Albero del pane – Artocarpus altilis


Albero del pane- Artocarpus altilis

L’albero del pane è una pianta tropicale che produce dei grandi frutti commestibili utilizzati nei luoghi di origine come fonte primaria per l’alimentazione umana.

Nei paesi caratterizzati da un clima caldo umido, questa pianta è apprezzata anche come ornamentale per la bellezza della sua chioma composta da grandi foglie di colore verde lucido.

Artocarpus -Albero del pane


Caratteristiche generali del’albero del Pane – Artocarpus altilis

L’albero de pane, nome scientifico è Artocarpus altilis, è una pianta perenne della famiglia delle Moraceae. Conosciuto anche con il nome di Ulu, l’albero è originario della Nuova Guinea ed è diffuso in natura in moltissime aree tropicali, nel Sud-Est Asiatico, in India e in molte isole dell’Oceano Pacifico. In Italia sono presenti pochi esemplari di antica introduzione allevati negli orti botanici più famosi come ad esempio quello di Palermo.

Albero del pane -coltivazione

L’albero del pane è una pianta di notevoli dimensioni alta circa 25 metri con una chioma allargata ed espansa che negli esemplari ben sviluppati e più datati può superare anche gli 7-8 metri di diametro .

L’apparato radicale è molto profondo e di tipo fascicolato: il tronco eretto è rivestito da una corteccia di colore marrone chiaro talvolta con maculature bianco – crema. Sia i rami che la corteccia se incisi accidentalmente o per eventi climatici avversi, lasciano fuoriuscire un lattice amaro.

La chioma è variamente ramificata e i lunghi rami sono ricoperti da grandi foglie coriacee di colore verde lucido.

Le foglie sono pennate e con margini profondamente incisi.

I fiori unisessuali sono portati dalla stessa pianta (monoica) su racemi separati. I fiori maschili, molto piccoli e di colore giallo sono raggruppati in grappoli appuntiti mentre quelli femminili  riuniti in densissime infiorescenze globose sono invece di colore verdognolo.

Albero del pane-frutto

I frutti o meglio falsi frutti (panassa o panfrutto), hanno la forma  ovale o sferica e sono simili a piccoli meloni o grossi pompelmi. Ciascun frutto, appeso al ramo mediante un lungo e robusto peduncolo, ha la scorza coriacea e rugosa di colore verde che avvolge una polpa biancastra di consistenza farinosa, ricca di amido. Il frutto a maturazione completa pesa circa 1 Kg, ed ha un diametro che va dai 10 ai 20 cm, ma non è raro avere frutti di 40 cm con peso fino a 5 kg.

Semi-Artocarpus

I semi presenti solo nelle varietà rustiche sono grossi e carnosi e rappresentano la vera parte edibile del frutto .

albero del pane-raccolta frutti

Coltivazione Artocarpus – Albero del pane

  • Esposizione: la pianta del pane cresce elusivamente nelle aree caratterizzate da un clima tropicale o sub tropicale quindi ama il caldo umido e le temperature comprese tra i 23 -25° C per tutto l’arco dell’anno ele esposizioni soleggiate per molte ore al giorno. Tollera abbastanza bene i venti salmastri ma non tollera i venti freddi e le basse temperature.
  • Terreno: si sviluppa bene nei terreni umidi sciolti, misti a sabbia e ben drenati con valori di pH leggermente acido o alcalino con valori  di pH compresi tra 6,5 /7,5.
  • Annaffiature: è una pianta che esige terreni umidi e pertanto va irrigata abbondantemente soprattutto nei periodi di siccità e in estate evitando che il terreno si asciughi del tutto. Le irrigazioni vanno praticate regolarmente anche durante il periodo invernale riducendo però gli apporti idrici.
  • Concimazione: non richiede particolari concimazioni ma almeno una volta l’anno si interra ai suoi piedi dello stallatico ben maturo o del compost.

Artocarpus

Moltiplicazione dell’Albero del pane

La pianta si riproduce in natura per seme e inizia a fruttificare dopo il terzo o quarto anno dalla messa a dimora definitiva.

 Impianto o messa a dimora

Le giovani piante di Artocarpus si mettono a dimora in primavera in buche profonde e larghe il doppio del pane di terra che avvolge l’apparato radicale. Ogni buca deve essere distanziata dall’altra almeno 10 metri per assicurare alle chiome delle piante il soleggiamento in tutte le ore del giorno in quanto, come detto, anche una parziale ombreggiatura potrebbe compromettere lo stato di salute degli alberi del pane e una scarsa produzione dei frutti che cadono precocemente sul suolo.

jackfruit-frutto albero del pane

L’albero del pane comincia a produrre i frutti o breadfruit dopo il terzo anno di vita e la produzione è abbondante per vari decenni in quanto la pianta è molto longeva e produttiva. Una  sola pianta di Artocarpus altilis maturo produce fino a mezza tonnellata di frutta l’anno (oltre 200 frutti). La resa è addirittura superiore a quella di grano, riso, colture annuali che tra l’altro richiedono maggiore manutenzione e di costanti trattamenti antiparassitari.

Potatura dell’Artocarpus altilis

L’albero del pane non necessita di una drastica potatura. In generale, per ringiovanire la chioma, si potano leggermente i rami troppo lunghi e quelli che hanno prodotto frutti mentre si recidono di netto quelli secchi. I rami vecchi possono essere eliminati anche mediante torsione.

Albero del pane- Breadfruit

Raccolta dei frutti

La raccolta dei frutti dell’albero del pane si effettua manualmente e scalarmente quando questi raggiungono le dimensioni di un grosso pompelmo.

Parassiti e malattie dell’albero del pane

E’ un albero resistente alle avversità di ogni genere: non teme i parassiti animali e le più comuni malattie fungine.

Usi dell’albero del pane

Tutte le parti dell’albero del pane vengono utilizzati per vari scopi.

Albero del pane-frutto-usi

Utilizzi in cucina

I frutti dal sapore simile a quello del pane hanno un alto valore energetico: sono ricchi carboidrati (amido e fecola), poveri di grassi ed apportano buone quantità di  calcio (Ca), potassio (K), ferro (Fe)  magnesio (Mg),  vitamine B1 e B3, fibre, di carotenoidi e di antiossidanti e carotenoidi e per la mancanza di glutine possono essere consumati anche dai celiaci. I frutti dell’albero del pane, come le patate, possono essere consumati bolliti, fritti e o arrostiti al forno o semplicemente essiccati. Sempre dai frutti si può ricavare inoltre una farina particolarmente adatta per la preparazione della pasta e come farina per dolci e pancake.

La polpa fermentata viene conservata dagli indigeni per anni.

Le foglie vengono usate per  preparare involtini di pesce e a carne e  il latice o linfa addirittura come masticare come chewing gum.

I semi dei frutti maturi possono essere mangiati tostati come le nocciole e le noccioline americane.

Utilizzi commerciali

La corteccia interna viene lavorata per ricavarne fibre tessili.

Il legno, tenero e leggero, può essere utilizzato per la costruzioni di  mobili e piccole imbarcazioni. La linfa (latice) della corteccia è ottima per ottenere preparati impermeabilizzanti.

Utilizzi dell’albero del pane in medicina

Il lattice vischioso viene impiegato come antimicotico per curare infezioni epidermiche e come astringente in caso di diarrea.

Albero del paane -raccolta frutti

Varietà di Artocarpus

Nei paesi tropicali si trovano allo stato rustico anche altre varietà di questo genere come:

  • Artocarpus heterophyllus, una pianta originaria dell’Asia molto diffusa in Brasile, conosciuta con il nome di chiamato Jackfruit o Jaca, simile ad un fico gigante che produce frutti dal peso di 15/ 30 kg, lunghi circa 1 metro con buccia di colore giallo scuro, polpa giallo-arancio che circonda un unico seme commestibile. Il jackfruit maturo e consumato fresco ha un aroma dolce, forte e fruttato che ricorda un misto misto tra mela, ananas, mango, banana e fragola, mentre cotto assume un gusto simile alla carne di maiale. Il jackfruit non maturo, al contrario, ha un sapore simile alla carne di montone o di pollo.
  • Artocarpus camansi, è un’altra varietà nota come Breadnut.

Albero del pane -foglie

Curiosità sull’albero del pane

Il nome del genere Artocarpus deriva dal greco antico artos  (pane) e karpos (frutto) e fa riferimento al sapore che i frutti di questo albero assumono dopo la cottura.

Il frutto dell’Artocarpus altilis viene chiamato dagli inglesi breadfruit termine che tradotto in italiano significa panfrutto.

L’albero del pane è oggetto di numerosi studi perchè perfetto per sconfiggere la fame nel mondo: un solo frutto di 3 Kg infatti riesce a sfamare una famiglia composta da 5 persone assicurando carboidrati, vitamine, sali minerali in quantità tali da consentire una crescita equilibrata.

L’Artocarpus fa parte della stessa famiglia del Gelso, del Fico e del Ficus benjamina.

Galleria foto Albero del pane Artocarpus



Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta