Lavori di Settembre nel frutteto

L’autunno fa sentire timidamente la sua presenza. Il che vuol dire che le temperature si fanno meno oppressive ma gli impegni da portare a termine per tenere in buona salute un frutteto non sono certo pochi. Si va dalla raccolta dei frutti, alla vendemmia fino alla potatura prestando attenzione a come e quanto si annaffia.

lavori-frutteto-settembre-1
Frutteto

Settembre è indubbiamente un mese di passaggio che, dopo essersi lasciato alle spalle il più rovente agosto, sembra porgere simbolicamente la mano alle temperature fresche di ottobre e novembre. Nonostante questo, però, non bisogna assolutamente pensare che si tratti di un periodo privo d’impegni e carattere.

Lontano dall’essere un momento di attesa o sospeso, infatti, settembre è piuttosto il mese dei buoni propositi e dell’organizzazione dell’agenda invernale. Per chi, poi, ha una casa in campagna con della terra a disposizione per le proprie culture, si tratta di un momento particolarmente impegnativo.

Soprattutto per coloro che si trovano a dover prendersi cura niente meno che di un frutteto. Tutti sono ben felici di godere di frutti sempre freschi e, probabilmente non c’è attività più piacevole e soddisfacente di andare a raccoglierli direttamente dagli alberi.

Perché questo sia possibile, però, è fondamentale impegnarsi a fondo nella cura e nel mantenimento delle proprie piante. Una necessità che, per essere adempiuta nel migliore dei modi, deve seguire necessariamente lo scorrere naturale delle stagioni.

A seconda della tipologia di piante, infatti, è necessario lavorare alacremente per permettere, nella successiva stagione, di avere frutti numerosi e succosi. Considerato tutto questo, dunque, possiamo dire che il mese di settembre è un momento in cui si deve lavorare per vedere i risultati dopo un certo lasso di tempo.

Il che vuol dire, dunque, avere una grande costanza e non demordere di fronte a poche momentanee soddisfazioni. A questo punto non rimane che andare nel dettaglio e vedere da vicino tutte le attività ed i lavori che devono essere svolti all’interno di un frutteto prima che il freddo ed i mesi invernali facciano sentire la loro presenza.

1. Irrigazione

lavori-frutteto-2
Irrigazione

Prima di andare a considerare nel dettaglio tutte le attività da svolgere, concentriamoci brevemente su un aspetto importante per il giusto sviluppo del proprio frutteto. Ci riferiamo all’irrigazione o innaffiatura. Una giusta dose di acqua, infatti, è essenziale per permettere ai frutti di svilupparsi nel migliore dei modi e permettere alla pianta madre di rigenerarsi senza problema.

Questo vuol dire che, dopo i mesi di grande caldo, dove l’attività è stata intensificata, a settembre è possibile diradare l’intervento esterno e lasciar fare alle piogge in arrivo. Ovviamente è sempre consigliabile tener conto delle condizioni atmosferiche tipiche della zona in cui ci si trova. Questo vuol dire che la cura messa nell’irrigazione deve essere diversa a seconda che ci si trovi nelle zone del nord, dove le temperature tendono a calare prima, o in quelle del sud. In queste ultime, ad esempio, si consiglia di continuare ad irrigare con una certa frequenza.

2. La raccolta

lavori-frutteto-3
Raccolta frutta

Se nel vostro frutteto fanno bella mostra alberi di mele e pere oppure possedete un vigneto ben ordinato, allora settembre si trasforma in un periodo di grande impegni. In tutti questi casi, infatti, la parola d’ordine è raccolta. In questo periodo maturano gran parte delle tipologie di mele che possono essere raccolte facilmente da terra oppure attraverso degli strumenti più professionali come il coglifrutta telescopico.

In questo caso, infatti, sarà possibile dimezzare la fatica del lavoro e portarlo a termine anche più velocemente. Per quanto riguarda la qualità del frutto, poi, è importante osservare con attenzione se la sua superficie è stata intaccata da insetti o qualche malattia particolare. Questi segni potrebbero essere visibili soprattutto nelle culture biologiche e aiutano a comprendere come agire nel migliore dei modi per la stagione successiva.

La vendemmia è sicuramente una delle attività che più s’identificano con questo periodo dell’anno e che descrive un aspetto fortemente caratteristico della nostra società rurale. La raccolta dell’uva, infatti, viene praticata da vere e proprie squadre di lavoro, se si possiede un ampio appezzamento di terra coltivato in questo modo.

Oltretutto è praticato solo con l’ausilio di forbici. Prima di procedere, però, è necessario valutare con attenzione il livello di maturità del frutto, visto che, una volta staccato, bloccherà il processo. Per questo motivo, prima di vendemmiare è bene aver controllato lo stato delle proprie viti.

3. La concimazione

lavori-frutteto-settembre-5
Concimazione

Un principio conosciuto da chiunque possiede un frutteto ben gestito e vitale è la necessità di lavorare sul tempo. Questo vuol dire che, alla fine dell’estate è fondamentale portare a termine dei lavori che faranno vedere i loro frutti durante la successiva primavera. Uno di questi, ad esempio, è la concimazione. Necessaria, infatti, è dare nuovo nutrimento e forza.

In questo modo, infatti, si permette alle piante da frutto di accumulare le sostanze di riserva nelle radici, nel tronco e nei rami durante tutto il periodo di riposo vegetativo. Elementi essenziali per garantire un’ottima fioritura al momento giusto ed una successiva fruttificazione.

4. Trattamenti e potatura

lavori-fruttero-settembre-4
Potatura

In alcuni casi, però, è necessario proteggere da attacchi esterni alcune piante, soprattutto se ancora non è arrivato il momento della raccolta. Questo, ad esempio, è il caso dell’ulivo che, proprio nel periodo di settembre potrebbe essere attaccato da quella che viene definita la mosca olearia. Per evitare che il prezioso frutto di questa pianta venga rovinato, dunque, si suggerisce d’intervenire con lo sponosad. Si tratta di un prodotto insetticida utilizzato senza problemi anche per le culture biologiche.

Per quanto riguarda la potatura, invece, settembre non sembrerebbe essere il periodo adatto se non per il ciliegio. In questo caso, infatti, ci troviamo di fronte ad una pianta particolarmente delicata che, durante i mesi più caldi, non riesce a cicatrizzare i tagli subiti senza problemi. Settembre, invece, sembra essere il momento migliore. I tagli che si effettuano mentre ci sono ancora le foglie hanno lo scopo proprio di rinnovare le formazioni fruttifere e di liberarsi dei rami secchi, malati o danneggiati.

Lavori di settembre nel frutteto: foto e immagini

Se vi siete imbarcati nell’emozionante impresa di avere un frutteto, è bene essere coscienti dei molti lavori da dover sostenere. Per capire l’impegno necessario scorrete le immagini presenti in galleria.