Giacinto d’acqua Giglio Eichhornia crassipes


giacinto-dacqua

Il giacinto d’acqua è una pianta galleggiante apprezzata come pianta ornamentale da fiore per abbellire i laghetti artificiali e perchè facile da coltivare anche in vaso.

eichhornia-crassipes-pianta-acquatica


Caratteristiche Giacinto d’acqua – Eichhornia crassipes

Il giacinto d’acquaEichhornia crassipes, chiamato comunemente anche giglio d’acqua è una pianta erbacea perenne della famiglia delle Pontederiaceae originaria dell’Amazzonia diffusa in molte regioni tropicali sulla superficie di fiumi, canali e laghi.

In Italia, l’Eichhornia crassipes è diffusa in molte regioni del Nord, del Centro e Sud Italia infatti è presente presente in Lombardia, Toscana, Lazio, Campania, Sicilia e Sardegna.

Il giacinto d’acqua è una pianta idrofita provvista di organi perennanti, rizoma e propagoli che, come nelle ninfee, sono sommersi durante il periodo di riposo vegetativo.

L’Eichhornia crassipes pur essendo una pianta di piccole dimensioni ( 30 cm di altezza ) per la capacità di proliferazione molto rapida viene considerata una delle piante acquatiche più invasive e, poichè la sua presenza compromette lo sviluppo di altre forme di vita, è stata inserita nella lista delle 100 piante più dannose al mondo.

giacinto-dacqua-foglie

Il giacinto d’acqua è dotato di un apparato radicale rizomatoso o bulboso che genera lunghe radici nere mobili che pescano a circa 15 nell’acqua. La parte aerea è formata da stoloni cilindrici di colore verde scuro e di consistenza carnosa.

Le foglie, cuoiose, rotonde o ovali, con margini lisci e lievemente ondulati ai lati, sono di colore verde scuro.

Le foglie della pianta di Eichhornia galleggiano sull’acqua grazie ad un lungo picciolo spugnoso e gonfio d’aria simile ad una piccola boa.

giacinto-dacqua-fiori

I fiori, vistosi, profumati e simili alle orchidee, sono riuniti in grandi infiorescenze a spighe. La corolla dei fiori del giacinto d’acqua è formata da grandi petali di colore blu -vola con maculature gialle nella parte apicale. da centro della corolla puntano lunghi pistilli bianche che contrastano con il colore scuro degli stami.

In estate il giacinto d’acqua produce delle capsule contenenti semi fertili capaci di germinare anche dopo 10 -15 anni dalla raccolta se conservati in un luogo asciutto e fresco.

Fioritura del giacinto d’acqua: fiorisce per tutta la primavera.

giacinto-dacqua-coltivazione

Coltivazione Giacinto d’acqua

  • Esposizione: l’Eichhornia crassipes preferisce le posizioni soleggiate, anche se cresce si sviluppa abbastanza bene anche in quelle ombrose. teme il freddo e le temperature al di sotto dei 10°.
  • Terreno: il giacinto d’acqua è una pianta acquatica e per questo motivo non necessita di terreno.
  • Annaffiature: non va annaffiata ma di tanto in tanto si consiglia un ricambio di parte dell’acqua stagnante per evitare la carenza di ossigeno.
  • Concimazione: prima della ripresa vegetativa e durante il periodo della fioritura somministrare nell’acqua un concime specifico per piante acquatiche come si fa per le ninfee o il papiro.

giacinto-dacqua-stoloni

Moltiplicazione del Giacinto d’acqua

La moltiplicazione del giacinto d’acqua avviene facilmente per seme e per divisone degli stoloni.

Moltiplicazione per seme

Per ottenere nuove piantine di giacinto d’acqua basta seminare i semi direttamente sul fondo del laghetto. Per la semina in vaso si consiglia di stratificare sul fondo 2 – 3 cm di terriccio e aggiungere 15  cm di acqua. In breve tempo dalla germinazione dei semi si formeranno tante nuove piante con le stesse caratteristiche della pianta adulta.

Moltiplicazione per divisione degli stoloni

Le piante di Eichhornia crassipes formano in poco tempo numerose colonie e per ottenere nuove piante, tra maggio e settembre, basta tagliare con forbici ben affilate uno stolone in più parti. Le porzioni  staccate vanno rimesse subito nel laghetto oppure in vasi contenenti acqua.

Giacinto-dacqua-coltivazione-vaso

Coltivazione in vaso del Giacinto d’acqua

Il giacinto d’acqua può essere facilmente coltivato anche in vaso in quanto non richiede particolare cure se non di periodici ricambi idrici e periodiche concimazioni. Per favorire ed ottenere una fioritura più persistente e duratura sarà sufficiente tenere il vaso in un luogo ben illuminato e caldo.

eichhornia-giacinto-dacqua

Parassiti e malattie del Giacinto d’acqua

Si trattata di una pianta rustica che generalmente non viene attaccata dai parassiti animali come gli afidi e la cocciniglia e dalle malattie fungine come l’oidio o mal bianco.

Cure e trattamenti

In inverno, trasferire le piante del giacinto d’acqua in un largo contenitore con acqua e terriccio sul fondo e collocarlo in un luogo caldo e al riparo dal vento.

Non appena le giornate saranno più calde, tra maggio – giugno, le piante potranno essere riportate all’aperto.

Per contenere la proliferazione eccessiva è consigliabile limitare la disemminazione raccogliendo i semi manualmente.

eichhornia-fiori

Usi del Giacinto d’acqua

Per contenere lo sviluppo eccessivo di questa pianta dannosa per la navigazione dei fiumi e per la sopravvivenza di altri organismi acquatici, le piante opportunamente essiccate in luoghi asciutti e lontani dall’acqua vengono utilizzate per migliorare la struttura dei terreni agrari e come fertilizzante naturale.

Lotta contro la diffusione infestante

Il metodo di lotta più efficace contro il giacinto d’acqua può essere la lotta biologica: con l’introduzione del coleottero Neochetina eichhorniae o del lepidottero Niphograpta albiguttalis, è possibile debellare questa pianta acquatica. Non si conoscono però le implicazioni della introduzione di nuove specie di insetti alieni in un nuovo ambiente.

Cose da utili da sapere

Galleria foto Giacinto d’acqua – Eichhornia crassipes

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger

Google News


Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta