

Solanum-coltivazione in vaso

Solanum: coltivazione in vaso

E’ una pianta che viene solitamente coltivata in vaso anche come pianta d’appartamento. Il vaso , generalmente di plastica, deve avere un diametro di almeno 25 cm e riempito di terreno   leggero, sciolto, fertile, e soprattutto ben drenato. Il substrato ottimale è un miscuglio formato da 1/3 di  terra da giardino e 2/3 di terriccio universale, o metà substrato per piante da fiore e metà universale. le annaffiature devono essere praticate con regolarità da maggio e settembre appena il terriccio si è asciugato, molto meno negli altri mesi. Le concimazioni vanno effettuate ogni 2 mesi,  giugno e settembre, con un prodotto granulare a lenta cessione per arbusti da fiore.
rinvaso

Rinvaso del Solanum

Va rinvasato ogni anno, in primavera. Per favorire lo sviluppo e la fruttificazione si utilizza un vaso più grande del precedente e nuovo terriccio fresco e ricco di sostanza organica.

Solanum-

Moltiplicazione del Solanum

La moltiplicazione del Solanum avviene per semina o per talea.

I semi contenuti nelle bacche vanno sparsi sulla superficie del terreno e poi ricoperti con leggero terriccio misto a sabbia grossolana che va mantenuto costantemente umido.

Propagazione per talea

In estate e all’inizio della primavera, in maggio-giugno, è possibile propagarlo agamicamente  prelevando talee apicali di rami non ancora lignificati e metterle a radicare in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali mantenuto sempre umido fino alla comparsa di nuove foglioline.

Per riprodurlo, prelevate le talee di ramo in maggio-giugno, 

Solano-caspicastrum

Trapianto

Il trapianto va effettuato quando le giovani piantine hanno raggiunto l’altezza di circa 10-15 cm. Il terreno deve essere ben lavorato e per favorire il drenaggio dell’acqua è consigliabile mettere sul fondo della sabbia o altro materiale drenante.

Potatura del Solanum

I rametti del Solanum vanno accorciati per circa 2/3 della loro lunghezza al fine di favorire la fioritura e la produzione delle delle bacche. Si interviene per i solanum da fiore in novembre-dicembre, per quelli da bacca in marzo. I rami secchi vanno recisi alla base prima della ripresa vegetativa delle piante.

afidi-insetti-parassiti

Parassiti e malattie del Solanum

Il ciliegio d’inverno o solanum teme l’attacco del ragnetto rosso che rovina le foglie, con macchie e buchi;  degli afidi verdi danneggiano i nuovi getti. Tra le malattie fungine questa pianta è sensibile al mal bianco o oidio che si manifesta con depositi biancastri polverosi a carico delle foglie.

Cure e trattamenti

Nelle regioni Settentrionali, i solanum da fiore o da bacca vanno ricoverati in un luogo riparato dal freddo e dalle gelate. Le infestazioni parassitarie vanno contrastate con irrorazioni di prodotti specifici o mediante l’impiego di prodotti biologici come: l’antiparassitario all’aglio o l’antiparassitario all’ortica facili da preparare anche in casa.

Varietà di Solanum

Questo genere comprende diverse specie e tra quelle più coltivate a scopo ornamentale anche in Italia, ricordiamo:

Solanum jasminoides

Chiamato anche Solanum laxum, è una  varietà sempreverde originaria del Brasile. Ha portamento rampicante con fogliame di colore verde scuro. Durante il periodo della fioritura, da maggio ad ottobre, produce dei bellissimi fiori stellati bianco-rosati o bianco-azzurri. Può essere coltivato in giardino in piena terra se il clima invernale è mite. Ha bisogno di molta luce solare per produrre abbondanti fioriture.

Solanum crispum

Il solanum crispum è un’altra varietà popolare e adatta anche alla coltivazione in vaso. Originaria del Però e del Cile, questa pianta è tendenzialmente rampicante e produce dei fiori a forma di stella dal colore azzurro. Può raggiungere anche un’altezza di 6 metri, ma tutto dipende da dove la si coltiva. Si presta bene anche alla collocazione in vaso e in tal caso la crescita sarà più limitata.

Solanum capsicastrum variegatum

Una specie con foglie verde-bianco crema, fiori bianchi e bacche arancio-rosse.

Solanum capsicastrum Ivema

Una varietà che differisce dalle altre per lo splendido fogliame di colore verde-avorio.

Usi

Le diverse specie di Solanum vengono impiegate a scopo ornamentale per abbellire balconi, terrazze, giardini.  Durante il periodo delle feste natalizie la pianta di Solanum viene regalata come pianta portafortuna.

Il Solanum è velenoso?

La ciliegia di Gerusalemme ha frutti non commestibili, che sono velenosi per le presenza di solanocapsina, una tossina che può causare problemi gastrici, come vomito e gastroenteriti.

Le ciliegie di Gerusalemme risultano essere velenose anche per cani, gatti e uccelli.

Curiosità

Il solanum capsicastrum è chiamato anche Ciliegio d’inverno o Ciliegio natalizio  perchè rallegra il giardino con le sue bacche vivaci durante le feste di Natale.

Il nome scientifico del genere deriva dal latino solamen che significa sollievo e fa riferimento alle proprietà calmanti e sedativo di alcune specie.

Galleria foto Solanum

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta