Bignonia coltivazione


Bignonia-fiori

La bignonia è una pianta rampicante ideale per la copertura di pergole, gazebi e pareti rocciose dei giardini.

Bignonia


Caratteristiche generali della Bignonia capreolata

Esistono oltre 450 specie di Bignonia tra cui la

  • bignonia capreolata
  • bignonia radicans o rampicante
  • bignonia grandiflora campsis
  • bignonia vetusta
  • bignonia capensis

La bignonia è pianta della famiglia delle Bignoniaceae a sviluppo rampicante.

La parte ipogea della pianta presenta una robusta radice fascicolata mentre la parte aerea è composta da lunghi rami o viticci dotati di ventose delle particolari strutture con le quali aderiscono anche su muri o pareti lisce.

I rami sono ricoperti da foglie o palmate a margini dentellati disposte simmetricamente rispetto al ramo.

Bignonia-foglia

Il colore delle foglie da verde scuro in estate  vira al giallo-rossastro in autunno.

I fiori, simili a grosse campanule di colore rosso, arancio o rosa a seconda delle varietà sono riuniti in grappoli pendenti all’apice dei viticci.

Bignonia-foto

I frutti sono piccoli baccelli verdi simili ai fagioli contenenti dai 5 a 7 semi piatti a forma sferica.

bignonia-coltivazione

Fioritura: la bignonia fiorisce nel periodo estate – autunno.
bignonia

Coltivazione della Bignonia

Esposizione: le bignonie amano i luoghi caldi, soleggiati e riparati dai venti.

Terreno: terreni asciutti, ben drenati e ricchi di sostanza organica.

Annaffiature: settimanali e quando il terreno è perfettamente asciutto in quanto è una pianta che teme i ristagni idrici.

Concime

Concimazione: ogni 3 – 4 mesi, somministrare alla base della pianta del concime granulare a lenta cessione.

bignonia-coltivazione

Moltiplicazione della Bignonia

La pianta si propaga per seme e per talea semilegnosa di getti laterali. La propagazione per seme dà piante con caratteristiche genetiche diverse dalla pianta madre. La moltiplicazione per talea invece, assicura piante identiche a quella madre.

Bignonia-varietà

Le talee si effettuano in primavera mettendole a radicare in un miscuglio di sabbia e torba. A radicazione avvenuta le piante vanno allevate in vaso per almeno due anni.

Terreno-lavori

Impianto della bignonia

La pianta va messa a dimora in primavera, in buche profonde e larghe circa il doppio del pane di terra che la circonda. Il terreno deve essere fertile e ricco di sostanza organica.

rinvaso

Rinvaso della bignonia

La pianta allevata in vaso necessita di contenitori più grandi ogni qualvolta le radici fuoriescono dai fori di drenaggio dell’acqua di scolo.

Bisogna avere cura di posizionare i vasi in zone riparate dalle correnti e dal freddo.

bignonia

Potatura della bignonia

A febbraio accorciare i rami dell’anno precedente fino a pochi centimetri per favorire l’emissione di quelli nuovi sui quali spunteranno i fiori, infatti la bignonia fiorisce solo sui rami dell’anno.

Le piante giovani per poter ramificare ed allargarsi alla base vanno potate fino a 5 cm dal terreno. Guida alla potatura della bignonia

oidio-mal bianco

Malattie, parassiti, cure e usi

La bignonia teme il marciume radicale, il mal bianco e l’attacco degli afidi.

Le piante allevate in vaso durante l’inverno vanno posizionate in zone riparate dalle correnti e dal freddo.

La bignonia è ideale per la copertura di graticci, pergolati e gazebi.

Bignonia linguaggio e significato dei fiori

Nel gergo dei fiori la bignonia simboleggia la fama ed il successo.

La bignonia è velenosa?

È una pianta tossica per i gatti.

Galleria foto bignonia

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger

Google News

Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

  • grazia - - Rispondi

    Si può preparare il tea con la bignonia pianta rampicante ????

Lascia una risposta