Fiordaliso Centaurea coltivazione

Laura Bennet
  • Dott. in scienze biologiche

Centaurea-fiordaliso-rosa

Caratteristiche generali del fiordaliso – Centaurea cyanus

Il fiordaliso, Centaurea cyanus, è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle Composite o Asteraceae. Nei climi caldi la Centaurea cyanus cresce spontanea nei campi incolti, dal mare alla montagna. Alle nostre latitudini il fiordaliso viene coltivato come ornamentale come annuale, dato che le temperature troppo rigide ne provocano il dissecamento.

La parte ipogea della pianta è formata da una robusta radice fittonante-rizomatosa, quella aerea cresce formando un cespuglio alto mediamente 70 cm, composto da steli cilindri eretti ricoperti da un fogliame molto decorativo.

Le foglie sono alterne, ellittiche-lanceolate con bordi interi e lamine di colore verde – grigiastro ricoperte da una sottile e corta peluria biancastra. Le foglie basali sono grandi, pennate e disposte a rosetta mentre quelli cauline sono lanceolate più piccole e alternate lungo i fusti.

centaurea-fiordaliso-foglie

Sugli apici dei fusti, durante il periodo della fioritura, sbocciano bellissimi fiori di colore blu violetto, giallo, rosa e rosso porpora.

Centaurea

I fiori, simili a quelli del cardo mariano o del cardo marino, sono circondati da brattee spinose e solitamente riuniti in mazzetti. I fiori interni sono fertili  e di colore porpora chiaro mentre quelli esterni situati alla periferia del capolino sono sterili, con colonna tubulare lunga e divisa alla fauce in cinque lobi, di colore azzurro.

Semi-alati

I frutti sono piccoli acheni alati e leggeri che vengono facilmente dispersi nell’ambiente da leggere brezze di vento (anemofila) e ad opera di piccoli insetti tipo le formiche (mirmecoria).

Fioritura

Il Fiordaliso fiorisce dalla tarda primavera fino a ottobre inoltrato.

Centaurea

Coltivazione del Fiordaliso – Centaurea

Esposizione

Predilige i luoghi soleggiati e riparati dai venti ma se il clima estivo è troppo caldo cresce meglio all’ombra parziale soprattutto nelle ore più calde del giorno. Teme il freddo.

Terreno

Il fiordaliso anche se cresce senza problemi nel comune terreno da giardino predilige quello fertile.  sciolto, ricco di sostanza organica e soprattutto ben drenato.

Annaffiature

Necessita di annaffiature regolari e costanti quando il terreno è completamente asciutto per evitare la formazione dei ristagni idrici che potrebbero procurare l’insorgenza di marciumi radicali.

Concime

Potrebbe interessarti Pianta del cotone – Gossypium

Concimazione

Una volta al mese somministrare del concime liquido specifico per piante da fiore diluito nell’acqua delle annaffiature oppure, ogni 2 mesi, distribuire ai piedi della pianta del concime granulare a lenta cessione. Il fertilizzante deve avere un buon titolo in fosforo (P) e potassio (K) e deve a basso tenore di azoto (N) se si vuole evitare che produca molte foglie a scapito dei fiori.

Fiordaliso: coltivazione in vaso

E’ una pianta facile da coltivare anche in vaso purchè di dimensioni adeguate allo sviluppo dell’apparato e della parte aerea. Come sempre, per evitare che le radici vengano a contatto diretto con l’acqua di ristagno, sul fondo del vaso va posta una manciata di argilla espansa coperta poi con terriccio ben drenato, ricco di sostanza organica.  Le piantine di Fiordaliso vanno interrate fino al colletto e ben distanziate tra loro.

Moltiplicazione-fiordaliso

Moltiplicazione del fiordaliso Centaurea cyanus

La pianta si propaga facilmente per seme.

La semina si effettua o in semenzaio protetto a settembre o direttamente a dimora in primavera a seconda del clima.

Nelle regioni con clima invernale mite la semina può essere effettuata sia in autunno, settembre o ottobre) mentre in quelle in cui i mesi invernali sono molto rigidi il periodo migliore è quello primaverile.

