Violacciocca o cheiranto

violaciocca

La violaciocca detta anche violacciocca o cheiranto è una pianta ornamentale perenne particolarmente adatta per abbellire aiuole e angoli semi – ombrosi del giardino.

Caratteristiche generali della violacciocca

La violaciocca, Matthiola incana. ha steli lunghi circa 60 cm, foglie lanceolate di colore verde scuro.

Violacciocche-fiori

I fiori, semplici o doppi, sono delle spighe profumatissime di colore rosso, giallo, viola, bianco e arancione.

violacciocca


Leggi anche: Piante pericolose e velenose per i bambini conseguenze e cosa fare

Fioritura: abbondante da marzo-giugno.

Violacciocche-coltivazione

Coltivazione della violacciocca

Esposizione: predilige i luoghi luminosi e riparati dal vento. Teme il freddo e le gelate notturne.

Terreno: terreni leggeri, umidi, ben drenati e ricchi di sostanza organica .

Annaffiature: si accontenta dell’acqua piovana ma nei periodi di prolungata siccità è consigliabile annaffiare regolarmente.

Concimazione: in primavera somministrare concime a lento rilascio adatto per le piante in fiore.

Cimatura  : per far rifiorire le violacciocche cimare gli steli vecchi che portano i fiori appassiti.

Violacciocche-cimatura

Moltiplicazione della violacciocca

Si propaga spontaneamente per semina. La semina in semenzaio si effettua a febbraio e direttamente a dimora in primavera.

violacciocca

Malattie, parassiti e cure

Le violaciocche temono l’attacco degli afidi e delle cocciniglie.

Le cure prevedono concimazioni, trattamenti antiparassitari e diradamento.

Violacciocca


Potrebbe interessarti: Pianta del cotone – Gossypium

Violacciocca nel linguaggio dei fiori

La violaciocca nel gergo dei fiori simboleggia la bellezza durevole.

Galleria foto della violacciocca

Laura Bennet
  • Laureata in scienze biologiche
  • Insegnante di ruolo
  • Autore specializzato in Botanica, Biologia e Cucina
Suggerisci una modifica