Rododendro o albero delle rose


rododendro-viola



Caratteristiche generali Rododendro

Il rododendro o albero delle rose è una pianta arbustiva adatta per giardini rocciosi e per abbellire terrazze e balconi.

Al genere Rhododendron, della famiglia delle Ericaceae, appartengono diverse specie di piante originarie dell’Eurasia e dell’America e tra le varietà più comuni,  coltivate a scopo ornamentale, citiamo:

  • il Rododentro maximum,
  • il Rododentro arboreum,
  • il Rododentro argenteum,
  • il Rododentro campanulatum.

Il rododendro è una pianta ornamentale che può raggiungere un’altezza che variabile: pochi centimetri nelle specie nane, qualche metro e più per le specie più sviluppate o giganti.

Rododendro-foglie

La pianta presenta numerosi fusti ricoperti da foglie ovali o lanceolate sempreverdi di colore verde scuro solcate da una evidente nervatura centrale verde pallido. Le foglie hanno la pagina liscia e il margine intero.


Leggi anche: Concime al caffè

Durante il periodo della fioritura la pianta si ricopre di fiori campanulati con corolla semplice o doppia formata da petali con margini lisci o seghettati.

rhododendron-fiore

I fiori si presentano come dei bouquet floreali, alle estremità degli steli nelle più allegre e vistose tonalità di colore: bianco, giallo, rosa, rosso, rosa, fucsia e violetto.

rhododendron-fioritura

Fioritura

Questa bellissima pianta ornamentale fiorisce da aprile a giugno creando spettacolari macchie di colore.

rododendro-foto

Coltivazione Rododendro

Esposizione

Il rododendro preferisce i luoghi soleggiati ma non disdegna quelli semiombrosi come quanche sotto gli alberi.

Terreno

Il Rododendro come tante altre piante acidofile ama il terreno a pH acido fresco, fertile, povero di calcio e ben drenato. Il pH ottimale del terreno deve essere inferiore a 6.

Annaffiature

Necessita di annaffiature regolari durante il periodo estivo; le specie coltivata in vaso richiedono terreno costantemente umido ma senza ristagno idrico nei sottovasi. In autunno e nei mesi invernali gli apporti idrici vanno sospesi. Per non alterare il pH del terreno si consiglia di
raccogliere l’acqua piovana e utilizzarla per annaffiare il rododendro.

Concimazione

Concimazione

Concimare ogni 20 giorni in primavera con un concime ricco in azoto e potassio per favorire lo sviluppo vegetativo e la fioritura. A fine inverno concimare con concime organico o concime chimico granulare a lento rilascio. Il rododendro è una pianta acidofila quindi per mantenere acido il pH del terreno di coltivazione che viene dilavato dall’acqua delle annaffiature, bisogno intervenire con concime specifico per piante acidofile, oppure utilizzare del compost casalingo misto a fondi  arricchire con i fondi di caffè o una pacciamatura di corteccia di conifere.

Rododendro-coltivazione in vaso

Rododendro: coltivazione in vaso

E’ una pianta che con i suoi fiori grandi e colorati  è perfetta per abbellire i balconi esposti a mezz’ombra. Va coltivato in un vaso molto capiente riempito con terriccio specifico per acidofile. Va annaffiato con maggiore frequenza nei mesi estivi, evitando i ristagni idrici.

rododendro-gigante

Moltiplicazione Rododendro

Il rododendro si riproduce per seme, talea o margotta. Le talee di rododendro si effettuano in estate prelevando rametti dell’anno lunghi 15 cm con una gemma fiorifera che vanno messe a radicare in terriccio poroso.

Impianto o messa a dimora

L’impianto del rododendro in vaso o in giardino si effettua all’inizio della primavera o alla fine dell’estate. La buca deve essere più grande del pane di terra che avvolge la radice della pianta e drenata sul fondo con sabbia o argilla espansa.

Rinvaso-pianta

Rinvaso Rododendro

Le varietà da vaso vanno rinvasate ogni 2 anni  quando le radici escono dai fori di drenaggio dell’acqua delle annaffiature.Il rinvaso va fatto in primavera utilizzando terriccio per piante acidofile ricco di sostanza organica.

Rododendro-potatura

Potatura

Il Rododendro va potato solo per alla pianta la forma desiderata. Si recidono le parti secche o rovinate in modo che possano svilupparsi nuove foglie e nuovi fiori con la successiva fioritura.

Afidi-neri

Parassiti e malattie del Rododendro

E’ una pianta che soffre gli attacchi degli afidi, la clorosi fogliare e le malattie fungine causate da ristagni di acqua.

rododendro

Cure

Eliminazione dei fiori appassiti. Nelle regioni in cui le gelate invernali sono frequenti è necessario proteggere la base del Rododendro con una pacciamatura di paglia o foglie secche.

A fine inverno, nel mese di Febbraio per favorire la ripresa vegetativa sono utili somministrazioni di prodotti rinverdenti e trattamenti preventivi con antiparassitari specifici.

Rododendro-bianco

Usi e proprietà

Il rododendro è utilizzato a scopo ornamentale e le specie nane ibride la cui fioritura si prolunga di molto, possono essere utilizzati come addobbi floreali per banchetti nuziali.

E’ particolarmente utilizzato in fisioterapia e omeopatia.

rododendro-rosso

Durante il periodo natalizio quelli a fiori rossi è perfetto da regalare eper abbellire l’interno delle case.

Il Rododendro nel linguaggio dei fiori

Il significato del Rododendro è legato al colore dei fiori: il rododendro rosa in amore è simbolo di incertezza; il rododendro rosso, al contrario, simboleggia una tentazione alla quale è difficile resistere.

Il Rododendro è velenoso?

E’ un fiore altamente tossico e se ingerito causa vomito, dolori addominali, diarrea, fino al collasso cardiocircolatorio.

Curiosità

In Germania il Rododendro viene chiamato Alpenrose che significa Rosa delle Alpi.

Allo stesso genere del Rododendro appartiene anche l’azalea.

Galleria foto Rododendro

LauraB

Commenti: Vedi tutto