Lisianthus eustoma

Lisianthus-coltivazione

Il Lisianthus, nome comune eustoma, è una pianta erbacea coltivata scopo ornamentale in vaso e per il commercio dei fiori recisi molto apprezzati per il loro design semplice ed elegante per gli addobbi floreali per matrimoni e comunioni.

lisianthus-fiori-sposa

Caratteristiche e generalità del Lisianthus

Il Lisianthus è una pianta erbacea semirustica, annuale o perenne della famiglia delle Gentianaceae, originaria dell’America caratterizzata da una crescita lenta e da portamento generalmente compatto.

Gli steli esili e flessibili, lunghi 40 -50 cm, sono cilindrici, di colore verde chiaro.

lisianthus-foglie-fiori


Leggi anche: Piante e fiori IKEA 2020: arredare con amore

Le foglie lanceolate poche e per lo più basali sono opposite, cerose e di colore verde-bluastro.

lisiantus-fiori-bianchi

I fiori, semplici o doppi, a forma di campana sbocciano agli apici degli steli in diverse tonalità di colore dal bianco al giallo, dal rosa al rosso porpora, dal blu al malva o anche in tinte bicolori come nella varietà ibride.

I petali del Lisianthus, pur essendo poco profumati sono leggiadri, soavi, con gola di colore verde chiaro racchiudono nel loro interno un pistillo centrale contornato 5 stami corti di colore verde con antera gialla.

Fioritura

Il Lisianthus o eustoma fiorisce in estate.

20130625_110515

Coltivazione del Lisianthus

Clima

Il Lisianthus è una pianta che predilige il clima temperato, teme la pioggia e il gelo.

Esposizione

Non ama i raggi diretti del sole, preferisce l’esposizione a mezz’ombra o in zone luminose al riparo degli alberi ad alto fusto.

Terreno

Predilige il terriccio leggero, ricco di sostanza organica, misto a da sabbia e soprattutto ben drenato in quanto il marciume radicale causato dai ristagni idrici in particolare modo la pianta allevata in vaso.

Annaffiature

Il lisianthus ama il terreno leggermente umido pertanto va annaffiato con frequenza regolare nel periodo primavera – estate quando il terriccio inizia ad asciugarsi cercando di evitare gli eccessi evitando assolutamente di bagnare le foglie e soprattutto i delicati fiori.


Potrebbe interessarti: Pianta del cotone – Gossypium

In inverno le piante vanno invece annaffiate raramente per evitare l’insorgenza del marciume delle radici. In questa stagione saranno sufficienti anche semplici nebulizzazioni fogliari con acqua piovana o demineralizzata.

Concimazione

In primavera, ogni 20 giorni, somministrare del concime specifico per piante da fiore opportunamente diluito nell’acqua delle annaffiature. Una concimazione ricca di ferro (Fe) e povera di fosforo (P) gioverà alla fioritura del Lisianthus.

lisianthus

Moltiplicazione del Lisianthus

Il Lisianthus si moltiplica per seme o divisione dei cespi.

Semina del Lisianthus

La semina si effettua in semenzaio nel periodo autunno-inverno. I semi vanno distribuiti sul terreno e non devono essere coperti da terreno.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Il contenitore di semina va tenuto in un luogo protetto ad una temperatura non inferiore ai 20 /25° C e per tutto il tempo necessario alla germinazione dei semi va nebulizzato con acqua a temperatura ambiente. La germinazione dei semi generalmente richiede dai 3 ai 4 mesi.

Moltiplicazione per divisione dei cespi

La divisione dei cespi invece va praticata in primavera, dividendo le piante più folte e vigorose.

Le nuove piante vanno impiantate subito in buche ben lavorate e drenate sul fondo con l’aggiunta di una manciata di sabbia. Anche se con questa tecnica di propagazione vegetativa le piante produrranno fioriture fin da subito si preferisce moltiplicare il lisianthus per seme per ottenere un’abbondante e sicura fioritura nell’estate successiva.

Trapianto del Lisianthus

A fine primavera le nuove piantine possono essere trapiantate in vasi collocati in posizioni luminose e riparati dalla pioggia.

Cimatura o potatura del lisiantus

Per favorire lo sviluppo e l’emissione dei nuovi getti laterali le piante di Lisianthus vanno cimate almeno una volta e via via liberate anche dai fiori appassiti.

Lisianthus-rinvaso

Lisianthus: coltivazione in vaso

Questa elegante pianta da fiore può essere coltivata anche in vaso, preferibilmente in una fioriera di dimensioni adeguate al tipologia scelta, profonda 10-15 cm per  il Lisianthus della Florida e il lisianthus perenne; 7-15 per il lisianthus Lisa; 7-10 cm per il  lisianthus zaffiro. Il vaso va riempito con un terriccio sciolto, soffice, con pH tra 6,5 e 7,0, arricchito almeno ogni 15 giorni con un fertilizzante contenete azoto, fosforo e potassio, diluito nell’acqua dell’innaffiatura.

Il vaso va collocato in un ambiente con temperatura mite, al riparo dei raggi cocenti del sole  dei mesi estivi e spostato all’interno non appena la temperatura esterna inizia a scendere. All’interno della casa la pianta di Lisianthus va tenuta esposta a luce intensa e in una zona riparata dalle  correnti d’aria.

Rinvaso del lisianthus

Per ottenere una pianta forte e rigogliosa è consigliabile effettuare il rinvaso del lisianthus ogni 2-3 anni utilizzando un vaso di qualche cm più grande del precedente , terriccio nuovo e ricco di materia organica sempre a pH acido. Il substrato ideale di coltivazione è quello composto da 1 parte di sabbia, 1 di torba e 2 di comune terriccio.

Raccolta

Il lisianthus si raccoglie quando almeno uno o due fiori sono aperti.

Malattie e parassiti del Lisianthus

Il Lisianthus è soggetto a all’attacco di parassiti animali ed è sensibile alle malattie fungine.

Teme l’attacco del ragnetto rosso, delle cocciniglie e soprattutto degli afidi che compromettono seriamente i fiori ancora in boccio.

Tra le malattie fungine o micotiche soffre il marciume delle radici per eccesso di acqua e il mal bianco o oidio causato da un ambiente troppo umido.

Cure e trattamenti

Per il marciume delle radici sarà sufficiente assicurare al Lisianthus un adeguato drenaggio. Per prevenire o contrastare i parassiti animali sono consigliati trattamenti con fungicidi ed insetticidi specifici. Efficaci contro gli afidi anche l’antiparassitario biologico all’ortica o al piretro.

Varietà di Lisianthus – Eustoma

Il genere comprende due specie molto apprezzate come piante d’appartamento per l’abbondante fioritura. Entrambe le piante vengono coltivate all’aperto solo nei giardini costieri.

Lisianthus-Campanula del Texas

Lisianthus exaltatum

Una varietà perenne o annuale alta circa 70 cm. Ha steli verdi cilindrici con foglie opposte e larghe,  di colore verde chiaro. Produce delicatissimi fiori con larghi petali prevalentemente di colore viola.

Lisianthus russellianus

Il Lisianthus russellianus, chiamato anche Campanula del Texas o Genziana della prateria, è una pianta  dal portamento raffinato. Ha steli sottili ricoperti da foglie ceree verdi-blu. In estate produce grandi fiori profumati  a forma di campana con petali porpora, sorretti da sepali verdi, lineari ed appuntiti. Viene coltivato per la produzione dei fiori recisi utilizzati per la creazione di splendide composizioni floreali e come pianta ornamentale d’appartamento.

eustoma-lisianthus

Usi del lisianthus o eustoma

I fiori del lisianthus vengono usati per abbellire le case, addobbare le chiese, i banchetti dei ricevimenti di nozze e i bouquet delle spose.

Lisianthus-linguaggio-fiori

Linguaggio dei fiori

Nel linguaggio dei fiori il Lisianthus assume un diverso significato in relazione al colore:

  • Lisianthus bianco: perfetto per le cerimonie nuziali simboleggia la raffinatezza, la grazia e l’eleganza.
  • Lisianthus giallo: anche se ugualmente raffinato ed elegante come gli altri fiori dello stesso colore è il simbolo della gelosia.
  • Lisianthus rosa: simboleggia l’amore appena sbocciato;
  • Lisianthus lilla: delicato ed elegante nel linguaggio dei fiori, è messaggio di amore sincero.

lisianthus-bianco

Il lisianthus è velenoso?

Non è una pianta tossica o velenosa per l’uomo o per gli animali domestici quali cani e gatti.

Curiosità

Il nome del fiore del Lisianthus o meglio Eustoma, deriva dal greco greco eu (bello e/o buono) e stoma (bocca, apertura).

Galleria foto Lisianthus

Laura Bennet
  • Laureata in scienze biologiche
  • Insegnante di ruolo
  • Autore specializzato in Botanica, Biologia e Cucina
Suggerisci una modifica