Gelatina di fiori di Sambuco

Laura Bennet
  • Dott. in scienze biologiche
Gelatina di fiori di Sambuco

Sommario

Gelatina di sambuco: ricetta, ingredienti, dosi preparazione, calorie e foto

Tempo di preparazione:
30 minuti
Tempo di cottura:
20 minuti
Quantità:
8

Ingredienti Ricetta

  • Fiori di sambuco 15-20
  • Limoni 2
  • Pectina 1 bustina
  • Zucchero semolato 1,5 kg
  • Acqua 2 l

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 1
  • Calorie 351

Gelatina- fiori di sambuco

Preparazione della gelatina di fiori di sambuco

Ecco come preparare una deliziosa gelatina utilizzando i fiori di sambuco raccolti fioriscono tra la fine di maggio e il mese di giugno, durante una passeggiata in campagna, in montagna o lungo le rive di fiumi  e torrenti.

Sambuco-fiori

Per la preparazione oltre ai fiori freschi gradevolmente profumati procuratevi anche dei limoni non trattati con antiparassitari e anticrittogamici.

Disponete tutti gli ingredienti necessari a vista, sul piano da lavoro e mettevi all’opera.

Sterilizzate de piccoli barattoli di vetro e i tappi facendoli bollire nell’acqua per 20-30 minuti. Lasciateli raffreddare nell’acqua e poi metteli capovolti su un canovaccio pulito.

Leggi anche Sambuco coltivazione

barattoli-sterilizzazione-casalinga

Battete con delicatezza i fiori di Sambuco sul piano da lavoro per eliminare eventuali insetti o altri animaletti.

Eliminate tutti i peduncoli dei fiori.

Lavate i limoni sotto il  getto dell’acqua fredda poi spazzolate ben ben la scorza per eliminare i residui di polvere dai pori.

limone-lavaggio

Asciugate i limoni, poi affettateli a rondelle spesse circa 0,5 cm.

limoni-polpa

Prendete un barattolo molto capiente e sterilizzato.

Disponete i  fiori nel barattolo con e piccole corolle rivolte verso il basso, alternandoli con le fette di limone.

Gelatina di fiori di sambuco-Preparazione

Potrebbe interessarti Ebbio o Sambucus ebulus

Coprite i fiori e i limoni con l’acqua, tappate e lasciate macerare per due giorni, nel frigo.

Trascorso il tempo indicato, prendete un colino a rete molto stretta e filtrate il tutto.

Strizzate con cura i fiori di sambuco e i limoni per raccogliere tutte le loro deliziose essenze e gli oli vegetali.

Versate il liquido in una pentola, aggiungete lo zucchero semolato e la pectina. Mescolate bene per amalgamare il tutto.

Mettete la pentola sul fuoco a fiamma moderata la pentola e portate ad ebollizione il liquido.

Fatelo bollire per venti minuti almeno o fino a quando la gelatina avrà preso la giusta consistenza e di tanto in tanto eliminate la schiuma bianca che in genere si forma un po’ in superficie.  Per saggiare la densità della gelatina fate la prova del piatto freddo e ricordate anche che la gelatina raggiunge la giusta consistenza dopo 24 ore dal raffreddamento.
Quando la gelatina sarà pronta, travasatela con un imbuto ancora bollente nei vasetti di vetro precedentemente sterilizzati.

Tappate i barattoli e metteteli per 10 minuti capovolti per far creare il sottovuoto.

Ponete i barattoli con la gelatina in una pentola, aggiungete l’acqua fino al bordo dei tappi e fateli bollire ancora una volta per 2o minuti per una più sicura sterilizzazione.

Spegnete il fuoco e fateli raffreddare completamente.
Una volta pronti asciugate i barattoli, attaccate su ognuno un’etichetta con il nome della conserva e la data di preparazione.

Conservazione

Conservate i vasetti di gelatina di fiori di sambuco in un luogo fresco e buio e consumatela entro l’anno. Una volta aperta va messa in frigorifero  e consumata entro 5 giorni.

Consigli

Come  la gelatina di bacche di sambuco potete utilizzare la gelatina di fiori per preparare dolci e crostate; a colazione spalmata sulle fette biscottate, sulle crêpes o per accompagnare i pancake e anche come rimedio naturale contro la tosse stizzosa.
Se siete a dieta dimagrante, potete preparare una gelatina light sostituendo lo zucchero con un dolcificante naturale come la stevia.
Volendo potete preparare anche un ottimo sciroppo di sambuco.

sambuco-essenza

Informazioni utili

Vi ricordo di raccogliere solo le bacche del Sambuco nigra e non quelle tossiche del sambuco ebulus una specie spontanea che produce fiori rosati.

Il sambuco nigra è una pianta utilizzata in fitoterapia per le sue proprietà diaforetiche, diuretiche e lassative nel trattamento di disturbi da raffreddamento, cistite e altri disturbi.

Galleria foto ricette sambuco