Ruta graveolens coltivazione


Ruta-graveolens-coltivazione

La Ruta, Ruta graveolens, è una pianta aromatica e officinale coltivata a scopo ornamentale nei giardini e negli orti.

ruta-coltivazione


Caratteristiche generali della Ruta

La Rutaè una pianta arbustiva perenne e sempreverde della famiglia delle Rutaceae originaria dell’Europa sud orientale e del bacino del Mediterraneo.
La Ruta, pianta a portamento cespuglioso, è alta mediamente circa 70 cm ed è formata da molti fusti di colore verde-azzurro.

Ruta-foglie

I rami sono ricoperti da numerose piccole foglie ovali, carnose e a margini lobati.Le foglie si presentano in gradevoli sfumature di colore che vanno dal verde-bianco all’azzurro metallico.

Ruta-foto

Durante il periodo della fioritura, sugli steli esili e sottili compaiono piccoli fiori formati da quattro petali gialli sfumati di verde riuniti in infiorescenze localizzate all’apice dei fusti.

Ruta-graveolens-bacche

Ai fiori seguono i frutti delle piccole bacche lobate contenenti piccoli semi di colore nero-

Fioritura: la ruta fiorisce in estate.

Ruta-coltivazione

Coltivazione della Ruta

Esposizione: la ruta è una pianta molto rustica e cresce bene un po’ ovunque, pur prediligendo i luoghi soleggiati. Tollera abbastanza bene le alte e le basse temperature.

Terreno: cresce forte e rigogliosa in qualunque tipo di terreno anche se predilige quelli aridi, calcarei e ben drenati.

Annaffiature: generalmente si accontenta delle acque piovane ma va comunque annaffiata nei periodi di di prolungata siccità e in estate.

Concime-granulare

Concimazione: in autunno e in primavera va concimata somministrando alla base dei cespi del letame ben maturo o del concime granulare a lenta cessione.

Ruta-pianta-aromatica

Moltiplicazione della Ruta

La pianta si propaga per seme in primavera o per talea di rami semilegnosi in estate.

I rametti vigorosi vanno messi a radicare in vasetti e dopo la radicazione, nel periodo agosto- settembre, vanno trapiantati in piena terra o in vaso.

Ruta-potatura

Potatura della Ruta

Per favorire l’emissione di nuovi getti la pianta va potata nel periodo primaverile. Si accorciano i rami troppo lunghi mentre si recidono alla base quelli secchi o danneggiati dal freddo.

Per potare la Ruta si consiglia l’uso dei guanti da giardinaggio per evitare eventuali dermatiti da contatto.

Ruta-foglie

Raccolta della Ruta

Le foglie e i teneri rametti freschi si raccolgono scalarmente dalla primavera in poi mentre per i semi bisogna attendere la completa maturazione.

Ruta-pianta-aromatica

Parassiti e malattie della Ruta

La ruta è una pianta rustica, per cui non teme l’attacco degli afidi o di altri parassiti animali; soffre il marciume delle radici a causa di ristagni idrici e tra le malattie fungine teme il mal bianco o oidio se il clima è troppo umido.

Ruta-usi

Usi e conservazione della Ruta

In cucina, le foglie fresche, più tenere e a piccole dosi, vengono impiegate per insaporire insalate, e piatti a base di carne e per la preparazione di olio, aceto aromatico, liquore o grappa dalle proprietà digestive.

La Ruta graveolens per le sue molteplici proprietà viene impiegata in fitoterapia per preparare infusi utilizzati a scopo digestivo.

Le foglie fresche di ruta appoggiate sui davanzali, sulle soglie delle porte e dei balconi tengono lontano le formiche grazie al loro sgradevole odore.

Le foglie di ruta si conservano essiccate in barattoli a chiusura ermetica.

Ruta-raccolta

Curiosità

Anticamente la Ruta era considerata l’erba del coraggio e la si portava in tasca per combattere la paura quando si dovevano affrontare situazioni terrorizzanti.

Controindicazioni: La Ruta è velenosa?

La ruta a dosi elevate è tossica. Per potare la Ruta si consiglia l’uso dei guanti da giardinaggio per evitare eventuali dermatiti da contatto.

Galleria foto Ruta graveolens

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News

Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta