Aethionema – Piante perenni tappezzanti

Laura Bennet
  • Autore - Laurea in scienze biologiche

Aethionema-saxatile

Le Aethionema sono piccole piante rustiche da fiore adatte a tappezzare i giardini rocciosi, facili da coltivare anche in vasi o fioriere.

Caratteristiche generali degli Aethionema

L’Aethionema è un genere che comprende circa 70 specie di piante rustiche della famiglia delle Brassicaceae diffuse in tutte le zone del Mediterraneo, dell’Europa e dell’Asia occidentale, in particolare in Turchia.

Sono piante suffruticose di piccole dimensioni generalmente a portamento espanso-tappezzante. provviste di una robusta radice.  In piena vegetazione formano densi cuscini tappezzanti ricchi di un fogliame blu verde tendente al grigiastro portate da steli tentacolari legnosi alla base ed erbacei verso gli apici.

Le foglie sono generalmente da lineari ad ovali, con pagina intera, bordo liscio o lievemente dentellato.

I fiori, riuniti in densi capolini, hanno la corolla composta da 4 petali bianchi, rosa o rossi, disposti a croce.

I frutti sono piccoli baccelli piatti a forma di cuore che a maturità si aprono in due parti lasciando cadere al suolo i semi che si trovano all’interno.

I semi, generalmente pochi per baccello, sono sferici e di colore giallo paglierino.

Fioritura

Gli Aethionema generalmente fioriscono in primavera o all’inizio dell’estate, tra aprile, maggio e luglio.

Aetionema-fioritura

Coltivazione degli Aethionema

Esposizione

Sono piante nane che per potere dare abbondanti fioriture vanno coltivate in una posizione soleggiata per molte ore del giorno. Non temono il freddo, alcune specie sopravviviono anche a temperature invernali rigide inferiori ai -20° C.

Terreno

Crescono bene nel comune terreno da giardino ben drenato anche se prediligono quello calcareo.

Annaffiature

Sono piante molto resistenti, adatte a vegetare anche in condizioni di estrema siccità. Vanno annaffiate sporadicamente, durante il periodo vegetativo, lasciando asciugare bene il terreno  per un paio di giorni prima di ripetere l’annaffiatura. Generalmente si interviene ogni 1-2 settimane. In autunno-inverno, periodo di dormienza, le annaffiature vanno invece sospese del tutto.

Concimazione

Per favorire la ripresa vegetativa delle piante almeno in primavera è bene somministrare sul terreno del concime organico o minerale a lenta cessione.

Aethionema: coltivazione in vaso

Le piante possono essere si adattano anche ad essere coltivate al pieno sole in vasi contenenti terriccio specifico, ben drenato soprattutto sul fondo. Vanno poste in una zona soleggiata almeno durante le ore del mattino; vanno irrigate solo quando il terreno è completamente asciutto per evitare il marciume delle radici, e vanno anche concimate nel periodo della riprese vegetativa.

Rinvaso

Il rinvaso va fatto quando le robuste radici della Aethionema ostruiscono i fori del drenaggio.

Moltiplicazione degli Aethionema

Le specie rustiche si riproducono per seme e quelle ibride anche per via agamica o vegetativa mendiate talea erbacea.

Semina

La semina si effettua in primavera, nel mese di marzo, mettendo a germinare i semi in un semenzaio freddo con terreno specifico mantenuto appena umido fino a quando non spuntano i teneri germogli. In maggio-giugno, le piantine  facili da maneggiare per le dimensioni raggiunte, si ripicchettano singolarmente in vasi dal diametro di 8 cm e si allevano in essi fino al momento della messa dimora definitiva, fra ottobre e marzo a seconda delle condizioni climatiche.

Potrebbe interessarti Rosa Banksiae – Rose banksiae

Propagazione per talea

Le specie ibride come ad esempio l’Aethionema Warley rose si possono moltiplicare per talea erbacea, prelevando in giugno-luglio alcuni apici di steli non fioriferi; si mettono a radicare in letto freddo, in un miscuglio formatto da sabbia e torba in parti uguali. Le piantine radicate si lasciano sviluppare a freddo fino alla primavera successiva.

Impianto o messa a dimora

Le nuove piantine di mettono a dimora fra ottobre e marzo in buche ben drenate distanti tra loro 30-45 cm e per formare tappeti densi e fitti anche a 20 cm.

Abbinamenti

Le piante di Aethionema possono essere abbinate ad altre specie da fiore basse e tappezzanti come la Veronica liwanensis, Alyssum ‘Mountain Gold o Iberis.

Potatura

Per stimolare la produzione di nuovi getti e per prolungare la fioritura, vanno recisi i fusti con i fiori appassiti. Le piante potate conservano la loro bellezza ornamentale anche se prive di fiori.

Parassiti e malattie degli Aethionema

Le piante di Aethionema sono abbastanza rustiche, tuttavia nei luoghi in cui il clima primaverile è molto umido, soffrono l’attacco degli afidi e di alcune malattie fungine come l’oidio o mal bianco. Se il terreno di coltivazione è poco permeabile all’acqua temono anche il marciume delle radici. .

Cure e trattamenti

Le Aethionema sono piante a bassa manutenzione. In primavera necessitano di un trattamento preventivo con insetticida ad ampio spettro e con un fungicida sistemico, in modo da prevenire le infestazioni parassitarie e le malattie crittogame. Il trattamento va fatto in una bella giornata soleggiata e ripetuto in caso di piogge persistenti.

Varietà di Aethionema

Aethionema saxatile

L’Aethionema saxatile, chiamata comunemente erba storna carnicina, è una pianta erbacea della famiglia delle Brassicaceae che cresce perenne diffusa come spontanea nei terreni ghiaiosi, calcarei da 1800 a 2600 metri di altitudine.
E’ una pianta perenne di piccolissime dimensioni, alta appena circa 6 cm. Ha fusto lievemente lignificato con foglie basali carnose, spatolate, lamina ellittica solitamente intera e foglie cauline sessili lanceolate. Da maggio a luglio produce numerosi fiori 4 petali di colore violetto, raccolti in racemo ombrelliforme.

Aethionema-grandiflorum

Aethionema grandiflorum

L’Aethionema grandiflorum comunemente noto come candytuft persiano, è una brasiccacea erbacea perenne e sempreverde originaria del Libano, Turchia e Persia, alta 15 cm e che cresce come spontanea sui pendii calcarei da 750 2600 m di altitudine.
Ha steli poco ramificati con foglie oblunghe-ovate di colore vede-blu. Tra maggio-luglio produce racemi lunghi circa 5 cm composti da fiori rosa tenue. Ama il pieno sole e i terreni alcalini. Si riproduce facilmente per seme.

Aethionema iberideum

L’Aethionema iberideum è una specie diffusa nelle zone mediterranee, è alta 15 cm. Ha fusti erbacei ricoperti da papille e foglie alterne e sessile con forma lineare-lanceolata di colore verde-azzurrognolo. Tra maggio e luglio produce fiori bianchi, riuniti in racemi lunghi 5 cm seguiti da piccole capsule cuoriformi contenenti due minuscoli semi. Predilige il pieno sole e il terreno calcareo.

Aethionema pulchellum

L’Aethionema pulchellum è pianta originaria dell’Asia Minore, è alta 15-25 cm. E’ una specie arbustiva leggermente più compatta con foglie sempreverdi più piccole di colore verde-bluastro. In primavera porta numerosi grappoli arrotondati di minuscoli fiori rosa con un occhio giallo alle estremità dei rami. È una pianta perfetta per tappezzare i giardini rocciosi e soleggiati.

Aethionema x Warley Rose

Aethionema x Warley Rose

L’Aethionema ‘Warley Rose’ è un piccolo sub-arbusto ibrido semi-sempreverde che deve la sua origine alla giardiniera inglese Ellen Willmott (1858-1934). Forma un sub-arbusto compatto e arrotondato con foglie lineari glauche di colore grigio-verde. In tarda primavera o inizio estate, sugli apici dei rami produce numerosi fiori rosa carcico. E’ una specie adatta ai giardini rocciosi e alla coltivazione in vaso.

Aethionema_armenum

Aethionema armenum

E’ una specie originaria dell’Asia. Forma un piccolo arbusto sempreverde con steli legno alla base ed erbacei alle punte con foglie lineari verde-glauco. Da metà primavera fino ad inizio estate, produce fiori bianchi o rosa. Si riproduce per seme; ama il pieno sole e cresce bene nei terreni ben drenati, da alcalini a neutri.

Aethionema capitatum

L’Aethionema capitatum, chiamato anche crescione comune, è una pianta erbacea diffusa negi ambienti rupestri e nei giardini alpini.
E’ un sub-arbusto compatto semi-sempreverde alto circa 15 cm. Ha steli eretti con foglie piccole, strette ed appuntite di colore blu-verde o grigio-verde. In tarda primavera e inizio estate si copre di fiori rosa-lilla pallido riuniti in grappoli terminali. Predilige l’esposizione al sole e cresce bene in qualunque tipo di terreno ben drenato.

Aethionema oppositifolium

E’ un’erbacea perenne a portamento tappezzante, con piccole foglie arrotondate, carnose di colore grigio-verde. In primavera forma densi cuscini tappezzanti e in estate si copre di fiorellini rosa pallido o bianchi. E una specie ‘perfetta per formare tappeti verdi, bassi nei giardini rocciosi esposti al pieno sole. Resiste alla siccità e al freddo.

Aethionema schistosum

E’ un sub-arbusto sempreverde a portamento tappezzante. Ha steli ricoperti da foglie carnose di colore verde-bluastro. In primavera produce fiori di color rosa, dal lieve profumo dolciastro.

Aethionema cordifolium

L’Aethionema cordifolium è una pianta erbacea sella famiglia delle Brassicaceae alta 15-20 cm. Ha steli erbacei con piccole foglie ovate di colore verde scuro. Tra giugno e luglio produce fiori rosa. Predilige l’esposizione al sole e resiste senza problemi alle temperature rigide dell’inverno fino ai -28° C.

Aethionema_rotundifolium

Aethionema rotundifolium

Conosciuta come Eunomia rotonda è una pianta bassa con foglie carnose ovate di colore verde brillante portate su steli cilindrici verdi-rossastri. Produce fiori con 4 petali di colore rosa pallido.

Usi

Le piante di Aethionema vengono coltivate come ornamentali nei giardini rocciosi, per coprire le fessure dei muri, lastricati e in vaso per abbellire balconi, terrazze e cortili.

Nome inglese

L’Aethionema nei Paesi anglosassoni è chiamato Stonecress in riferimento all’ habitat di crescita e al portamento strisciante.

Curiosità

Il nome del genere Aethionema deriva dal greco antico e allude al portamento filiforme dei suoi fusti.
La cultivar ibrida ‘Warley Rose’ ha ottenuto il premio Garden Merit della Royal Horticultural Society per la sua facile coltivazione e la resistenza alle condizioni climatiche avverse.

Galleria foto Aethionema