Senecio angulatus – Senecio rampicante


Senecio-angulatus

Il Senecio angulatus chiamato comunemente Senecione o Senecio rampicante è una pianta ornamentale che rallegra con la sua fioritura giallo oro i giardini e i balconi nelle tristi giornate autunnali.


Caratteristiche generali del Senecio angulatus – Senecio rampicante

Il Senecio angulatus è una pianta perenne della famiglia delle Asteraceae. Originaria del Sudafrica, si è diffusa allo stato spontaneo soprattutto in ambienti caldo-umidi. In Italia è diventata infatti aggressiva ed invasiva nelle regioni meridionali, soprattutto in Sicilia dove forma fitte macchie, alte anche 2 metri, che coprono e soffocano la flora circostante. Nonostante questo suo aspetto negativo, il Senecio angulatus, per la sua bellezza molto decorativa, viene coltivato in molti paesi come pianta ornamentale.

Senecio-angulatus-foglie

Il Senecio angulatus è una pianta sempreverde, rampicante, caratterizzata da una crescita veloce. E’ una pianta fanerofita lianosa ovvero una pianta perenne e legnosa con gemme e apici vegetativi svernanti, destinati cioè a superare l’inverno, posti ad un’altezza dal suolo maggiore di 30 cm.

In pieno sviluppo vegetativo, la parte epigea o chioma forma arbusti composti da fusti angolosi violacei, succulenti, che tendono a piegarsi verso il basso se non sorretti da tutori.

Le foglie, che ricordano quelle dell’edera, sono di colore verde chiaro, sono glabre, carnose. La forma delle foglie è cuoriforme, il bordo o margine è dentato.

I rami di questa pianta, se vengono spezzati, emanano un cattivo odore.

I fiori, riuniti in numerose infiorescenze a capolino, sono molto appariscenti e decorativi. Hanno forma stellata con corolla composta da 5 petali ligulati di colore giallo-oro che contornano un vistoso bottone centrale formato da numerosi stami della stessa tonalità di colore.

I fiori, a differenza delle foglie, oltre ad essere particolarmente belli, diffondono nell’aria un gradevole odore mielato e inoltre costituiscono anche una generosa fonte di cibo per molti insetti impollinatori in una stagione in cui data la scarsità di altri tipi di fioriture.

I frutti sono acheni contenenti piccoli semi oblunghi di colore scuro provvisti di pappo che per la loro leggerezza vengono trasportati dal vento anche a notevole distanza dal luogo di produzione.

Fioritura

Il Senecio angulatus o senecione rampicante fiorisce nel periodo autunno-inverno ma la fioritura più abbondante e spettacolare avviene tra novembre-dicembre. I suoi fiori, di colore giallo sono una vera allegria per i grigi giorni invernali.

Senecio angulatus-fioritura

Coltivazione del Senecio angulatus – Senecione rampicante

Esposizione

E’ una pianta che pur adattandosi a qualunque esposizione, per poter produrre fioriture prolungate ed abbondanti predilige il pieno sole. Ama il clima mite e resiste alla salsedine. La sua coltivazione è sconsigliata nelle zone montane perchè non tollera le temperature invernali troppo basse.

Terriccio

Terreno

E’ una pianta che cresce ben in qualunque tipo di terreno anche se è preferisce un substrato non acido, abbastanza fertile e molto ben drenato.

Annaffiature

E’ una pianta che si accontenta delle acque piovane ma nei periodi di prolungata siccità e in estate necessita di apporti idrici moderati se il terreno diventa arido e polveroso. Le piante di Senecio angulatus coltivate in vaso vanno annaffiate con maggiore frequenza e sempre se il terreno è completamente asciutto per scongiurare il rischio del marciume radicale.

Concime-pellettato

Concimazione

Il Senecio angulatus, anche se è una una pianta rustica poco esigente di nutrienti, va concimata almeno una volta l’anno, con una somministrazione di un concime organico se si vuole ottenere una fioritura più abbondante.

Moltiplicazione del Senecio angulatus

La pianta si riproduce in natura per seme e viene molto facilmente propagata per via agamica per talea.

