Jacaranda coltivazione


jacaranda-foto


La Jacaranda mimosifolia, conosciuta comunemente come bignonia azzurra, è una bellissima pianta ornamentale coltivata alle nostre latitudini nei parchi pubblici, nei giardini e anche in vaso.

Jacaranda-mimosifolia


Caratteristiche generali Jacaranda

Il genere Jacaranda, famiglia delle Bignoniaceae, comprende diverse piante originarie dell’Africa, dell’America centrale, del Brasile e dell’Argentina.

La più diffusa del genere è la Jacaranda mimosifolia, chiamata comunemente Jacaranda o bignonia azzurra, coltivata alle nostre latitudini nei parchi pubblici, nei giardini e anche in vaso.

jacaranda-mimosifolia


Leggi anche: Bignonia potatura

Si tratta di pianta caducifoglia a portamento arboreo o arbustivo, che ricorda nell’aspetto e nel fogliame la mimosa.

Il tronco, alto anche 20 metri, si allarga verso l’alto formando una grande chioma espansa.

Jacaranda-rami

I rami nodosi, fitti e di colore marrone chiaro, con la ripresa vegetativa, si coprono di  grandi foglie opposte, bipennate che, come quelle della mimosa, sono composte da foglioline lanceolate e appuntite.

jacaranda-mimosifolia

Durante il periodo della fioritura la pianta si ricopre di bellissime infiorescenze a pannocchia composte da numerosi fiori tubolari con corolla di colore blu o viola porpora.

Jacaranda-bignonia azzurra

I fiori, come nell’albero di Giuda o siliquastro, compaiono sui rami prima delle foglie.

Jacaranda-fiori


Potrebbe interessarti: Bignonia coltivazione

Ai fiori seguono i frutti delle capsule bivalve di colore marrone scuro contenenti al loro interno diversi semi alati.

Jacaranda-frutti

Fioritura

La Jacaranda fiorisce due volte all’anno, in tarda primavera e in autunno.

Jacaranda-fioritura

Coltivazione della Jacaranda

Esposizione

E’ una pianta che ama i luoghi luminosi e soleggiati per molte ore al giorno. Sopporta bene le alte temperature. Teme il freddo e le temperature inferiori agli 0°C .

Terreno

Predilige il terreno umido, ricco di sostanza organica e ben drenato. Il substrato ottimale di coltivazione Si utilizza un buon terriccio fertile mescolato a della sabbia grossolana.

Annaffiature

Le piante di Jacaranda allevate in piena terra si accontentano delle acque piovane quelle coltivate in vaso vanno annaffiate regolarmente dalla primavera a tutta l’estate. Durante il periodo autunno -inverno ci si limita a mantenere il terreno appena umido.

Concime-granulare

Concimazione

Nel periodo primavera – estate, ogni 15 giorni, somministrare del concime liquido specifico per piante da fiore. Alle piante allevate in piena terra si può somministrare ogni 2 mesi del concime granulare a lento rilascio.

rinvaso

Rinvaso delle Jacaranda

Le radici di questa pianta tendono ad occupare tutto lo spazio disponibile e per questo motivo si rinvasano ogni anno in primavera fino ad utilizzare un vaso di 30 – 40 cm di diametro. Negli anni successivi basta sostituire circa 5 cm di terreno superficiale con del nuovo terriccio.

Si utilizza un buon terriccio fertile mescolato a della sabbia grossolana e preferibilmente vasi di terracotta che, rispetto ai vasi di plastica, consentono al terreno di respirare.

capsule-jacaranda

Moltiplicazione Jacaranda

La pianta si riproduce per seme e viene propagata per via agamica per talea.

Prima di effettuare la semina in un semenzaio contenente un terriccio specifico, i semi vanno fatti ammollare in acqua per 24 ore e poi piantati.

Impianto o messa a dimora

Le nuove e giovani piantine  di Jacaranda vanno allevate almeno 2 anni in ambiente protetto prima di essere messe a dimora in piena terra.

Il  periodo ideale per la messa a dimora è quello primaverile, in presenza di temperature dai 16°C ai 21°C.

jacaranda-albero

Potatura Jacaranda mimosifolia

Gli interventi di potatura si effettuano solo se necessari e di solito vanno fatti solo per contenerne lo sviluppo o per dare armonia alla forma. Si potano i rami secchi e quelli danneggiati dal freddo.

Jacaranda-parassiti

Parassiti e malattie della Jacaranda

E’ una pianta che raramente viene attaccata dalla cocciniglia e dagli afidi, non soffre patologie di natura fungina.

Cure e trattamenti

La Jacaranda è una pianta di facile coltivazione che non necessita di cure particolari. Eventuali infestazioni parassitarie vanno combattuti con prodotti chimici specifici efficaci nella risoluzione rapida del problema.

Utilizzi della Jacaranda

In giardinaggio questa pianta dall’alto valore ornamentale viene impiegata come elemento singolo per abbellire i giardini privati, i parchi pubblici e in filari come alberatura dei viali delle città.

La città di Pretoria in Sudafrica è famosa anche col nome di Città della Jacaranda proprio in riferimento alla enorme quantità di piante presenti in tutti gli spazi verdi pubblici e privati

Il suo legno viene utilizzato per la produzione di strumenti musicali quali pianoforte e chitarre.

Linguaggio dei fiori e delle piante

La Jacaranda è simbolo di saggezza, rinascita, ricchezza. E’ simbolo anche di buona fortuna,  soprattutto se un petalo del fiore cadendo si appoggia delicatamente sulla testa.

Semi-alati

Curiosità sulla Jacaranda

La Jacaranda chiamata anche falso palissandro è come la Robinia una pianta che con il tempo tende a soppiantare le altre specie vegetali del luogo data l’alta germinabilità dei suoi semi.

La città di Pretoria in Sudafrica è anche detta “Città della Jacaranda“ per l’enorme numero di piante presenti nei viali stradali e nei giardini sia pubblici che privati.

Galleria foto Jacaranda

LauraB

Commenti: Vedi tutto