Stoccafisso alla pizzaiola ricetta

Laura Bennet
  • Dott. in scienze biologiche
Stoccafisso alla pizzaiola ricetta

Sommario

Lo stoccafisso alla pizzaiola, un tempo considerato il cibo dei poveri, oggi è un piatto prelibato che viene preparato in tutte le regioni italiane: ricetta, dosi , ingredienti, preparazione, calorie e foto.

Tempo di preparazione:
20 minuti
Tempo di cottura:
20 minuti
Quantità:
4

Ingredienti Ricetta

  • Stoccafisso ammollato 1 kg
  • Pomodori pelati 500 gr
  • Olio extravergine d'oliva 8 cucchiai
  • Origano 1 pizzico
  • Sale q.b.
  • Peperoncino piccante q.b.
  • Trito di prezzemolo q.b.
  • Aglio 1 spicchio

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 100 gr
  • Calorie 275 kcal

Un piatto dal sapore intenso dello stoccafisso facile da preparare, adatto anche a chi è dieta per il basso apporto calorico. Si tratta di un secondo piatto insolito, ricco di vitamine e omega3 ed oltretutto molto leggero. Cucinato alla pizzaiola con pomodori e origano acquista un sapore unico ed un profumo inconfondibile.

Lo stoccafisso come il baccalà vengono utilizzati in particolare durante le festività natalizie ma non solo, in particolare al Sud Italia. In altri paesi europei viene consumato come un normale secondo piatto in varianti e ricette deliziose e gustose.

Nella nostra proposta di oggi suggeriamo una ricetta semplice e veloce, da preparare con pochi ingredienti sani e genuini. Vediamo come preparare lo Stoccafisso alla pizzaiola nella nostra ricetta passo passo.

Procedimento dello Stoccafisso alla pizzaiola

  1. Acquistate dello stoccafisso già ammollato, privatelo delle lische eventualmente presenti e la pellicina nera. Tagliate lo stoccafisso a pezzi larghi circa 5 centimetri, metteteli in un colino e sciacquateli sotto il getto dell’acqua corrente. Fate sgrondare ben bene, poi asciugateli tamponandoli con un canovaccio pulito o meglio ancora con carta assorbente da cucina. Versate i pomodori pelati nel boccale del frullatore e riduceteli a pezzi non troppo sottili.stoccafisso-pizzaiola-ingredienti
  2. Prendete una padella antiaderente, versatevi l’olio extravergine di oliva, aggiungete uno spicchio di aglio spellato a vivo e tagliato a fette e un po’ di peperoncino piccante in polvere o a pezzi. Mettete la padella sul fornello del gas e a fiamma bassa fate rosolare l’aglio. Aggiungete i pomodori pelati al soffritto di olio, aglio e peperoncino, salate e fate cuocere il sugo per circa 20 minuti mescolando di tanto in tanto.
    stoccafisso-olive
  3. Trascorso il tempo indicato, unite le olive nere di Gaeta e i pezzi di stoccafisso, e un po’ di origano in polvere. Coprite la padella con il coperchio e lasciate cuocere per 20 minuti. Saggiate la cottura dello stoccafisso con i rebbi della forchetta. Se non  incontrate alcuna resistenza, spegnete il fuoco e lasciate riposare per qualche minuto. Impiattate lo stocco, guarnitelo con un po’ di prezzemolo fresco e servitelo in tavola ben caldo.
    stoccafisso-alla-pizzaiola

Stoccafisso alla pizzaiola: consigli e suggerimenti

Lo stoccafisso alla pizzaiola può essere preparato anche con i pomodorini freschi ma ben maturi, che vanno fatti cuocere nel soffritto di olio, aglio e peperoncino per 5 minuti e solo dopo si aggiungono gli altri ingredienti elencati nella ricetta.

Potrebbe interessarti Stoccafisso all’ anconetana

soffritto-pomodori-pelati

Stoccafisso alla pizzaiola: curiosità

Lo stoccafisso a differenza del baccalà che viene conservato in salamoia: è merluzzo essiccato. Dopo la pesca il merluzzo viene pulito, lasciato intero e fatto essiccare su rastrelliere all’aperto per 90 giorni, poi l’essiccazione viene prolungata per altri 3 mesi in ambiente secco e ventilato.

Anticamente ed ancora oggi in molte regioni italiane in particolare la Campania, lo stoccafisso viene comunemente chiamato stocco e viene utilizzato per la preparazione di una famosa ricetta: Accio, stocco e patane che per tradizione, come il baccalà fritto o il baccalà arracanato, rientra nel menù di Natale.

Lo stoccafisso, prodotto ricco di proteine, sali minerali e omega 3 ma povero di grassi e di sodio, viene importato soprattutto dalla Norvegia, la patria di produzione. Per l’elevato contenuto dell’amminoacido arginina (1,8 g per ogni 100 grammi) lo stoccafisso viene considerato un potente afrodisiaco.

stoccafisso-pizzaiola-cottura

Stoccafisso alla pizzaiola foto e immagini