Semina

I semi vanno distribuiti a spaglio sul terreno ben lavorato, soffice e leggero e coperti con sabbia o con terriccio leggero. Il terreno va poi mantenuto sempre umido ma non zuppo di acqua, fino alla comparsa delle piantine che generalmente fanno capolino dopo circa 10 giorni. Quando le piante di Fiordaliso sono facili da maneggiare si diradano a  20 a 40 cm, di distanza.

Potatura

Le piantine di fiordaliso nate da seme vanno cimate più volte durante la crescita per favorire l’emissione di nuovi getti laterali e per prolungare la produzione dei fiori.

Impianto o messa a dimora

Per realizzare bordure o aiuole ricche le piante di fiordaliso vanno poste in buche ben drenate e distanziate tra loro 50 cm.

Semina-semenzaio

Parassiti e malattie della Centaurea cyanus

La Centaurea raramente viene attaccata da parassiti animali ma tra le malattie fungine teme l’attacco dell’oidio o mal bianco se il clima è eccessivamente umido.

L’eccessivo apporto idrico può provocare il marciume delle radici e, quindi, il deperimento della pianta.

Le giovani piantine vengono danneggiate dalle chiocciole e dalle lumache. Al momento della semina, in autunno o primavera, può capitare le piantine diventino il pasto di chiocciole o limacce. Allontaniamole con prodotti appositi o usando trappole a base di birra.

Cure e trattamenti

Per avere piante di Fiordaliso in ottime condizioni di salute basta collocarle in una zona con molta luce, con un buon circolo dell’aria e al pieno sole se l’umidità ambientale è eccessiva.

Il marciume radicale va prevenuto utilizzando un terriccio ben drenante e regolando gli apporti idrici. Inoltre, se viviamo in zone molto umide, inseriamo il fiordaliso solo in pieno sole.

L’oidio va combattuto distribuendo sulle foglie dello zolfo bagnabile o accorciando tutte le parti infette.

Le lumache e le limacce vanno tenute lontano con trappole a base di birra.

Varietà di Centaurea

Centaurea moschata

Una varietà annuale originaria del Sud-Est-asiatico. Forma un cespuglio ramificato alto circa  50 cm. Ha steli erbacei con foglie segmentate di colore verde brillante.  Produce grandi fiori profumati di colore vario: bianco, rosa o viola. Viene coltivata come annuale in vaso e nelle bordure e anche per i fiori recisi.  Si riproduce facilmente per seme . Il fiore di questa specie è conosciuto anche come Dolce Sultano.

Centaurea montana

Conosciuta come fiordaliso montano è una perenne rizomatosa alta dai 20 agli 80 cm. Ha steli eretti con foglie lanceolate di colore verde. In estate. da giugno ad agosto, produce fiori con lacinie di colore blu-violetto.  Si riproduce facilmente per seme.

Centaurea babylonica

La Centaurea babylonica conosciuta come fiordaliso della Babilonia è una perenne rizomatosa con steli ramificati ricoperti da foglie lanceolate di colore verde. Produce vistosi fiori gialli.  Si moltiplica per seme.

Usi

Il fiordaliso viene coltivato come annuale ornamentale nelle aiuole dei giardini pubblici e privati e in vaso su terrazze e balconi.

In fitoterapia gli estratti dei fiori di fiordaliso vengono utilizzati come ingrediente base dei colliri e in cosmetica per la preparazione di tonici per il viso.

L’infuso  preparato con i fiori secchi viene consigliato per impacchi decongestionanti delle palpebre arrossate e quindi i fiori possono essere raccolti durante il periodo della fioritura.

Raccolta e conservazione dei fiori

I fiori di fiordaliso si raccolgono quando sono aperti e si mettono a seccare all’ombra, in ambiente asciutti e ben ventilato. Una volta asciutti, si conservano in recipienti di vetro o porcellana, al riparo da fonti di luce o calore.

Centaurea-cinus

Linguaggio dei fiori

Il fiordaliso nel linguaggio dei fiori e delle piante simboleggia la felicità e la leggiadria.

Fiordaliso, Centaurea

Il fiordaliso è velenoso?

Non è una pianta tossica per le persone e neanche per i cani e i gatti.

Galleria foto Fiordaliso