Albicocco

Albicocco

Caratteristiche generali dell’albicocco

L’ albicocco è un albero da frutto originario della Cina appartenente alla famiglia delle Rosacee (Drupacee) coltivato in tutta la nostra penisola in particolare modo in Campania.

albicocco

L’albicocco, albero perenne dall’altezza media di circa 4 m, ha tronco e rami sottili leggermente contorti.

Albicocco-corteccia


Leggi anche: Albero del pane – Artocarpus altilis

La corteccia è ruvida e squamosa.

albicocco-malattie

La chioma a ombrello con foglie ovali appuntite all’estremità con margini seghettati e piccioli rosso violaceo.

Albicocco-fioritura

I fiori copiosi sbocciano a gruppetti sotto l’attaccatura delle foglie e variano dal bianco puro al rosa tenue.

Albicocco-fiori

Generalmente l’albicocco viene impollinato dalle api.

Albicocco-impollinazione


Potrebbe interessarti: Litchi – Litchi chinensis

Il frutto, l’albicocca, è una drupa con buccia di colore verde quando è immatura. Con il passare del tempo la buccia si colora di un bel giallo arancio con lievi sfumature rosse.

La polpa vellutata e dolce circonda il nocciolo, un seme singolo e rugoso che somiglia ad una mandorla.

Albicocche

Gli albicocchi sono abbastanza precoci e cominciano a fruttificare già dal secondo anno, ma la piena produzione non inizia prima del terzo-quinto ed è più abbondante su alberi piccoli, e rami corti.

Albicocco-foto


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Coltivazione dell’ albicocco

Clima

L’Albicocco si adatta un po’ a tutti gli ambienti pur temendo le gelate primaverili.

Terreno

Predilige un terreno di medio impasto o anche fresco e pesante, purché non troppo umido.

Irrigazioni

L’irrigazione deve essere frequente e regolare nella fase vegetativa e dormiente ma non eccessiva in prossimità della raccolta.

Concimazione

Necessita di concimazioni con macroelementi e microelementi da effettuare dopo l’allegagione, durante l’accrescimento dei frutti, a fine estate, inizio autunno.

Albicocco-potatura

Potatura dell’albicocco

Al fine di ottenere una migliore produzione diradare i rami produttivi eliminando circa il 50% delle gemme in fiore. Eliminare i rami interni e potare quelli più vecchi.

La potatura verde si esegue in estate eliminando polloni, succhioni e rami misti.

Albicocche-cascola

Diradamento dei frutti

Per ottenere frutti più grandi e di qualità, dopo 30 – 40 giorni dalla fioritura e subito dopo la cascola naturale va effettuato il diradamento manuale. Sui rami più sottili e meno vigorosi vanno lasciati pochi frutti.

Albicocche-diradamento

Vanno eliminati soprattutto i frutti più piccoli, quelli che presentano ferite e quelli attaccati dai parassiti. Generalmente il numero delle albicocche deve essere proporzionato a quello delle  foglie.

Albicocche-raccolta

Raccolta e maturazione delle albicocche

La raccolta manuale delle albicocche avviene da maggio a giugno-luglio a seconda delle varietà e comunque prima che i frutti raggiungono la maturazione completa.

Le albicocche per svilupparsi e maturare impiegano dai 3 ai 6 mesi.

pianta-albicocche

Le albicocche sono frutti che vanno raccolti quando la loro buccia vira verso l’arancio. Per la raccolta non bisogna aspettare la loro completa maturazione altrimenti si rischia che cadano dall’albero, spaccandosi ed irrancidendosi diventando così immangiabili.

Per potere mangiare le albicocche belle mature al punto giusto basta seguire questa semplice tecnica di maturazione.

albicocche-acerbe-amare

Dopo aver raccolto le albicocche gialle, ma ancora acerbe dall’albero, mettetele a maturare per due o tre giorni in sacchetti di carta a temperatura ambiente in luoghi freschi.

A maturazione avvenuta le albicocche si possono conservare in frigorifero per alcuni giorni

Gommosi-malattia

Malattie e Parassiti dell’albicocco

L’albicocco teme:

  • la Vaiolatura delle Drupacee che colpisce fiori e foglie;
  • le cocciniglie che macchiano di bianco le foglie e di rosso i frutti;
  • l’anarsia una farfalla che depone le uova nei frutti;
  • la monilia,
  • l’oidio,
  • la gommosi.

Cure dell’albicocco

Trattamenti e difese con antiparassitari e anticrittogamici secondo le normative. Approfondimenti: Drupacee difesa

Albicocche-conservazione

Conservazione, usi e ricette

Dopo la raccolta le albicocche possono essere conservate in frigorifero per non più di 3 settimane.

Possono essere conservate per diversi mesi in sciroppo : come fare le albicocche sciroppate.

Le albicocche vengono consumate fresche, essiccate, per la preparazione di marmellate.

Video ricetta della marmellata di albicocche

Ricette con le albicocche

E’ possibile utilizzarle per la preparazione di diversi piatti, dai dolci a digestivi:

Proprietà delle albicocche

Le albicocche sono un frutto ricco di vitamine e con un basso apporto calorico: in media 10 Calorie per frutto

Depurano l’organismo, sono un frutto anti-invecchiamento

Con le albicocche è possibile preparare una maschera viso benefica e tonificante.

Grazie al betacarotene, il consumo di albicocche aiuta ad ottenere un’abbronzatura perfetta.

Vedere le proprietà e controindicazioni delle albicocche.

Galleria foto Albicocco

Laura Bennet
  • Laureata in scienze biologiche
  • Insegnante di ruolo
  • Autore specializzato in Botanica, Biologia e Cucina
Suggerisci una modifica