Bardana – Arctium Lappa coltivazione


bardana-coltivazione


La bardana è una pianta erbacea officinale di facile coltivazione anche nei piccoli orti.

arctium-bardana


Caratteristiche generali della Bardana

La Bardana, pianta biennale o perenne della famiglia delle Asteraceae, diffusa allo stato spontaneo in tutte le zone montane e nelle campagne. La pianta è composta da grossi radici allungate e carnose (simili alle patate o al topinambur) dal sapore amaro ma gradevole.

Dal robusto apparato radicale si sviluppano lunghi steli erbacei alti anche più di 2 metri ricoperti da grandi foglie cuoriformi, pelose e verdi.

bardana-foglie


Leggi anche: Bardana proprietà

Sugli steli profondamente solcati alla base durante il periodo della fioritura compaiono racemi di fiori tubulosi di colore rosa- violaceo riuniti in racemi.

arctium-bardana

I fiori sono avvolti da una sorta di capsula composta da particolari brattee uncinate che a maturazione cadono al suolo e aprendosi liberano dei semi grigiastri e oblunghi chiamati acheni.

bardana- infruttescenze

Fioritura

La bardana fiorisce in estate a cavallo tra luglio e settembre.

arctium-lappa-bardana

Coltivazione della Bardana

Esposizione

Predilige i luoghi soleggiati.

Terreno

Ama il terreno umido, calcareo soffice, con pH neutro, ricco di sostanza organica e ben drenato.

Annaffiature

E’ una pianta che si accontenta delle acque piovane e va annaffiata solo quando le piante vengono messe a dimora in piena terra o durante i periodi di prolungata siccità.

Concimazione

Prima dell’impianto lavorare a fondo il terreno e arricchirlo con letame maturo.

Semina-cassette

Moltiplicazione della Bardana

La pianta si propaga per seme. La semina si effettua in semenzaio protetto alla fine dell’inverno. La temperatura media ideale per la germinazione dei semi deve essere di  20°C . Dopo circa due mesi dalla semina compariranno le nuove piantine e solo quando avranno emesso la quarta fogliolina potranno essere messe a dimora definitiva.

radici-bardana

Raccolta della Bardana

Della bardana si raccolgono le foglie e le radici. Le foglie si raccolgono in primavera, si fanno essiccare all’aria in luoghi ombrosi per poi essere conservate in sacchetti di carta.

Per la raccolta delle radici bisogna aspettare l’autunno periodo in cui saranno grosse e carnose.

Le radici di Bardana una volta estratte dal terreno vanno tagliate a rondelle e messe ad essiccare al sole.

bardana-barbiglio

Parassiti e malattie della Bardana

Si tratta di una pianta che non teme i parassiti animali e le malattie fungine. Soffre il marciume delle radici solo se il terreno non è ben drenato.

Trattamenti e cure della Bardana

Non necessita di trattamenti e va liberata dalle erbe infestanti solo quando le piante non sono ancora ben sviluppate.

bardana-foglia

Usi della Bardana

La bardana viene utilizzata per le sue proprietà depurative, diuretiche ed antisettiche;

le foglie fresche consumate in insalata sono un ottimo alimento per la salute del fegato.

Bardana nel linguaggio dei fiori

La bardana nel gergo dei fiori assume il significato di persona riservata.

La bardana è una pianta velenosa?

Non è una pianta velenosa. Anzi in passato veniva utilizzata come antitodo naturare contro il veleno dei serpenti.

Galleria foto Bardana

LauraB

Commenti: Vedi tutto