Cerastio coltivazione


Cerastium-tomentosum-coltivazione


Il Cerastio, Cerastium tomentosum, è una pianta erbacea ornamentale ideale per realizzare macchie di colore nelle aiuole e nei giardini rocciosi.

Cerastium-moltiplicazione


Caratteristiche Cerastium tomentosum

Il cerastio detto anche Peverina è una piccola perenne tappezzante della famiglia delle Caryophyllaceae originaria dell’Europa.

La pianta alta 30 – 40 cm tende a formare cespugli tondeggianti simili alla Gypsofila.

Dall’apparato radicale di tipo rizomatoso si sviluppano steli erbacei fitti e ramificati ricoperti da numerose foglie di colore verde – argento ricoperte da una sottile peluria bianca.

Cerastium-tomentosum-foglie


Leggi anche: Saponaria coltivazione

Le foglie, a forma lineare e a lamina intera, sono disposte lungo gli steli in modo opposto e sono sessili.

Cerastium-tomentosum-fiore

I fiori di colore bianco – argenteo hanno la corolla composta da 5 petali divisi nella parte terminale in 2 piccoli lobi.

I frutti che compaiono dopo la fioritura sono capsule cilindriche contenenti piccoli semi oblunghi ed appuntiti di colore marrone scuro.

Fioritura: il Cerastium conosciuto anche come Erba lattaria o Peverina Tomentosa durante il periodo della fioritura, primavera – estate, forma densi cuscini tondeggianti bianchi.

Cerastium-tomentosum

Coltivazione Cerastium

Esposizione: predilige posizioni soleggiate ma si sviluppa bene anche in quelle parzialmente ombreggiate; non teme le basse temperature e le gelate invernali al contrario soffre il caldo eccessivo.

Terreno: si sviluppa in qualsiasi terreno calcareo sciolto e ben drenato.

Annaffiature: va annaffiato regolarmente dalla ripresa vegetativa e per tutta l’estate anche se gli esemplari del Cerastium tomentosum tollerano abbastanza anche i periodi di prolungata siccità

Concime

Concimazione: è una pianta rustica che va concimata poco infatti sono sufficienti 2 concimazioni una a fine estate e l’altra a fine inverno con concime granulare a lenta cessione distribuito ai piedi del cespo.


Potrebbe interessarti: Bardana – Arctium Lappa coltivazione

Cerastium-glomeratum

Moltiplicazione Cerastium

Il cerastio si propaga per seme in primavera e per divisione dei cespi in autunno.

Dichondra_stoloni

Gli steli di questa graziosa piantina, come quelli delle fragole, del falangio e della dicondra, emettono numerosi stoloni che radicando danno origine a tante nuove piante che strisciando tappezzano muri e aiuole.

Parassiti e malattie Cerastium

Il Cerastium tomentosum non teme gli attacchi degli afidi o di altri parassiti animali. Soffre solo il marciume delle radici se il terreno non è ben drenato.

Galleria foto Cerastium tomentosum

LauraB

Commenti: Vedi tutto