Pomodoro coltivazione


Come si coltiva il pomodoro e quali sono le cose da sapere per avere un ottimo raccolto? Semina, annaffiature, terreno, concimazione, cure contro malattie e parassiti, raccolto e conservazione.

coltivazione-pomodori

Il pomodoro, Solanum lycopersicum, è la solonacea regina incontrastata dell’orto, originaria dell’America Latina.



Caratteristiche della pianta di pomodoro

Il pomodoro è una pianta erbacea annuale con fusto sarmentoso fittamente ramificato  sul quale sono inserite foglie verdi e profumate ricoperte da un leggera peluria.

I fiori, infiorescenze a grappolo, sono di colore giallo paglierino che si sviluppano dapprima sui palchi più alti.

I frutti sono bacche di colore rosso a maturazione completata.

come-coltivare-pomodori

Varietà di pomodori

Oltre alle varietà destinate alla preparazioni dei pelati le specie più coltivate sono il tondino e  il San Marzano (zona Vesuvio) conosciuto in tutto il mondo.

Tra le altre troviamo il pomodoro piccadilly.

Coltivazione dei pomodori

Clima: il pomodoro  per la crescita e la fruttificazione abbondante richiede un clima caldo- temperato.

Terreno: terreni ben lavorati, sciolti e ben drenati. Sopporta bene sia gli eccessi di acidità che di basicità.

Concimazioni: concimazione letamica di 4 q per 100mq,  seguita da una concimazione fosfo-potassica con un complesso: il fosforo deve essere il doppio del potassio.

Annaffiature: regolari e frequenti durante la fase di fioritura meno frequenti, più leggere durante la fase vegetativa e la maturazione dei frutti.

L’eccessivo apporto idrico nella fase di maturazione dei frutti provoca la scottatura e la spaccatura dei frutti.

Durante le irrigazioni bisogna assolutamente evitare di bagnare le foglie per evitare la diffusione delle malattie crittogame.

pomodori

Moltiplicazione del pomodoro

I pomodori si riproducono per seme.

pomodori-semina-serra

Semina del pomodoro in serra

Il pomodoro si semina a fine inverno in serra coperta e non riscaldata, alla temperatura ideale di circa 21° C.

Dopo 15 giorni le piantine vanno trapiantate in vasi di torba e dopo 1 mese, verso la fine marzo si effettua il travaso.

pomodori-semina-orto

Semina dei pomodori

La semina direttamente in pieno orto va effettuata nel periodo marzo – maggio.

Quando le piantine germogliate avranno emesso 3 – 4 foglioline vanno diradate ad una distanza di circa 90 cm tra le file e 50 cm sulla fila.

Approfondimenti: Guida alla semina dei pomodori

pomodori-trapianto

Trapianto delle piante di pomodoro

Il trapianto in pieno orto va effettuato a fine maggio ad una profondità di circa 3 cm.

Le piante di pomodoro solitamente vengono trapiantate a una distanza di 20-30 cm sulla fila e di 1-1,5 metri tra le file.

Dopo il trapianto i pomodori vanno muniti di sostegno di canne o rami.

sostegno-pomodori

Raccolta dei pomodori

La raccolta dei pomodori avviene per lo più da luglio a settembre.

Quelli destinati alla tavola si raccolgono a maturazione incompleta quelli per preparare sughi, invece quando sono di un bel colore rosso cioè a completa maturazione.

Pomodoro-malattie

Malattie e Parassiti dei pomodori

Il pomodoro teme: la dorifora, le larve dell’agrotide che attaccano il colletto delle giovani piantine; la peronospora che colpisce le foglie, il fusto e i frutti invadendone i tessuti e formando una muffa biancastra; il mal del piede causato dall’eccessiva umidità.

Approfondimenti: malattie del pomodoro

pomodori-orto

Pomodori – Cure

Oltre alle frequenti scerbature e zappature occorre praticare: la scacchiatura, che consiste nell’eliminazione dei germogli ascellari per ottenere frutti  più grandi; la cimatura della pianta per favorire la maturazione dei frutti lasciati sui palchi.

Periodicamente effettuare trattamenti contro le malattie fungine e i parassiti animali.

Curiosità e cose da sapere sul pomodoro

E’ l’ortaggio più conosciuto al mondo dopo la patata ed è possibile effettuare la coltivazione in vaso dei pomodori.

Il pomodoro non è un frutto, ma un ortaggio dalle notevoli proprietà e fa parte degli ingredienti base della dieta mediterranea.

Pomodori significato

Il suo nome pomo d’oro deriva dal suo aspetto originale che era il giallo oro e quindi assumeva l’aspetto di un pomo d’oro.

E’ un portafortuna ed un simbolo di buon auspicio.

Nella smorfia indica genericamente il numero 44.

Conservazione dei pomodori

Ricette con pomodori

Galleria foto dei pomodori

Commenti: Vedi tutto

  • anna bisogno - - Rispondi

    Approfondimento sufficiente e buoni consigli grazie.

  • isa - - Rispondi

    vorrei sapere se il trattamento di verderame deve essere fatto anche se ci sono già i frutti'

    la pianta al momento è sana. grazie

  • enzo faiella - - Rispondi

    Il pomodoro è pianta annuale in Europa, ma nella terra di origine è perenne. Se tenuta a riparo “vegeta” per più anni anche da noi. Lo sfruttamento intensivo e avvicendato del terreno non renderebbe “redditizio” economicamente la sua coltura pluriennale.

Lascia una risposta