Quattro piante per tenere lontane le zanzare

Tiziana Morganti
  • Dott. Storia Moderna
23/08/2022

Questi insetti hanno il potere di rovinare una piacevole cena fuori con la loro presenza non invitata. La natura, però, corre in nostro aiuto grazie a delle piante che, con il loro profumo, riescono a tenere alla lontana le zanzare.  Scopriamo quali sono.

Citronella

Sapete qual è il nemico più grande delle serate d’estate? Quello in grado di rendere insopportabile anche la più piacevole delle cene od una divertente riunione tra amici? La risposta è una sola e chiama in causa, senza alcun dubbio, le zanzare. Per questo motivo, dunque, nel corso del tempo sono state attuate diverse tecniche si sopravvivenza tra cui candele di citronella o unguenti a base chimica, che dovrebbero produrre un odore repellente per questo fastidioso insetto.

La natura, però, spesso presenta il problema e, al tempo stesso, anche la soluzione. Non tutti sanno, infatti, che proprio dall’ambiente arrivano quattro diverse soluzioni capaci di tenere le zanzare alla larga dal vostro giardino o terrazzo. Gli alleati a questa lotta silente, infatti, sono proprio delle piante, indispensabili per ottenere uno spazio esterno e delle cene a prova di punture e pruriti.

Oltre alla  ben nota e già citara citronella ci sono anche la lavanda, la cannella e la melaleuca. Come preannunciato la citronella viene utilizzata spesso tra gli ingredienti dei vari repellenti. Non tutti, però, pensano a coltivare questa pianta per un approccio più naturale ed ecosostenibile. Il suo odore, per noi particolarmente gradevole, è praticamente insostenibile per una zanzara. Un altro profumo che questo insetto proprio non sopporta è quello della lavanda. Per questo motivo si suggerisce d’inserire la sua presenza all’interno di un giardino o in ampi vasi da porre strategicamente sul terrazzo.

Meno conosciuta è sicuramente la melaleuca che, se da una parte agisce direttamente per annullare la presenza di vari insetti, dall’altra è molto utile proprio per alleviare il prurito e il fastidio che deriva dalle punture. Per questo è sempre consigliato portare con se una bottiglietta di olio essenziale da far assorbire immediatamente dalla parte interessata. Terminiamo con la cannella, famosa per il suo ruolo in cucina, ma meno nota per la lotta alle zanzare.

Rispetto alle altre soluzioni sembra che abbia addirittura un effetto più impattante. Oltre a tenere alla larga le zanzare adulte, una pianta di cannella sembra agire anche sulle larve, portandole alla morte. Come utilizzare nel migliore dei modi le sue proprietà? Il consiglio è di avere sempre a portata di mano un olio essenziale e diluire alcune gocce in una ciotola d’acqua da posizionare nell’ambiente o nello spazio da proteggere.