Moltiplicazione per seme

In natura avviene per autosemina. La semina in semenzaio si effettua in primavera stratificando i semi su un substrato specifico, mantenuto a temperatura costante di 15-18° C e ben esposto alla luce.

Propagazione per talea

E’ una tecnica di riproduzione vegetativa facile da praticare e di sicuro successo. Basta staccare un fusto forte e sano e interrarlo in un vaso contenente un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali. Si mantiene il substrato umido fino completa radicazione e per favorire la radicazione si mette il vaso va posto in un luogo ombroso fino a quando non compariranno nuovi germogli.

Potatura

Si accorciano i rami più lunghi per stimolare la produzione di nuovi fusti e si potano tutti quelli secchi o danneggiati dal freddo o dai parassiti.

Rinvaso-pianta

Rinvaso

Il Senecio angulatus va rinvasato quando le radici fuoriescono dai fori di sgrondo  del vaso. Si utilizza un contenitore di poco più grande del precedente e nuovo terriccio fresco e fertile misto a sabbia o perlite per favorire il drenaggio dell’acqua delle annaffiature.

cocciniglia-cotonosa

Parassiti e malattie della Senecio angulatus

E’ una pinata rustica che soffre il marciume delle radici se il terreno di coltivazione non è ben drenato. Tra i parassiti animali teme l’attacco della cocciniglia che forma densi ammassi biancastri nelle inserzioni fogliari.

Cure e trattamenti

Il Senecio angulatus è una pianta che richiede poche cure in quanto si adatta facilmente a tutte le condizioni ambientali e al clima mite. Le infestazioni da cocciniglia possono essere contrastate facendo ricorso a trattamenti specifici.

Varietà e specie di Senecio

Esistono altre specie di Senecio.

Senecio petasitis

Una specie conosciuta come geranio della California sempre coltivata come pianta ornamentale  per la bellezza del suo ricco fogliame e per  le sue grandi infiorescenze di colore giallo oro. E’ adatta anche alla coltivazione nelle zone urbane perchè resistente all’inquinamento atmosferico.

Senecio confusus

Una specie rampicante sempreverde che fino a ottobre inoltrato produce fiori rosso arancio simili che ricordano quelli della margherita. Si coltiva facilmente anche in vaso in luoghi a mezz’ombra.

Senecio-macroglossus

Senecio macroglossus

Conosciuta come Edera del Kenia è una specie rampicante e sempreverde originaria dell’Africa australe con numerosi rametti ricoperti da foglie simili a quelle dell’edera che in condizioni di estrema siccità assumono un colore marrone. Produce fiori bianchi. E’ una specie rustica  facile da coltivare in in terreni poveri e in zone particolarmente siccitose. In Italia questa pianta viene coltivata a scopo ornamentale per ricoprire muri e ringhiere in quanto i suoi apici vegetativi si attorcigliano intorno a qualunque tipo di supporto. In Inghilterra, la pianta è chiamata Kenya Ivy.

Usi

Per la bellissima e gioiosa fioritura, per la facilità di coltivazione la pianta di Senecio angulatus o Senecio rampicante viene utilizzata in giardinaggio per creare macchie di colore nei parchi pubblici e nei giardini privati. Ha un effetto spettacolare anche come tappezzante ricadente su pareti, muri, e varie recinzioni. Viene coltivata per la sua resistenza alla siccità e alla salsedine anche nei giardini della fascia mediterranea.

Il Senecio angulatus è velenoso?

E’ una pianta tossica e cancerogena per la presenza di alcaloidi nelle foglie e nei rametti. Per ingestione causa gravi danni al fegato agli uomini, agli animali domestici e a quelli da pascolo. Pare che tali sostanze velenose possono passare anche nel latte e nel miele.

Curiosità

Il nome generico del Senecio deriva dal latino senex (vecchio), in riferimento ai pappi biancastri dei frutti o alla pelosità grigia di molte specie; il nome specifico angulatus invece fa riferimento alla forma angolosa dei fusti. si riferisce ai fusti angolosi.

Il Senecio angulatus e le altre piante fanerofite lianose rappresentano il 47% della flora mondiale.

Galleria foto Senecio

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta