Guava coltivazione


Guava-frutti

La Guava è un albero da frutto tropicale coltivato anche nei frutteti italiani per il sapore raffinato dei suoi dolci e benefici frutti ricchissimi di vitamina C e di sostanze antiossidanti.

Guava-albero-da-frutto


Caratteristiche Guava – Psidium guajava

La Guava, nome scientifico Psidium guajava, è una pianta perenne della famiglia delle Mirtaceae originaria dell’America centro-meridionale diffusa e coltivata anche in vaso in tutte le zone con clima mite.

In Italia questo longevo albero da frutto ha trovato in Sicilia il suo ambiente ideale di coltivazione.

Si tratta di un albero sempreverde che nei paesi di origine supera i 10 metri di altezza mentre alle nostre latitudini si attesta quasi sempre intorno ai 4 metri.

L’albero è dotato di un robusto e profondo apparato radicale. Il tronco è eretto e la chioma variamente ramificata.

Guava-foglie

Le foglie, ovali o lanceolate, sono opposte, coriacee e di colore verde scuro. Alcune specie hanno la pagina superiore lucida e quella inferiore opaca e leggermente pelosa.

Guava-fiori

I fiori uguali a quelli del Mirto ma molto più grandi sono profumati e hanno la corolla composta da 5 petali larghi di colore bianco che fanno da corona a numerosi e lunghi stami di colore bianco-crema o giallo paglierino. I fiori portati sui rami di un anno sono solitari o riuniti in piccoli gruppi.

Guava-Guaiava-frutto

I frutti grandi quanto un limone e con forma piriforme, sferica o ellittica, hanno la scorza liscia o rugosa di colore giallo-verde. La polpa dal sapore agro-dolce, a seconda della varietà è bianco-gialla o rosa o rossa.

La polpa racchiude nel suo interno numerosi semi bianchi dotati di un’alta capacità di germinazione.

Guava

Fioritura della Guava: la pianta fiorisce in primavera. inoltrata producono grandi fiori di colore candido,a piumino: da lontano un albero di guava in fiori potrebbe ricordare un enorme mirto di dimensioni eccezionali.

Guava-coltivazione

Coltivazione della Guava – Psidium guajava

Esposizione: predilige i luoghi soleggiati per molte ore al giorno. Teme il gelo e il vento ma resiste a temperature fino a 0°C. In caso di temperature troppo basse perde tutte o parte delle foglie.

Terreno: la pianta per poter fiorire e fruttificare richiede un terreno leggero, lavorato a fondo, ricco di sostanza organica e molto ben drenato. Il substrato ideale di coltivazione è un terreno misto a sabbia e a pH leggermente acido o neutro. Il pH alcalino predispone la pianta alla clorosi ferrica.

Annaffiature: anche se sopporta molto bene anche periodi di prolungata siccità si consiglia di annaffiarla regolarmente durante la fioritura e soprattutto durante il periodo della produzione dei frutti. La mancanza di acqua provoca infatti un rallentamento della crescita dei frutti e una raccolta meno abbondante.

Concimazione: ogni pianta di Guava per poter fruttificare abbondantemente necessita di un concime ternario a base di azoto, (N), fosforo (P), e potassio (K) nelle seguente proporzioni: circa 100-200 grammi di azoto per ogni pianta e 50-100 grammi di fosforo e potassio.

Guava-coltivazione-vaso

Guava coltivazione in vaso

Nelle zone con clima invernale mite la Guava può essere coltivata anche in giardino. Nelle zone invece caratterizzate da un clima invernale più rigido, questo albero da frutto può essere coltivato come pianta ornamentale anche in vaso e, in questo caso, le sue dimensioni saranno molto più contenute.

Il vaso durante il periodo autunno-inverno va spostato in luogo riparato dal freddo e soprattutto dal gelo. la guava allevata in vaso va supportata con un tutore per favorire lo sviluppo eretto del fusto.

Rinvaso-pianta

Rinvaso della Guava

Il rinvaso va fatto in primavera utilizzando un contenitore più grande del precedente e utilizzando terriccio fresco e fertile. La pianta va rinvasata con tutto il pane di terra che avvolge le radici.

Guava-frutto-semi

Moltiplicazione Guava

La Guava si riproduce facilmente per seme ma può essere propagato anche per via vegetativa per radicazione dei polloni, mediante talea, per margotta e per innesto.

Moltiplicazione per seme

La semina è la tecnica più praticata.

I semi si interrano a circa 1 cm di profondità in un terreno specifico. Dopo la germinazione  e quando le piante saranno abbastanza robuste potranno essere trasferite in vasi singoli ed allevate in essi fino al momento dell’impianto a dimora definitiva. La fruttificazione dal 2 -4 anno di vita della Guava.

Impianto della Guava

Le piante di Guava vanno poste a dimora in buche profonde e larghe il doppio delle dimensioni del pane di terra che avvolge le radici. Il sesto d’impianto prevede una distanza di circa 5 metri sulle file e 6 metri tra le file.  Le piante daranno frutti almeno per 20 anni.

Potatura della Guava

A fine inverno si cimano i rami apicali; si potano i rami danneggiati dal freddo. Se l’albero è fortemente danneggiato può essere potato alla base senza alcun problema per favorire il ricaccio di nuovi polloni. Questo albero è caratterizzato da una rapida ripresa anche nelle condizioni più estreme.

Guava-raccolta-frutti

Maturazione e raccolta dei frutti della Guava

I frutti maturano in modo scalare nel periodo autunno-inverno. In Sicilia, la regione che vanta il primato della coltivazione della Guava, la raccolta dei frutti avviene tra la fine di ottobre fino alla metà del mese di dicembre.

Guava-parassiti

Parassiti e malattie della Guava

Nei luoghi di origine la pianta di Guava è suscettibile a varie malattie fungine, a diversi attacchi di parassiti animali e soprattutto al cancro dei frutti.

Alle nostre latitudini, invece, questo bellissimo albero da frutto è resistente ai parassiti comuni quali cocciniglia, afidi e tra le malattie fungine è suscettibile solo al marciume delle radici causato da un terreno di coltura non è ben drenato.

Guava-varietà

Varietà di Guava

Tra le specie più coltivate ricordiamo:
Guava- Psidium cattleianum

  • la guava Psidium littorale: una varietà di dimensioni ma molto resistente che si presenta come un piccolo albero molto ramificato con foglie ellittiche, grandi da 5 a 10 cm, fiori singoli bianchi, e frutti sono globosi di colore rosso o giallo con polpa bianca. Si riproduce per semi.
  • la guava Psidium cattleianum: una specie molto rustica che presenta foglie lisce, lucide e appuntite, frutti piccoli e numerosi.

Guava-usi

Usi alimentari dei frutti della Guava

Il frutto di Guava è un frutto esotico ricco di  vitamina C (quattro volte quello delle arance), moderati livelli di vitamine del gruppo B, e da minerali quali rame, fosforo, manganese e potassio, carotenoidi, antociani, retinoidi, omega-3, fibre (elevata quantità di pectina).

guava-polpa

I frutti di Guava sono ipocalorici e si consumano crudi e freschi oppure vengono utilizzati per la produzione di gelatine, succhi, marmellate, sciroppi e liquori digestivi.

Calorie e valori nutrizionali del Guava

100 g di Guava apportano circa 68 Calorie, 14 g di Carboidrati, 2,6 g di Proteine, 1 g di Grassi.

Guava- Psidium littorale

Usi medicinali della Guava

Le varie parti dell’albero vengono impiegate a scopo medicinale per la cura di patologie cardiovascolari, contro il diabete mellito, contro i tumori, contro il vomito, la diarrea, gastroenteriti, ulcera, mal di denti, infezioni della pelle.

Guava-frutti

Curiosità sulla Guava

La Guava in molti Paesi (per esempio in Thailandia) viene venduto come street food e si serve con peperoncino macinato, sale o zucchero.

Gli antichi abitanti dell’America centrale sfruttavano le proprietà analgesiche delle foglie fresche della Guava per preparare infusi e decotti medicamentosi e utilizzavano i frutti come sostituti della mela cotogna per fare delle ottime marmellate.

Il frutto di Guava è l’ingrediente principale della goiabada, il tipico dolce brasiliano conosciuto anche pasta di guava.

Galleria foto Guava –  Psidium guajava

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News

Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta