Lilium coltivazione


lilium-bulbosa

I Lilium, chiamati comunemente gigli sono piante bulbose coltivate a scopo ornamentale in giardino, in vaso e per fiori recisi per il design regale ed elegante.

foto-giglio



Caratteristiche e generalità del Giglio o Lilium

I Lilium, appartenenti alla famiglia delle Liliaceae originarie dell’Europa, dell’Asia e del Nord America, presentano i bulbi costituiti da numerose scaglie appiattite, leggermente acuminate e serrate a formare un disco centrale con radici perenni nella parte inferiore e uno stelo fiorifero eretto e rigido nella parte superiore.

Lilium-fiore-foglie

Lo stelo lungo dai 60 ai 120 cm è  ricoperto da foglie opposite lanceolate di colore verde disposte in ordine sparso.

I profumatissimi fiori sono gigli di colore bianco, crema, rosa, giallo, arancio, rosso, lilla, viola, a seconda della varietà, hanno la corolla a forma di ombrello composta da sei petali e sei stami terminanti con sacche polliniche di colore rosso -bruno.

lilium-fioritura

Fioritura: i Lilium fioriscono in piena estate.

giglio-scuro

Varietà di lilium

Le diverse specie, circa 80, si distinguono per colore, forma e dimensioni dei fiori e, per l’altezza degli steli.

Tra le cultivar più note ricordiamo i Liliumregale, longiflorum, candidum, compositum, il tigrinum.

Tra le specie più adatte invece alla coltivazione in vaso citiamo i Lilium Casablanca, Pink Perfection, Mont Blanc, Red Carpet.

giglio-foto

Coltivazione Lilium

Esposizione: i Lilium amano i luoghi soleggiati, riparati dai venti e tollerano abbastanza bene il freddo.

Terreno: richiedono un terreno ricco di sostanza organica, ben lavorato e ben drenato. Le varietà coltivate in vaso richiedono sul fondo uno strato di ghiaia.

Annaffiature: regolari nella fase vegetativa e nel periodo della fioritura ma senza eccessi per evitare il marciume radicale.

Concime-granulare

Concimazione: prima dell’impianto dei bulbi in piena terra o in vaso concimare il terreno con concime maturo o con prodotti specifico per bulbose anche granulare a lenta cessione.

giglio-foto-lilum

Impianto bulbi di lilium

I bulbi di Lilium, come tutte le bulbose, vanno impiantati in autunno o inizio primavera ad una profondità di 20 – 25 cm con la punta verso l’alto e a distanza  di 10-15 cm.

bulbilli

Moltiplicazione Lilium

I Lilium si moltiplicano per divisione dei bulbi o per seme.

La riproduzione per semina che va effettuata generalmente in autunno, richiede un periodo di germinazione che varia da qualche mese per alcune specie come  il Lilium auratum, il canadense e il Lilium superbum a qualche anno come ad esempio per il Lilium regale e  longiflorum.

Rinvaso-pianta

Rinvaso Lilium

I lilium coltivati in vaso vanno rinvasati quando le radici fuoriescono dai fori di drenaggio dell’acqua.

Il terreno va ricambiato e concimato e i bulbi rimpiantati al momento e massimo 3 per vaso.

giglio-cappuccino

Malattie e parassiti

I Lilium temono l’attacco degli afidi neri o pidocchi e alcune malattie causate da funghi parassiti.

Usi e linguaggio dei fiori

I fiori del Lilium sono usati per abbellire le case, le chiese, i banchetti nuziali, per il bouquet delle spose e in aromaterapia per le sue benefiche essenze dal potere rilassante.

lilium-linguaggio-fiori

Linguaggio dei fiori

Il Lilium soprattutto quello bianco simboleggia l’innocenza, la verginità e il candore.

Il Lilium è una pianta velenosa?

In base alla varietà si ha un diverso grado di tossicità che è molto elevata in specie quali:

  • Asiatic
  • Easter
  • Tigre

Sono pericolosi soprattutto per gli animali di piccola taglia, quali i gatti in cui possono indurre insufficienza renale.

In caso di avvelenamento portare subito dal veterinario che indurrà il vomito e somministrerà carbone vegetale.

Galleria foto Lilium

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta