Clematide – Clematis coltivazione


Clematide-foto

La Clematide è una bellissima pianta rampicante apprezzata per la bellezza dei suoi vistosi fiori e per il fogliame di colore verde intenso.

Clematide-fiore-bianco


Caratteristiche generali della Clematide

La Clematide o Clematis è un genere di piante diffuso in tutto il mondo che comprende diverse varietà tutte appartenenti alla famiglia delle Ranunculaceae.

La pianta, a sviluppo rampicante, generalmente è composta da  fusti sottili e semilegnosi provvisti di sottili viticci con cui si attaccano a sostegni di varia natura.

clematide-foglie

Le foglie opposte e di colore verde scuro sono ricoperte da una sottile peluria chiara.

clematide-fiore

I fiori, di forma e colore diverso a seconda delle specie e delle varietà, sono privi di corolla ma provvisti di un vistoso calice, formato di solito da 4-5 sepali ovati nei toni del bianco, del rosa, del blu e del viola.

clematis-clematide-fiore

Ai fiori seguono dei particolari frutti detti acheni provvisti di appendice piumosa.

clematis-fioritura

Fioritura: le clematis iniziano a fiorire dalla primavera inoltrata fino agli inizi dell’autunno.

clematide-coltivazione

Coltivazione della Clematide

Esposizione: ama le posizioni luminose e riparate dai venti. La parte basale teme il caldo e per questo motivo è consigliabile mantenere il piede e le radici in luogo fresco e protetto dal sole eccessivo. La clematide non teme il freddo anche se la maggior parte delle specie perde le foglie durante l’inverno.

terriccio-caratteristiche

Terreno: predilige il terreno leggermente alcalino (con un pH tra 6 e 7), fertile, umido, fresco e ben drenato.

Annaffiature: dalla primavera fino all’autunno annaffiare con regolarità, in modo da mantenere il terreno sempre umido.

Concime-granulare

Concimazione: somministrare del concime specifico per piante da fiore ad alto contenuto di azoto e potassio almeno ogni 10-12 giorni.

Clematide-fiore-rosa

Moltiplicazione della Clematide

La Clematide si propaga per seme e per talea di rami semi legnosi. La semina va fatta in primavera verso la prima decade di marzo.

Clematide-potatura

Talea di Clematide

In estate, si prelevano talee semi legnose lunghe circa 15 cm con almeno due gemme alla base. Le talee vanno messe a radicare in vasi riempiti con un miscuglio di torba e sabbia.

A radicazione avvenuta, le nuove piantine vanno trasferite in singoli contenitori e allevate come le piante adulte.

clematide-clematis

Impianto della Clematide

La messa a dimora definitiva delle piantine andrà effettuata in autunno (ottobre), in buche profonde circa 50 cm e larghe il doppio del contenitore.

clematide-rinvaso

Rinvaso della Clematide

Le specie di allevate in vaso, vanno rinvasate ogni due anni utilizzando nuovo terriccio, un contenitore più grande e dei tutori per il sostegno della parte aerea della pianta.

clematis-potatura

Potatura della Clematide

Gli interventi di potatura, effettuati dopo la fioritura, vanno limitati al minimo: si recidono i rami secchi e  qualche fusto troppo lungo se si vuole contenere lo sviluppo della pianta.

clematide-pianta-rampicante

Parassiti e malattie della Clematide

Le clematis temono le lumache e gli afidi che danneggiano vistosamente le foglie.

lumache

Per quanto riguarda le malattie funginee soffrono il mal bianco o oidio che si manifesta sulle foglie e sui fiori sotto forma di depositi di polvere biancastra.

clematis-significato

Linguaggio dei fiori

La clematide è il simbolo della fortuna e del buon auspicio.

Galleria foto Clematide

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News

Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta