Citronella coltivazione


citronella

La Citronella, Cymbopogon, è una pianta aromatica originaria dell’Asia meridionale coltivata nei giardini e in vaso a scopo ornamentale, conosciuta anche con il nome di lemongrass o erba limone.

pianta-di-citronella


Caratteristiche della citronella

La citronella è pianta graminacea cespugliosa e sempreverde della famiglia delle Poaceae originaria del Sud-est Asiatico dove è diffusa allo stato spontaneo nelle aree del bacino del Mediterraneo, in Africa, in Asia e in quasi tutte le regioni e le isole italiane escluso la Pianura padana e le regioni settentrionali.

La pianta è provvista di un robusto apparato radicale di tipo fascicolato-rizomatoso ben ancorato al terreno. La parte aerea della citronella, a portamento cespuglioso, è costituita da numerosi fusti eretti simili a canne di Bambù cespi che generalmente superano il metro di altezza.

Le foglie numerose, prive di picciolo e di consistenza cartacea, sono nastriformi, di colore verde brillante e con aspetto ricadente nella parte apicale. I margini delle foglie della citronella sono taglienti come le lame di un coltello ben affilato.

citronella-foglie

I fusti e le foglie di questa pianta dal design naturale ed elegante diffondono un gradevole profumo di agrumi che si avverte maggiormente quando quando si stropicciano tra le dita.

Citronella-Lemongrass

Coltivazione della Citronella

Esposizione: la citronella ama i luoghi soleggiati e riparati dal vento. Teme il freddo dell’inverno soprattutto le gelate notturne. La temperatura ottimale di coltivazione non deve essere inferiore ai 10° C:

Terreno: anche se cresce forte e rigogliosa nel comune terreno da giardino con qualsiasi valore di pH (acido, neutro o alcalino), predilige quelli umidi, ricchi di sostanza organica, ben drenati e a pH leggermente basico .

Annaffiature: la citronella ama i terreni umidi e pertanto va regolarmente irrigata da marzo a ottobre, bagnando il terreno fino in profondità evitando però i ristagni idrici. Le annaffiature vanno effettuate con maggiore frequenza nei periodi più siccitosi. Quando le radici della citronella fuoriescono dai fori per il drenaggio dell’acqua, è di certo giunto il momento del travaso. Per la divisione dei cespi di citronella, è inoltre utile utilizzare dei vasetti colmi d’acqua per favorire il radicamento.

Per la pianta allevata in vaso bisogna evitare assolutamente che il substrato si asciughi completamente.

Concimazione: ogni 3 – 4 mesi con concime granulare a lento rilascio specifico per piante verdi ricco in azoto, (N); fosforo (P) e soprattutto potassio (K). In alternativa per una maggiore produzione di olio essenziale, si può arricchire il terreno con dello stallatico ben maturo o come nel caso degli agrumi somministrando i lupini macinati.

erba-citronella

Moltiplicazione della citronella

La pianta si riproduce naturalmente per seme ma la si può propagare più facilmente mediante la divisione dei cespi.

Moltiplicazione per seme

Viene praticata raramente in quanto i risultati non sono sempre positivi ed ottimali.

La semina va fatta in semenzaio o in cassone tra marzo e luglio utilizzando un substrato specifico, che dovrà essere mantenuto sempre umido fino alla comparsa dei germogli.

Nella primavera successiva, quando la pianta sarà abbastanza forte, potrà essere messa a dimora definitiva in giardino o in un vaso di medie dimensioni.

Moltiplicazione dei cespi

Si tratta di una riproduzione vegetativa agamica che assicura piante con le stesse caratteristiche genetiche di quella madre e che dà risultati soddisfacenti fin da subito e che solitamente si effettua in autunno, periodo in cui la pianta entra in riposo vegetativo.

Si scelgono i cespi più sani; si estraggono dal terreno e si separano dalla pianta madre quelli che hanno radici più vigorose e ben sviluppate. I cespi divisi si impiantano subito in un miscuglio di torba e sabbia fino a quando non compaiono nuove foglie. Per tutto il tempo necessario alla radicazione il contenitore va tenuto al riparo in un luogo in cui la temperatura non sia inferiore ai 10° C.

Per ridurre i tempi di radicazione, i cespi di Citronella possono essere messi anche in acqua.

Impianto o messa a dimora in piena terra

La pianta di citronella può essere messa a dimora in piena terra e anche in vaso in primavera quando il rischio delle gelate notturne è del tutto scongiurato.

L’impianta va fatto in buche ben lavorate e profonde circa il doppio delle dimensioni del pane di terra che avvolge le radici.

Se si vuole impiantare più di una pianta è bene metterle a distanza di circa 1 metro l’una dall’altra. Per favorire il drenaggio dell’acqua delle annaffiature si consiglia di mettere sul fondo delle buche uno strato di sabbia grossolana, di ghiaia o del comune pietrisco.

Dopo l’impianto il terreno va compattato ben bene tutto intorno al colletto della citronella.

Impianto in vaso

Se si vuole allevare la pianta di Citronella in vaso, da mettere sul terrazzo come pianta ornamentale e antizanzare per ottenere esemplari forti e vigorosi si consiglia di utilizzare un contenitore di medie dimensioni, in modo da poterlo agevolmente spostare durante l’inverno in un luogo riparato.

Poichè la Citronella teme il marciume delle radici anche in questo caso è bene stratificare sul fondo del vaso della ghiaia, coprirla con terriccio fresco e fertile e procedere poi con l’impianto.

Una volta che la pianta è stata posizionata nel vaso, si aggiunge il terriccio lasciando intravedere un po’ di bulbo.

Rinvaso-pianta

Rinvaso della Citronella

Il rinvaso delle piante coltivate in vaso va fatto quando le radici fuoriescono dal foro di drenaggio dell’acqua utilizzando sempre lo stesso contenitore ma del terriccio nuovo e fertile. Per i successivi rinvasi si procederà allo stesso modo.

citronella

Potatura della Citronella

Per favorire l’incespimento, in autunno recidere le foglie all’altezza di circa 30 centimetri dal terreno.

citronelle-raccolta

Raccolta e conservazione

Per l’estrazione degli oli essenziali vengono raccolte le foglie di citronella.  Anche se la raccolta si può effettuare in qualunque momento si preferisce attendere il periodo in cui la concentrazione dell’olio aromatico sia al massimo. Si recidono le foglie al livello del terreno e si lasciano leggermente appassire prima di estrarre per distillazione l’essenza di citronella.

Parassiti e malattie della Citronella

Raramente la pianta viene attaccata da parassiti come afidi e cocciniglia ma soffre il marciume radicale causato dal ristagno idrico.

Cure e trattamenti

Eliminazione delle foglie secche; riparo dal freddo invernale per le piante coltivate in vaso; protezione delle piante allevate in piena terra con una leggera pacciamatura di paglia.

I trattamenti antiparassitari ed anticrittogamici con prodotti specifici o con prodotti biologici come l’antiparassitario all’ortica, al piretro o all’aglio, vanno effettuati nel periodo estivo, solo in caso di necessità e lontano dal periodo di fioritura delle altre piante presenti nelle immediate vicinanze.

zanzare

Usi e proprietà della citronella

La pianta viene utilizzata come repellente ntizanzare per il corpo e per la preparazione di candele.

Da non confondere con la cedronella o melissa officinale.

citronella-lemon-grass

 

Varietà di Citronella

Tra le diverse specie esistenti, circa 50, ricordiamo la:

  • Cymbopogon nardus: questa specie è conosciuta comunemente come  Citronella di Ceylon è una pianta aromatica utilizzata per l’estrazione degli oli essenziali dall’aroma di limone.
  • Cymbopogon winterianus: nota come Citronella di Java questa varietà è  utilizzata in tutto il mondo a scopo commerciale perchè molto più ricca di oli ed essenze aromatiche.

citronella

Curiosità e proprietà della citronella

Nei paesi africani la Citronella vien usata per la preparazione di té e di tisane aromatiche molto gradevoli.

Proprietà anti-cancro

Secondo degli studi effettuati nel 2006 da un team di ricerca della Università Ben Gurion in Israele, la citronella della specie Cymbopogon citratus è causa di apoptosi ossia morte cellulare programmata di cellule cancerose: il citrale, una molecola trovata nella citronella, in  concentrazione di 44.5 muM induce la morte programmata nelle cellule cancerose.

gatto-2

Citronella contro i gatti

La citronella viene utilizzata anche come pianta che respinge i gatti in quanto il suo profumo disturba il loro delicato.

Se lo spazio disponibile non vi consente di coltivare la Citronella in vaso ma volete evitare lo sgradevole odore dello spruzzo del gatto potete mettere alla base delle piante dei batuffoli di cotone imbevuti con l’olio essenziale di citronella. Il rimedio è valido anche per gli ambienti interni della casa.

Citronella velenosa?

La citronella è edibile ossia commestibile e viene utilizzata anche per la preparazione di zuppe.

Galleria foto della citronella

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News
Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

  • silvana - - Rispondi

    Le piante di citronella che mi hanno venduto mi stanno invadendo letteralmente il giardino.
    Ma non sono come quelle che vedo nel vostro sito, le mie
    fanno dei fiorellini rosa.????

Lascia una risposta