Liquore di pesche con vino rosè secco


Liquore di pesche con vino rosè secco

Sommario

Un altro metodo per preparare il liquore di pesche è quello di sostituire l'alcool con il vino rosé secco e aggiungere anche un bicchiere d'acquavite: ingredienti, dosi, procedimento e calorie.

Tempo di preparazione:
30 minuti
Quantità:
6

Ingredienti Ricetta

  • Foglie di pesco 130 g
  • Zucchero semolato 250 g
  • Vino rosè 1 l
  • Acquavite 1 bicchiere
  • vaniglia 1 stecca

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 100 ml
  • Calorie 190

Liquore di pesche con vino rosé secco


Preparazione del liquore di pesche con il vino

A differenza del liquore di pesche, il liquore di pesche con vino rosé secco si prepara in soli quindici giorni, quindi se non avete tempo di aspettare oltre, allora forse è meglio scegliere questa ricetta.

Per preparare questo particolare liquore le foglie di pesco devono essere fresche e provenienti da colture biologiche o semplicemente non trattate con anticrittogamici.

foglie-pesco

Le foglie vanno pulite con un canovaccio umido per eliminare la polvere e poi sistemate, una sull’altra, in un vaso a chiusura ermetica.

A questo punto basta coprirle con lo zucchero, con del buon vino rosé secco, un bicchiere colmo d’acquavite e la vaniglia.

Tappate il barattolo scuotetelo per amalgamare gli ingredienti poi mettetelo in un luogo soleggiato per molte ore al giorno e come si fa per le amarene sciroppate , ricordatevi di agitarlo almeno una volta al giorno per favorire la fermentazione e lo scioglimento dello zucchero.

filtrato

Trascorso il tempo di macerazione, filtrate il liquore con un colino a rete fittissima.

Imbottigliatelo in bottiglie sterilizzate e tappate. Conservate il liquore  in un luogo fresco e buio e lasciatelo riposare almeno 2 settimane prima di servirlo con dessert o altri tipi di dolci.

Il liquore di pesche con vino rosé secco si è pronto per essere gustato!

Consiglio

Servite questo delizioso liquore di pesche al vino rosè freddissimo magari con qualche cubetto di ghiaccio.

Se il liquore appare torbido, filtratelo una seconda volta mettendo una garza sterile sul passino.

Ricette con le pesche

Pesche

Informazioni utili sulle pesche

Le pesche sono frutti estivi largamente utilizzate fresche sulla tavola di tutti i giorni e largamente impiegate per la preparazione di conserve invernali gustose come: marmellata, confettura, gelatina, liquore, tè alla pesca. Le pesche sciroppate ad esempio che vengono preparate anche in casa con la classica ricetta della nonna vengono conservate per tutto l’inverno e utilizzate per preparare dessert light, torta di pesche con panna, strudel, biscotti farciti ecc.

Curiosità

La coltivazione del Pesco, Prunus persica, fu introdotta in Italia e nel resto dell’Europa da Alessandro Magno che rimase colpito dalla bellezza dell’albero mentre visitava i giardini di Dario III in Persia.
La pesca è un frutto antichissimo e pare che i primi noccioli ritrovati nella provincia di Haboi risalgano al 1570- 1045 avanti Cristo.
Il maggiore produttore mondiale di pesche è la Cina seguita dagli Stati Uniti, Italia, Spagna e Grecia.
La pesca con i suoi colori rosati è stata fonte di ispirazioni di artisti famosi infatti sono raffigurate nei quadri di Caravaggio, Monet, Renoir e Van Gogh.
Le pesche erano i frutti consacrati ad Arpocrate il dio egizio del silenzio.

Galleria foto ricette pesche

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta