Zinnia coltivazione

DSCN3213

Le Zinnie sono piante semi-rustiche appartenenti alla famiglia delle Asteraceae coltivate come annuali in vaso e in giardino a scopo ornamentale.

Caratteristiche generali della Zinnia

La Zinnia è una pianta erbacea coltivata come annuale o perenne. Ha un apparato radicale molto delicato formato da esili radici lattescenti. In pieno sviluppo vegetativo forma un folto cespuglio composto da steli eretti, cilindrici, pelosi e ramificati lateralmente soprattutto verso gli apici.

Le foglie hanno forma ovale o ellittica-lanceolata con lamina verde brillante, leggermente appiccicosa al tatto. Le basali basali sono più larghe e più lunghe di quelle apicali.

Zinnia-fiore

I fiori delle zinnie sono grandi margherite solitarie con corolla composta o semplice formata da lunghi petali ligulati il cui colore va dal bianco al rosa, dal giallo all’arancio, dal rosso al porpora. Esistono cultivar con petali screziati. L’impollinazione è entomogama e avviene grazie alle api e ad altri insetti pronubi , inoltre i fiori attraggono tante farfalle.


Leggi anche: Piante pericolose e velenose per i bambini conseguenze e cosa fare

Zinnia-impollinazione

I semi, sottili, oblunghi e di colore marrone, si trovano alla base dei petali. Raccolti in piena maturazione, direttamente dai fiori secchi, possono essere conservati per la semina dell’anno successivo.

Zinnie-fioritura

Fioritura

Le Zinnie fioriscono dalla tarda primavera fino a Settembre inoltrato talvolta anche in ottobre se il clima è abbastanza mite.

Zinnie

Coltivazione della Zinnia

Esposizione

La zinnia predilige i luoghi soleggiati e riparati dal vento. Teme l’ambiente troppo umido o piovoso, il freddo e il vento ma tollera bene il caldo dell’estate.

Terreno

E’ una pianta che pur preferendo terreni sciolti, fertili e ben drenati cresce bene e produce un’abbondante fioritura anche nel comune da giardino ben lavorato e ben drenato.

Annaffiature

Necessita di regolari e frequenti annaffiature soprattutto se è giovane o messa a dimora da poco. Successivamente va irrigata frequentemente solo d’estate o quando  il terreno è completamente asciutto, facendo attenzione a non bagnare le foglie e i fiori.


Potrebbe interessarti: Piante e fiori tappezzanti quali sono e come sceglierli

Concime-granulare

Concimazioni

Periodicamente, in media ogni 20 giorni , concimare con concime liquido specifico per piante da fiore, a base di fosforo e potassio, diluito nell’acqua delle annaffiature secondo le dosi consigliate. In alternativa, si può spargere ai piedi della pianta del concime granulare a lenta cessione, ogni-2/3 mesi .

Le concimazioni, a base di azoto e con i microelementi ( magnesio, ferro, rame, zinco, calcio e manganese) indispensabili allo sviluppo e alla crescita armoniosa della Zinnia, vanno effettuate quando le piantine vengono ripicchettate in piena terra o in vaso. Con un eccessivo apporto di azoto la pianta sviluppa il fogliame a discapito dei fiori.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Zinnia: coltivazione in vaso

E’ una pianta facile da coltivare anche in vaso su balconi e terrazze esposti a Sud,  soprattutto se si tratta di una varietà nana. Il vaso, preferibilmente in terracotta, deve essere abbastanza largo in modo da poter impiantare più piante e creare una piccola aiuola con fiori multicolori. Il terriccio deve essere specifico per piante da fiore, soffice, ben drenato e ricco di sostanze organiche. Se si opta per le varietà nane la distanza tra una pianta e l’altra  deve essere di 20 cm.

Rinvaso

La Zinnia coltivata come perenne  si rinvasa ogni anno in primavera. Il nuovo vaso dovrà essere più grande di quello precedente per permettere alle radici di espandersi.

zinnia-semi

Moltiplicazione della Zinnia

Le zinnie si riproducono per seme che raggiungono la completa maturazione all’interno del bottone centrale all’inizio dell’autunno.

zinnie

Semina della Zinnia

I semi raccolti dai fiori secchi dell’anno precedente si seminano in semenzaio protetto a fine inverno nel periodo febbraio – marzo oppure direttamente in piena terra a maggio.

Il terriccio adatto alla semina deve essere soffice, ben drenato e ricco di sostanza organica. Per tutto il tempo necessario alla germinazione dei semi il substrato va mantenuto costantemente umido praticando delle nebulizzazioni giornaliere.

zinnie

Impianto o messa a dimora

Il trapianto delle piantine di zinnie si effettua da aprile-maggio in poi, in buche distanti tra loro 30 centimetri per le varietà nane e circa 50 centimetri nella variante gigante.

Le piante vanno messe a dimora delicatamente e con tutto il pane di terra che avvolge le radici. Dopo l’impianto si procede con l’annaffiatura evitando di inzuppare il terreo e facendo attenzione a non bagnare le foglie per evitare il rischio di attacchi fungini.

