Asparagina coltivazione


Asparagina-Asparagus

L’ asparagina è una pianta sempreverde ornamentale facile da coltivare in giardino e in vaso.

Asparagina-Asparagus


Caratteristiche dell’Asparagina o Asparagus sprengeri

Al genere Asparagus della famiglia delle Asparagaceae o Liliaceae appartengono diverse varietà, e la più conosciuta è l’Asparagus sprengeri comunemente chiamato Asparagina, una specie perenne sempreverde originaria dell’Europa, dell’Asia e dell’Africa.

L’Asparagina è una pianta cespugliosa provvista di un rizoma (organo di riserva della pianta) che genera radici carnose e turioni (caratteristici germogli) di colore verde più o meno intenso.

I turioni con il passare del tempo ramificano, diventano coriacei e formano la parte vegetativa della pianta e possono raggiungere anche diversi metri di altezza.

Asparagina-rinvaso

Sui rami adulti, si sviluppano le spine e i cladodi (false foglie) a forma di ago. Le vere foglie dell’Aspargina sono i fillodi, delle piccole squame o spine appuntite.

I fiori, a forma di stella, non particolarmente appariscenti, sono piccoli di colore bianco – rosato o bianco -giallastro e leggermente profumati.

Asparagina-bacche

I frutti sono bacche sferiche contenenti numerosi e piccolissimi semi nerastri. Le bacche, di colore rosso, a maturazione completa possono essere scambiate con quelle del Pungitopo con quelle del  Solano rampicante.

Fioritura: fiorisce in estate per pochissimo tempo, al massimo due-tre settimane.

Asparagina-coltivazione

Coltivazione Asparagina

Esposizione: predilige i luoghi luminosi e ben arieggiati; non ama non il sole diretto e le temperature minime inferiori ai 7°C.

Terreno: cresce forte e rigogliosa nel terreno soffice e ben drenato.

Annaffiature: Nei mesi primaverili ed estivi va annaffiato abbondantemente avendo cura di non far ristagnare l’acqua nel sottovaso. gli altri periodi dell’anno è bene ridurre al minimo le annaffiature, giusto il tanto necessario a non fare seccare del tutto il terriccio. E’ preferibile non utilizzare acqua calcarea ma piovana o demineralizzata.

Concime-granulare

Concimazione: ogni quindici giorni per tutto il periodo primavera – estate concimare la pianta con concime liquido specifico per piante verdi ricco in azoto (N), opportunamente diluito nell’acqua delle annaffiature. In alternativa fertilizzare la pianta, ogni 2 mesi, con del concime granulare a lento rilascio.

Rizoma

Moltiplicazione Asparagina

La pianta si propaga per seme. Per ottenere esemplari con le stesse caratteristiche della pianta madre si preferisce moltiplicarla per divisione dei rizomi (come si fa per le calle e per l’iris e altre varietà di ornamentali provviste di questa particolare radice).

La divisione dei rizomi e la semina sono tecniche che vanno effettuate entrambe nel periodo primaverile.

Rinvaso-pianta

Rinvaso Asparagina

La pianta si rinvasa in primavera e solo quando la pianta ha occupato tutto lo spazio disponibile.

Asparagina-potatura

Potatura Asparagina

Generalmente la pianta non va potata ma vanno comunque recisi i rami secchi o danneggiati dal freddo utilizzando delle cesoie ben affilate e disinfettate.

cocciniglia-mezzo-grano-pepe

Parassiti e malattie dell’Asparagina

Si tratta di una pianta abbastanza resistente agli attacchi degli afidi ma teme la cocciniglia bruna e il ragnetto rosso. Soffre il marciume delle radici a causa dei ristagni idrici.

Galleria foto Asparagina



Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta