Viola del pensiero coltivazione


Viola del pensiero

La viola del pensiero o pansè è una piantina erbacea semi-perenne che con suoi con fiori vivacemente colorati abbellisce il nostro giardino, i terrazzi e i balconi della casa.

Viola del pensiero-fiori


Caratteristiche della Viola del pensiero – Pansè

La viola del pensiero  o Pansè è una pianta erbacea della famiglia delle Violaceae, originaria delle zone tropicali, dell’America del Nord e del cento, diffusa in Europa e e coltivata come annuale o biennale in tutte le regioni italiane.

La pianta alta mediamente 20 centimetri è provvista di un apparato radicale fascicolato composto da numerose radici lunghe e spesse poco più di un capello.

radici-fascicolate

Le foglie portate da rametti erbacei sottili sono ovate-lanceolate e di colore verde carico. duncolate che possono essere lanceolate o arrotondate; i fiori sono portati da piccioli eretti, hanno petali rivolti verso l’alto e possono essere di diversi colori a seconda della varietà: gialli, viola, blu o di più colori.

Viola del Pensiero-Pansè

I fiori costituiti da petali in diverse tonalità di colore presentano il centro scuro generalmente di colore nero. Le foglie piccole e ovate sono di verde scuro.

Fioritura

La viola del pensiero fiorisce in diversi periodi dell’anno: all’inizio della primavera, in autunno e inverno. La prima fioritura generalmente avviene in novembre-dicembre, la seconda fioritura nella primavera successiva

Pansè-Viola del pensiero

Varietà

Tra le molte specie ibride più coltivate ricordiamo:

viola-del-pensiero

Coltivazione della viola del pensiero

Esposizione

L’esposizione dipende dal periodo di coltivazione. In autunno sono consigliabili i luoghi luminosi e soleggiati mentre per le piantine a fioritura primaverile sono da preferire i luoghi semi-ombreggiati per evitare che i raggi solari diretti possano bruciare foglie e fiori.

Le viole allevate in vaso invece possono essere agevolmente spostate da una zona all’altra a seconda delle stagioni. Le viole del pensiero non temono il gelo e il caldo ma non tollerano i luoghi ventilati.

Terreno

La viola non ha particolari esigenze di terreno  purchè fertile e ben drenato comunque è bene interrarle in terriccio universale misto a sabbia.

Annaffiature

La viola richiede frequenti annaffiature, in genere si annaffia ogni 10 -15 giorni sempre in relazione alla stagione. In inverno le irrigazioni saranno più rade e si lascia asciugare  asciugare leggermente il substrato prima di annaffiare nuovamente.

Concimazione

Per stimolare la fiorituraogni mese, somministrare del concime liquido specifico per piante da fiore opportunamente diluito nell’acqua delle innaffiature. Per ottenere una fuoritura più copiosa, il fertilizzante deve avere un apporto adeguato di potassio (K) e fosforo (P).

viola-moltiplicazione

Moltiplicazione della viola del pensiero

La moltiplicazione della viola del pensiero avviene per seme e per talea.

Moltiplicazione per talea

Le talee dei germogli laterali vanno fatte all’inizio dell’estate. Con forbici ben affilate e disinfettate si prelevano dei germogli laterali e si interrano in una cassetta contenente terriccio misto ad un’uguale quantità di sabbia che va mantenuto sempre umido fino a radicazione delle talee. Il contenitore va messo in un angolo ombreggiato fino alla comparsa di nuove foglioline. Tale tecnica di propagazione viene effettuata solo se si vogliono esemplare geneticamente uguali alla pianta madre.

semina

Semina della viola del pensiero

La semina si effettua in semenzaio contenente terriccio leggero, misto con torba e sabbia.

I semi, sparsi manualmente su un substrato misto, vanno poi ricoperti con un leggero strato di sabbia. Il semenzaio va avvolto con un telo di plastica trasparente e collocato in un luogo buio fino e a temperatura costante di circa 18° C fino a completa germinazione. Le piantine si lasciano irrobustire prima di essere messe a dimora definitiva.

Viola del pensiero - Viola tricolor proprietà

Trapianto delle viole del pensiero

E’ possibile effettuare il trapianto in piena terra o in vaso quando le piantine hanno radicato ed emesso almeno  2-3 foglie. Il trapianto va effettuato a pochi cm di profondità, in buche distanti tra loro circa di 10-15 cm per assicurare uno sviluppo armonioso e per ottenere una copiosa fioritura.

Per valorizzare ulteriormente la bellezza e l’eleganza della viola del pensiero si potrebbe pesare di piantarle con altre piante a fioritura primaverile come fresie, narcisi, tulipani, giacinti, muscari.

Viola del pensiero – Viola tricolor proprietà

Rinvaso

  1. Il rinvaso va effettuato alla fine dell’inverno utilizzando un contenitore più grande del precedente e un terreno soffice, leggero, fertile e ben drenato, mescolato ad una parte di sabbia per favorire il drenaggio dell’acqua.
  2. La viola del pensiero va rimossa dal suo contenitore con delicatezza e si interra in una buca larga e profonda il doppio del pane di terra che avvolge le radici.
  3. Si compatta il terreno fino al colletto della pianta ed infine si annaffia con moderazione.
  4. Si consiglia di utilizzare dei contenitori di terracotta che permettono il passaggio dell’aria.

Potatura o cimatura

Per stimolare l’emissione di nuovi getti cimare gli steli sfioriti ed eliminare i fiori appassiti.

lumache

Parassiti e malattie della Viola del pensiero

Le viole del pensiero temono gli attacchi degli afidi neri e della mosca bianca. I germogli più teneri e le foglie vengono notevolmente danneggiate dalle lumache.

Tra le malattie fungine soffrono il marciume radicale causato dal ristagno idrico e talvolta anche l’oidio o mal bianco se il clima è troppo umido.

Viola del pensiero coltivazione

Cure e trattamenti

Evitare i ristagni di acqua, non bagnare le foglie ed annaffiare le piantine con moderazione. Eliminare via via le foglie appassite per evitare che possano essere veicolo di malattie fungine. I trattamenti con i prodotti specifici vanno effettuati solo in caso di effettiva necessità.

Gli afidi possono essere combattuti irrorando le foglie  della Pansè con l’antiparassitario all’ortica o l’antiparassitario all’aglio.

antiparassitario-ortica

Curiosità ed usi

I fiori della Viola del pensiero vengono impiegati per le loro proprietà fitoterapiche nella cura di varie affezioni della pelle, dall’acne alla dermatite atopica, dalla crosta lattea alla psoriasi.

In cosmesi l’essenze estratte dalla viola del pensiero, dalla viola mammola e dalla viola tricolor, vengono impiegate per la produzione di creme depurative e profumi aromatici e freschi.

Leggere anche: Viola del pensiero proprietà

Le viole sono velenose o commestibili?

Le viole sono fiori eduli, ossia commestibili e vengono utilizzate sia per abbellire i piatti che come ingredienti.

In pasticceria l’ essenza di viola viene impiegata per aromatizzare dolci e i fiori per rendere più gradevole il sapore di alcune tipi di bevande, soprattutto il tè.

In particolare la Viola tricolor ha un sapore che richiama le note di menta è un ingrediente utilizzato dagli chef per insalate, ma anche primi piatti, aperitivi e cocktails.

Linguaggio dei fiori

La viola del pensiero è la pianta simbolo degli innamorati. Regalata alla persona amata il suo significato è a senso unico: pensa a me.

Galleria foto Viole

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta