Pesche al vino

Laura Bennet
  • Dott. in scienze biologiche
Pesche al vino

Sommario

Una ricetta gustosa e fresca da preparare in estate con le pesche gialle, chiodi di garofano, cannella, vino rosso: ingredienti, dosi, calorie e foto del procedimento.

Tempo di preparazione:
20 minuti
Quantità:
8

Ingredienti Ricetta

  • Pesche gialle 1 kg
  • Vino rosso q.b.
  • Zucchero q.b.
  • Cannella 1/2 stecca
  • Chiodi di garofano 5

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 100 gr
  • Calorie 70 kcal

Si tratta di una ricetta di stagione che richiede poco tempo e che sicuramente sarà di vostro gusto. Per la preparazione vi occorrono delle pesche gialle o meglio le percoche sode ma mature al punto giusto e del vino rosso di buona qualità.

Procedimento delle Pesche al vino

  1. Per prima cosa sterilizzate un barattolo abbastanza capiente e fatelo asciugare capovolto su un canovaccio da cucina. Lavate le pesche sotto il getto della fontana per eliminare i residui di polvere e la peluria che le ricopre. Asciugatele con un canovaccio pulito o carta assorbente. Sbucciatele, dividetele a meta. Eliminate il nocciolo e poi affettatele a pezzi grossolani.Peach
  2. Mettete gli spicchi di pesche nel barattolo con chiusura ermetica. Aggiungete la cannella ridotta a pezzi, i chiodi di garofano e lo zucchero. Mescolate ben ben con un cucchiaio. Versate il vino rosso e coprite le pesche. Il vino deve superare la superficie delle pesce di almeno 1 cm. Tappate ben ben e poi scuotete il barattolo per far sciogliere lo zucchero e far amalgamare gli altri ingredienti. Mettete il barattolo in frigo e lasciate insaporire le pesche nel vino aromatizzato.

Vino

Pesche al vino: consigli e suggerimenti

Per gustare al meglio le pesche gialle fatele macerare nel vino almeno 1 giorno. Al momento di servirle in tavola a fine pasto ben fredde, trasferite le fette di pesche in bicchieri o coppe di cristallo e irroratele con un po’ di vino. Se vi avanzano rimettetele subito in frigo e consumatele nel giro di  2- 3 giorni dalla preparazione. Il vino che avanza può essere servito anche come digestivo ed è ottimo come sangria.Sangria

Informazioni utili sulle pesche

Le pesche sono frutti estivi largamente utilizzate fresche sulla tavola di tutti i giorni e largamente impiegate per la preparazione di conserve invernali gustose come: marmellata, confettura, gelatina, liquore, tè alla pesca. Le pesche sciroppate ad esempio che vengono preparate anche in casa con la classica ricetta della nonna vengono conservate per tutto l’inverno e utilizzate per preparare  dessert light, torta di pesche con panna, strudel, biscotti farciti ecc.Pesche

Curiosità sulle pesche

La coltivazione del Pesco, Prunus persica, fu introdotta in Italia e nel resto dell’Europa da Alessandro Magno che rimase colpito dalla bellezza dell’albero mentre visitava i giardini di Dario III in Persia. La pesca è un frutto antichissimo e pare che i primi noccioli ritrovati nella provincia di Haboi risalgano al 1570- 1045 avanti Cristo. Il maggiore produttore mondiale di pesche è la Cina seguita dagli Stati Uniti, Italia, Spagna e Grecia. La pesca con i suoi colori rosati è stata fonte di ispirazioni di artisti famosi infatti sono raffigurate nei quadri di Caravaggio, Monet, Renoir  e Van Gogh. Le pesche erano i frutti consacrati ad Arpocrate il dio egizio del silenzio.Pesche

Potrebbe interessarti Pesche sotto spirito

Pesche al vino foto e immagini