Cimatura o potatura delle Zinnie

Cimare frequentemente le zinnie a livello della quarta foglia per stimolare l’emissione di nuovi getti laterali e nuovi fiori. Eliminare i fiori appassiti e le foglie danneggiate o secche.

zinnia-viola

Raccolta dei semi di Zinnia

La raccolta dei semi delle zinnie va effettuata quando i fiori lasciati sulla pianta sono completamente secchi.

Zinnia-fiore

Approfondimenti: zinnie raccolta e conservazione dei semi.

Conservazione semi

I semi vanno conservati in sacchetti di carta o in barattoli a chiusura ermetica che vanno riposti in luoghi bui ed asciutti.

zinnie-cespuglio

Parassiti e malattie della Zinnia

Le zinnie temono la cocciniglia farinosa e l’oidio (mal bianco) che si manifestano con macchie biancastre, purulenti su steli e foglie.

Cure e trattamenti

Recidere i fiori appassiti per stimolare la fioritura dei nuovi ed eliminare gli steli infettati dalle muffe. Nelle zone ventilate si consiglia di supportare le zinnie giganti con dei tutori.

I trattamenti antiparassitari e anticrittogamici vanno effettuati solo in caso di necessità, utilizzando prodotti specifici come l’olio bianco in caso di infestazioni di cocciniglia oppure facendo ricorso a preparati biologici come l’antiparassitario all’equiseto per combattere l’oidio.

Varietà di Zinnie

Esistono molte specie di Zinnie che differiscono per colore e corolla dei fiori, per forma, portamento ed altezza.

Zinnia-grandiflora

Zinnia grandiflora

Una varietà arbustiva alta dai 15 ai 20 cm. Forma un cespuglio arrotondato composto da molti steli sottili e ramificati. Ha foglie opposte e lineari ricoperte da peli corti e ruvidi. Da luglio ad ottobre produce  fiori a capolino di colore giallo brillante. Cresce bene anche nei terreni aridi; resiste al freddo ed è coltivabile anche in vaso.

Zinnia-acerosa

Zinnia acerosa

Conosciuta anche come Zinnia del deserto è una varietà perenne alta circa 60 cm, originaria del Messico. In estate produce fiori bianchi simili a margherite con un vistoso bottone centrale formato da numerosi stami di colore giallo carico.

Zinnia-elegans

Zinnia elegans

Conosciuta come Zinnia comune o Zinnia Violacea è una specie originaria del Messico. Forma un cespuglio di steli eretti, alti fino a 1 metro, ricoperti da foglie lanceolate. Produce fiori a capolino molto vistosi. Alcuni ibridi di questa varietà presentano fiori dalla forma semiglobosa. Predilige i climi caldi.

Zinnia-angustifolia

Zinnia angustifolia

La Zinnia linearis è una varietà perenne o annuale alta circa 50 cm. Ha steli erbacei pelosi ed eretti ricoperti da foglie strette, infatti viene anche chiama Zinnia a Foglia Stretta. I fiori sono bianchi con corolla emisferica e centro arancione brillante o talvolta giallo.

Zinnia-bicolor

Zinnia bicolor

Una varietà che produce fiori screziati , generalmente con bottone centrale arancione e petali sfumati di giallo lungo i bordi.

Zinnia-impianto

Zinnia tenuiflora

Una varietà che si a differenza delle altre produce fiori di colore rosso scarlatto con petali carricciati verso il basso. Si coltiva facilmente anche in vaso

Zinnia-pauciflora

Zinnia pauciflora

Una varietà originaria del continente americano che nel periodo della fioritura produce bellissimi fiori color giallo vivace. Si mette a dimora tra marzo e aprile in un terriccio specifico per piante da fiore, soffice, ben drenato e ricco di sostanze organiche, a distanza di circa 40 cm tra una piantina e l’altra.

Zinnia-peruviana

Zinnia peruviana

Una pianta annuale alta fino a 50 cm con steli verdi che virano al giallo o al viola ricchi di foglie ovate, ellittiche o lanceolate. In estate produce capolini rossi e disco centrale composto da 12-50 fiori gialli.

Zinnia-Usi

Usi

Le zinnie vengono largamente impiegate in giardinaggio per realizzare bordure, aiuole fiorite e contorni ad alberi. Nell’orto vengono utilizzate fra le colture per attirare gli insetti impollinatori.

zinnia-fiore

Linguaggio dei fiori

Il fiore della zinnia è simbolo della grandezza spirituale e in ambito amoroso indica la nostalgia per la lontananza della persona amata.

La Zinnia è velenosa?

E’ una pianta non tossica nè per l’uomo, nè per gli animali domestici quali cani e gatti ed anzi è un fiore edule, ossia commestibile.

Il fiore della Zinnia è commestibile?

I fiori delle zinnie possono essere utilizzati per preparare infusi simili a quelli di camomilla e sono utilizzati in diverse ricette sia come decoro edule su dolci e torte o fritti in pastella.

Curiosità

La zinnia porta il nome in onore di Zinn il famoso biologo molecolare che per primo ne ha descritto le caratteristiche e ha catalogato il fiore.

La pianta, originaria dell’America, in particolare del Messico, fu importata in Europa solo nella seconda metà del Settecento.

Galleria foto Zinnie

Laura Bennet
  • Laureata in scienze biologiche
  • Insegnante di ruolo
  • Autore specializzato in Botanica, Biologia e Cucina
Suggerisci una modifica