Ribes bianco – Ribes sativum


Ribes bianco


Il ribes bianco è una pianta da frutto di bosco coltivata nei frutteti, negli orti domestici e anche in vaso come pianta ornamentale.

Ribes bianco-ribes


Caratteristiche generali del Ribes bianco

Il Ribes bianco, Ribes sativum, è una pianta perenne della famiglia delle Grossulariaceae originario dell’Asia e dell’Europa dove cresce spontaneo in climi freschi delle zone montane e nei boschi umidi. Cresce bene anche nelle zone collinari se il clima è fresco e le precipitazioni regolari e frequenti.

Si presenta come un cespuglio rampicante che in pieno sviluppo raggiunge l’altezza di 1-1,5 m. La radice rizomatosa è molto robusta ma poco profonda. La parte aerea è costituita da fusti cilindrici, poco ramifica, rivestiti di una corteccia sottile marrone-verdastra.


Leggi anche: Ribes ornamentale

Ribes-fiori

Le foglie sono palmate e divise in 3-5 lobi. La lamina fogliare è verrucosa per la presenza di nervature molto marcate; i margini sono dentati. Le foglie del ribes bianco sono decidue e dal  verde chiaro virano al rosso mattone in autunno quando cadono spontaneamente al suolo.

Ribes-fiori

I fiori, poco appariscenti, sono riuniti in infiorescenze a grappolo molto lunghe che pendono sui rami sorretti da robusti peduncoli.  Ciascuna infiorescenza è formata da circa 15-20 fiorellini tubulari-campanulati con petali bianchi e 4- 5 sepali verdastri.  I fiori sono gradevolmente profumati e vengono impollinati dalle api.

I frutti che compaiono sulla pianta in tarda primavera o, al più tardi, all’inizio dell’estate, sono bacche ovoidi quasi sferiche il cui colore varia dal bianco al giallo intenso.

Ribes-bianco-frutti

Dalla buccia lucida e trasparente si intravede la polpa succosa che risulta al palato acidula-dolciastra e gradevolmente aromatica. A vista sono evidente piccole macchie scure che in realtà sono i semi dei frutti.

I semi del ribes bianco sono leggermente oblunghi, piccoli e molto simili a quelli contenuti negli acini di uva della Vitis vinifera.

Fioritura

Le piante di Ribes bianco fioriscono in primavera più o meno avanzata a seconda della varietà: in aprile se precoci e in maggio se tardive.

Ribes bianco-Coltivazione

Coltivazione del Ribes bianco – Ribes sativum

Esposizione

Anche se si adatta alla mezz’ombra, predilige le esposizioni soleggiate e ben riparate dal vento. E’ una pianta che ama il clima fresco e non tollera le estati torride e per questo è adatta ad essere coltivata con l’apparato radicale all’ombra o coperto da materiale pacciamante.

Terreno

Cresce bene in qualunque tipo di terreno ma per poter produrre frutti in abbondanza predilige quelli umidi, ricchi di sostanza organica, ben drenati a pH leggermente acido. Il terreno di coltivazione ottimale ideale è quello soffice e ben drenato, con un pH compreso tra 6,2 e 6,7. Se coltivato nei suoli più poveri, il Ribes bianco produce pochi frutti anche se più saporiti e aromatici.

Annaffiature

E’ una pianta che ama il terreno umido e, pertanto, va irrigata abbondantemente e costantemente soprattutto durante i periodi di prolungata siccità. Durante il periodo vegetativo, per mantenere il terreno umido si potrà inoltre effettuare una pacciamatura ai piedi della pianta con erba ottenuta da falciatura o altro materiale.

Concime-pellettato

Concimazione

In autunno, prima dell’impianto è bene effettuare una concimazione di fondo con stallatico ben maturo e interrare tra le file delle piante del fertilizzante arricchito di potassio (K) e fosforo (P).

Ribes nero: coltivazione in vaso

E’ una pianta perfetta anche per la coltivazione in vaso sia come pianta da frutto sia come ornamentale.

  • Il vaso adatto deve avere un diametro almeno di 30 cm e va riempito con terreno acido, ricco di potassio e soprattutto ben drenato.
  • Per ottenere ottimi risultati si consiglia di utilizzare torba o terriccio leggero a pH 6,5 arricchito nel periodo primaverile di concime complesso a lenta cessione.
  • Prima dell’ impianto disporre sul fondo del vaso uno strato di materiale drenante per isolare l’apparato radicale dai ristagni idrici.

Moltiplicazione del Ribes bianco

Si effettua per seme e molto più facilmente per via agamica, per talea.

Moltiplicazione per seme

Viene poco praticata in quanto richiede tempi lunghi, non è di sicuro successo e le piante sono diverse da quella originale a causa dell variabilità genetica.

Propagazione per talea

In autunno oppure a fine inverno, utilizzando cesoie ben affilate e disinfettate si prelevano talee apicali, lunghe circa 30 cm, dai rami legnosi di almeno due anni di età. Si interrano per metà della loro lunghezza in un singoli vasi contenenti un substrato composto da torba e sabbia in parti uguali. Si mantiene il terreno costantemente umido fino a quando le piante di Ribes bianco avranno emesso le radici, generalmente nella primavera successiva. Si allevano quindi in vaso fino al momento della messa a dimora definitiva.

Ribes-piantine-impianto

Impianto o messa a dimora

  • Le piante di Ribes bianco si mettono a dimora, in vaso o in piena terra, in buche ben lavorate aventi le dimensioni poco più grandi del pane di terra che avvolge la radice.
  • Sul fondo della buca si mette dello stallatico ben maturo, un po’ di sabbia poi terreno fino a mezza altezza e infine la pianta ricoperta da altro terreno fino al colletto.
  • Si compatta il terreno co le mani e si apporta acqua in abbondanza.
  • Successivamente si praticano numerose e periodiche annaffiature, cercando di evitare che il terreno su cui viene coltivata la pianta di ribes si possa asciugare.
  • In seguito, si inseriscono dei tutori per consentire alle piante di arrampicarsi ed evitare che sotto il peso dei grappoli possa piegarsi e toccare il suolo.

Il periodo migliore per l’impianto delle talee è l’estate mentre per piante acquistate presso i vivai è da preferire la primavera, preferibilmente a fine marzo.

Ribes bianco-potatura

Potatura del Ribes bianco

Si cimano le piante giovani di un anno per favorire l’emissione di nuovi getti fruttiferi.  Generalmente si accorciano di circa 10 cm i ramoscelli teneri e appena formati. A partire dal terzo anno vanno potati i rami che hanno fruttificato ed eliminati fino a livelli a livello del terreno quelli secchi o danneggiati. diradati diradando i rami che hanno iniziato a fruttificare.

Ribes bianco-raccolta

Raccolta

Le Bacche mature del ribes bianco si raccolgono quando sono ben mature ma sode e di colore bianco-dorato, generalmente maturano prima le bacche dei grappoli più esterni perchè più esposti al sole.  Se la raccolta viene ritardata, i frutti avvizziscono e cadono al suolo lasciando sugli steli i raspi spogli. Il periodo di raccolta va da giugno a luglio, a seconda della varietà e dell’ambiente di coltura.

Una pianta adulta di Ribes bianco arriva in ambienti di coltivazione adatti arriva a produrre fino produce fino a 3-4 kg di frutti.

Conservazione

I frutti del ribes bianco come le altre varietà di frutti di bosco vanno consumati entro due giorni dalla raccolta perchè tendono facilmente ad ammuffire e ad assumere un sapore meno gradito. Le bacche che non vengono consumate fresche possono essere congelate , conservate sotto vuoto o utilizzate per preparare confetture o gelatine.

Parassiti e malattie del Ribes bianco

La pianta di Ribes bianco come le altre varietà, è insofferente agli attacchi delle cocciniglie e degli afidi gialli, parassiti animali che provocano seri danni sui rami vecchi e se non si interviene in tempo possono compromettere la sopravvivenza della pianta.

Tra le malattie fungine sono preoccupanti il marciume delle radici, il mal bianco o oidio e la muffa grigia.

Cure e trattamenti

Le piante di Ribes non tollerano la presenza delle erbe infestanti quindi periodicamente è bene effettuare delle sarchiature con un rastrello, pratica che tra l’altro favorisce anche una buona aerazione del terreno e che va fatta a pochi centimetri di profondità per non danneggiare le radici. Una buona pacciamatura estiva o invernale giova alla pianta; in estate mantiene il terreo umido e rallenta la crescita delle erbacce; in inverno protegge l’apparato radicale dal freddo gelido.

Per combattere la proliferazione di afidi e cocciniglie, bisogna far ricorso a periodiche potature dei rami secchi o danneggiati e a trattamenti fitosanitari con insetticidi specifici ammessi dall’agricoltura biologica che vanno praticati in giornate soleggiate ma non ventose.

Inoltre si ricorda che i frutti non vanno raccolti se bagnati dalla pioggia.

Ribes bianco-varietà

Varietà di Ribes bianco

Esistono varietà diverse che differiscono per dimensione e maturazione dei frutti.

Ribes bianco Werdavia

Questa varietà conosciuta  anche come uvetta di San Giovanni è un arbusto deciduo alto circa 1 metro, con portamento eretto, con foglie lobato-dentate, a volte arricciate color verde medio. In tarda primavera, verso maggio, produce grappoli di piccoli fiori poco appariscenti o insignificanti giallo-verdi. I frutti sono bacche traslucide, semitrasparenti, bianche con sfumature leggermente rosate o giallo crema tenue che maturano precocemente fin dal mese di giugno. Va coltivato in pieno sole o al massimo a mezz’ombra. E’ ideale anche come pianta ornamentale isolata, per formazione di gruppi nei giardini,e in vaso come rampicante su balconi e terrazzi.

Ribes bianco-foglie

Ribes bianco Zitavia

Una varietà produttiva e vigorosa a fioritura precoce. Produce grappoli lunghi di frutti lucenti, sodi e molto gustosi, di colore giallo scuro.Ribes bianco Zitavia. E’ una cultivar che si presta a coltura anticipata sotto tunnel o in serra. I grappoli maturi si raccolgono facilmente.

Ribes bianco Blanka

Il ribes bianco Blanka è una varietà molto conosciuta e apprezzata soprattutto per gli impianti, in quanto è dotata di buona vigoria, elevata produttività e una qualità dei frutti eccellente. Presenta un portamento eretto, cespuglioso e ben ramificato.  I frutti, riuniti in grossi grappoli sono composti da 18-20 bacche grandi, di colore bianco-ambrato dal sapore dolce e poco acidulo grazie all’elevato contenuto zuccherino; sono adatte sia alla trasformazione, sia al consumo fresco. Fiorisce in aprile -maggio. La maturazione è medio-tardiva. Va coltivato in pieno sole o a mezz’ombra anche come pianta ornamentale isolata, in gruppi per realizzare bordure e siepi. Si mette a dimora a distanza di metro.

Ribes-bianco-frutti

Usi del Ribes bianco

E’ un arbusto da frutto che viene coltivat0 prevalentemente a scopo alimentare, ma negli ultimi anni sta diffondendo come pianta ornamentale e come pianta medicinale perchè ricca di principi attivi benefici per la nostra salute.

Il ribes bianco, anche se è un’ottima fonte di vitamine C e B6, rispetto al ribes nero è più povero  di nutrienti e molto più dolce infatti i frutti sono meno aciduli possono essere consumati anche freschi  nelle macedonie, per prepare gelati alla frutta, creme oppure conservati a lungo sotto forma di gelatine, confetture, marmellate. A differenza del ribes rosso, di sapore più intenso e colorazione squillante, generalmente del ribes bianco non viene utilizzato il succo.

Usi in giardinaggio

E’ ideale anche come pianta ornamentale isolata, per formazione di gruppi nei giardini, siepi e bordure insieme alle altre varietà di Ribes da quello rosso a quello nero. In vaso, il ribes bianco viene coltivato come rampicante per abbellire le ringhiere di balconi e terrazze.

Ribes bianco-proprietà

Proprietà del Ribes bianco

I frutti di questa pianta sono ricchi ricchi di vitamine C e B6, fibre in particolare pectina, acidi organici, polifenoli e flavonoidi.

Possiedono proprietà disintossicanti, diuretiche, lassative.

I frutti soprattutto se consumati freschi  depurano il sangue dalle sostanze tossiche; contrastano la formazione dei radicali liberi e l’invecchiamento precoce della pelle. Ottime anche le tisane, i decotti e gli infusi preparati con le foglie, i fiori e le radici.

Ribes bianco-usi

Calorie

Il ribes bianco è un frutto d bosco perfetto anche per chi segue un regime dietetico in quanto 100 grammi di frutti forniscono solo 40 Calorie.

Curiosità

Il ribes bianco, chiamata comunemente uva selvatica o uva dei frati è attualmente la varietà di Ribes più difficile da reperire in commercio.

Le piante di ribes bianco alte non più di 20 cm sono chiamate barbatelle.

Galleria foto Ribes

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta