Oleandro Nerium Oleander


Oleandro-coltivazione

L’oleandroNerium oleander,  è un sempreverde per lo più arbustivo, particolarmente adatto per siepi di separazione e per abbellire angoli smorti o rocciosi dei giardini.

E’ una pianta molto diffusa in Italia, soprattutto lungo le autostrade per la rapidità della sua crescita e per la sua spontanea diffusione.

oleandro-coltivazione


Caratteristiche generali dell’oleandro

L’oleandro è un arbusto originario dell’Asia appartenente alla famiglia delle Apocynaceae la stessa del Gelsomino del Madagascar o Stephanotis.

I fusti, di colore grigiastro, sono ricoperti da numerose foglie coriacee, lanceolate, lineari a margini interi di colore verde scuro.

pianta-oleandro-foglie-fiori

Le foglie come tutte le altri parti dell’arbusto sono velenose.

fiori oleandro

Sugli apici leggermente arcuati durante il periodo della fioritura compaiono infiorescenze a corimbo, composte da fiori semplici o doppi di colore diverso: bianco, rosa, rosso, giallo e fucsia.

oleandro-frutti

Dopo la fioritura, l’oleandro produce dei frutti simili a baccelli allungati che, a completa maturazione si si schiudono liberando dei semi leggeri e piumosi.

frutto-oleandro

Fioritura

L’oleandro fiorisce da giugno a settembre nelle sue splendide tonalità di colore.

oleandro

Coltivazione dell’oleandro

Esposizione

L’oleandro ama il clima mite e i luoghi soleggiati.

Terreno

Predilige i terreni sciolti, leggeri e ben drenati.

Annaffiature

Necessita di annaffiature normali e abbondanti d’estate soprattutto per le  specie allevate in vaso.

Concimazione

Richiede concimazioni nel periodo primaverile con concime a lenta cessione specifico per piante da fiore.

fiori-oleandro

Moltiplicazione dell’oleandro

L’oleandro si propaga per seme, per talea. Guida alla Semina dell’oleandro

semi-oleandro

Talea: le talee dei germogli laterali prelevati all’inizio dell’estate si mettono a radicare nella sabbia fino a completa radicazione.

Impianto dell’oleandro

Si effettua dall’inizio dell’autunno fino a marzo.

rinvaso

Rinvaso dell’oleandro

Le specie di oleandro allevate in vaso necessitano di travasi ogni anno. Guida al rinvaso dell’oleandro

oleandro-potatura

Potatura dell’oleandro

L’oleandro richiede una drastica potatura se si tratta di un esemplare adulto, in caso contrario basta eliminare i rami secchi e spogli.

La potatura va fatta in generale dopo la fioritura.

afidi-oleandro

Malattie e parassiti dell’oleandro

L’oleandro teme gli afidi, la cocciniglia e la fumaggine.

Cure

Eliminazione dei rami secchi e dei fiori appassiti.

pianta-oleandro

Curiosità e cose da sapere sull’oleandro

Nel film White Oleander, Michelle Pfeiffer utilizza l’essenza di oleandro per uccidere il suo amante.

La storia ci racconta che diversi soldati delle truppe napoleoniche morirono per avvelenamento dopo aver usato rami di oleandro come spiedi nella cottura della carne alla brace, durante le campagne militari in Italia.

L’oleandro è velenoso?

L’oleandro è una pianta velenosa sia per l’uomo che per gli animali domestici quali cani e gatti, per la presenza di alcaloidi, oleandrina, cardenolidi, ed ogni sua parte è tossica : corteccia, foglie, semi e fiori.

E’ una pianta velenosa anche per i cavalli, ma anche per i bovini e piccoli carnivori.

Nei cavalli si verifica la comparsa di gravi e profonde lesioni a livello della mucosa orale. La morte sopraggiunge per collasso cardio-respiratorio solo nel caso in cui se ne ingeriscano grandi quantità.

Se ingerita può provocare tachicardia, disturbi gastrici e del sistema nervoso e nei casi più gravi la morte.

Per la coltivazione e le cure dell’oleandro si consiglia l’uso dei guanti da giardinaggio per evitare contatti diretti.

Galleria foto dell’oleandro

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News
Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

  • pippo - - Rispondi

    Come posso curare la fumaggine dei miei oleandri? sono a Bergamo e le piante sono interrate a ridosso della casa con moltissime foglie che sembrano piene di "fuliggine " grazie.-

  • Gabriella Costa - - Rispondi

    Il mio oleandro, in piena terra, ha tutti i fiori rinsecchiti e neri avvolti da ragnatela fittissima.Come posso intervenire.

    • LauraB - - Rispondi

      L’oleandro è una pianta ornamentale che ama il pieno sole ed è suscettibile alle malattie fungine come l’oidio o mal bianco. alla fumaggine, ai parassiti comuni come afidi neri, cocciniglia cotonosa e ragnetto rosso.
      Per prevenire e combattere le infestazioni parassitarie e le fungine bisogna trattare la pianta con prodotti specifici a base di rame oppure con antiparassitari biologici come una soluzione acquosa di sapone di Marsiglia, di piretro, di ortica o di aglio. Contro le cocciniglie efficace è l’olio bianco

      Il ragnetto rosso va debellato utilizzando un acaricida, in quanto è resistente agli insetticidi più comunemente diffusi.

Lascia una risposta