Ribes – Ribes rubrum coltivazione


ribes-rosso -pianta

Il Ribes rosso o Ribes rubrum come l’uva spina e il lampone rientra nella categoria delle piante chiamate comunemente dei frutti di bosco.

ribes-grappoli


Caratteristiche generali del Ribes rosso

Il Ribes rosso, famiglia delle Grossulariacee, specie rubrum, è una pianta da frutto perenne a sviluppo arbustivo.

La pianta è dotata di un apparato radicale robusto e profondo dal quale prende vita una folta chioma composta da numerosi rami alti anche più di 2 metri.

ribes-foglie

I rami di colore marrone chiaro sono ricoperti da numerose foglie palmate di colore verde brillante che vi aderiscono grazie ad un lungo peduncolo.

ribes-fiori

I fiori generalmente tubolari di colore variabile a seconda della varietà formano grandi grappoli pendenti e compatti.

ribes-cespuglio

I frutti del ribes sono bacche sferiche traslucide, di colore variabile dal rosso al rosa e dal giallo al biancastro.

ribes-frutti

La polpa di questi deliziosi frutti, per lo più acquosa, ha un sapore dolce misto ad una nota leggermente acidula.

frutti-ribes-rosso

All’interno della polpa maturano dei piccolissimi semi simili a quelli dell’uva.

Ribes-giallo

Dalla fioritura in poi, sulle piante si trovano contemporaneamente sia le infiorescenze sia i frutti in via di maturazione.

Ribes-rosso-coltivazione

Coltivazione del Ribes rosso

Esposizione: predilige le esposizioni soleggiate e ben riparate dal vento. Teme le basse temperature e le gelate tardive.

Terreno: anche se si adatta a qualunque tipo di terreno predilige quelli umidi, ricchi di sostanza organica, ben drenati a pH leggermente acido.

Annaffiature: le piante di ribes vanno irrigate abbondantemente e costantemente soprattutto durante i periodi di prolungata siccità.

Letame

Concimazione: in autunno interrare tra le file delle piante un leggero strato di  letame bovino maturo arricchito di potassio (K) e fosforo (P).

Ribes-nero

Moltiplicazione del ribes

La propagazione naturale della pianta avviene per seme, in campo vegetativo si pratica la talea.

In autunno si prelevano dalle piante di 2  -3 anni di età delle talee legnose lunghe 20 -25 .

Le talee si mettono a radicare in un terreno umido e soffice per metà della loro lunghezza. Per tutto il periodo della radicazione cioè fino alla primavera il terreno va mantenuto sempre umido.

Ribes-impianto

Impianto o trapianto del Ribes

Il trapianto del Ribes si effettua in estate. Le piante vanno inserite in buche profonde 40 cm, distanti 1, 5 metri sulla fila e 3 metri tra le file.

Ribes-piantine-impianto

Le nuove piante produrranno frutti a partire dal quarto-quinto anno fino al dodicesimo anno di vita.

Ribes-potatura

Potatura del ribes Ribes

Tenendo presente che il ribes fruttifica prevalentemente sui rami giovani di un anno e poco su quelli corti e inseriti su legno vecchio, la potatura è un’operazione che deve essere rivolta ad assicurare il rinnovo della vegetazione.

Ribes-raccolta

Raccolta del Ribes

I frutti del Ribes si raccolgono in estate nel periodo giugno-settembre per il ribes rosso e nero, staccando i grappoli alla base del peduncolo.

Conservazione

I frutti del ribes sono molto delicati e per questo motivo è consigliato il consumo subito dopo la raccolta quando sono lucidi, sodi e belli gonfi o al massimo entro 3-4 giorni se conservati in frigorifero, nello scomparto della frutta e verdura.

Ribes-rinvaso

Rinvaso del Ribes

Il ribes come l’uva spina può essere coltivato facilmente anche in vaso purchè ogni anno, in inverno venga rinvasato, in un contenitore più grande del precedente. Per ottenere ottimi risultati si consiglia di utilizzare torba o terriccio leggero a pH 6,5 arricchito nel periodo primaverile di concime complesso a lenta cessione.

cocciniglia-neadi

Parassiti e malattie del Ribes

Il ribes teme l’attacco degli afidi, delle cocciniglie e della Sesia; tra le malattie fungine soffre l’oidio e la Muffa grigia.

Pacciamatura-di-paglia

Cure

In inverno proteggere le ceppaie dei ribes con una leggera pacciamatura di paglia o foglie secche come si fa anche per il Ribes ornamentale.

Ribes-usi

Varietà di ribes

Tra le varietà di ribes rosso più coltivate ricordiamo quelle più diffuse:

  • Ribes rosso Junifer: una varietà precoce coltivata anche in Italia;
  • Ribes Rovada: varietà olandese, di maturazione medio-tardiva, che produce grappoli di frutti più grandi.

Tra le varietà di ribes bianco quella di spicco è il ribes Primis Blanda.

Tra le varietà di ribes nero le più conosciute sono: Climax, Gigante di Boskoop, Noir de Bourgogne, Black Reward, Black Down, e anche alcune cultivar ibride.

Usi e proprietà del Ribes

I frutti del ribes vengono consumati freschi al naturale. Da soli o misti con lamponi e uva spina sono conservati sotto forma di marmellate o confetture, gelatine e sciroppi.

frutti-di-bosco

Usi medicinali

Il ribes rosso, per le sue proprietà fitoterapiche trova largo impiego nella cura di diverse patologie. Il succo entra nei gargarismi per le infiammazioni del cavo orale.

I frutti del ribes rosso sono ricchi di vitamina A, E e C e soprattutto di acido folico o vitamina B9 sostanze utili per prevenire l’anemia per proteggere la pelle dall’invecchiamento e fondamentali per il corretto funzionamento del nostro organismo.

Inoltre i frutti, come il Trifoglio ed altre piante erbacee, contengono la cumarina, un composto aromatico che per la sua azione anticoagulante viene utilizzata nel settore farmaceutico per la produzione di farmaci che servono a fluidificare il sangue fluido. Gli studi sperimentali infatti, hanno dimostrato che l’assunzione giornaliera del ribes rosso previene la trombosi venosa profonda, una malattia seria e potenzialmente mortale.

Il succo ricavato dai frutti ben maturi può essere  utilizzato come rimedio naturale esterno per lenire  le irritazioni della pelle, come bevanda naturale invece è benefica come antibatterico, antipiretico, antiossidante ed energizzante.

ribes-rosso-calorie

Calorie del Ribes rosso

100 grammi di ribes al naturale apportano 48 Calorie.

Ribes-curiosità

Curiosità

Il ribes rosso anticamente era considerato un portafortuna mentre quello nero, nella tradizione  popolare veniva utilizzato, per allontanare la malinconia, i cattivi pensieri e anche per combattere la peste.

L’industria cosmetica dai semi dei frutti ricava un olio per la cura di dermatiti di vaia natura e per la preparazione di saponi, creme e lozioni

Il consumo di succo di ribes  viene consigliato anche per stimolare la sudorazione, per l’appetito per la cura della gotta e dei calcoli renali.

Le foglie profumate del ribes possono essere impiegate per preparare maschere di bellezza per il viso e  di impacchi utili lenire il bruciore causato dall’eritema solare.

Alcune cultivar di Ribes rubrum, contrariamente al nome, producono frutti di colore bianco.

In Germania e nel Trentino Alto Adige, il ribes viene chiamato comunemente anche Uva di San Giovanni perchè i frutti raggiungono la piena maturazione il 24 giugno giorno in cui ricade la festa del Santo.

Galleria foto frutti di bosco

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News
Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta