Pastissus sardi ricetta

Nicola Spisso
  • Autore - Laurea in Ingegneria Edile Architettura
Pastissus sardi ricetta

Sommario

In Sardegna i Pastissus (“pasticci”) sono considerati i dolci delle feste, ma si preparano anche per festegguare lieti eventi come matrimoni, battesimi e compleanni.

Tempo di preparazione:
15 minuti
Tempo di cottura:
15 minuti
Quantità:
4

Ingredienti Ricetta

  • Farina 150 gr
  • Strutto 40 gr
  • Zucchero 1 cucchiaio
  • Acqua q.b.
  • Mandorle 300 gr
  • Zucchero 120 gr
  • Uova 5
  • Buccia di limone 1
  • Amido di mais 1 cucchiaio
  • Lievito per dolci 1 cucchiaino

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 100 gr
  • Calorie 290 kcal

In Sardegna i Pastissus (“pasticci”) sono considerati i dolci delle feste, ma si preparano anche per festeggiare lieti eventi come matrimoni, battesimi e compleanni. Il Pastissus è di forma e grandezza variabile (tondo, quadrato, rettangolare…), spesso di una certa altezza. Sono ricoperti di glassa sulla cui superficie si ammirano fantasiose decorazioni come fiorellini, piccole foglie, motivi arabeggianti e al loro interno custodiscono un cuore di tenera mandorla. Vediamo come preparare i Pastissus sardi nella nostra ricetta passo passo.

Procedimento dei Pastissus sardi

  1. Per la preparazione di questa ricetta di origine sarda tenete a portata di mano sul piano di lavoro tutti gli ingredienti già pesati e distribuiti in ciotole: 150 gr di farina, 40 gr di strutto, 1 cucchiaio di zucchero e acqua quanta ne basta per amalgamare al meglio l’impasto. Tenete a portata di mano e sempre ben pesati tutti gli ingredienti per il ripieno: 300 gr di mandorle macinate, 120 gr di zucchero, 5 uova, la buccia grattugiata di un limone, 1 cucchiaio di amido di mais e 1 cucchiaino di lievito per dolci.Farina, Zucchero
  2. Mettere la farina a fontana sulla spianatoia. Aggiungervi lo zucchero e 4 cucchiai di acqua fredda. Impastare il tutto e aggiungere lo strutto a temperatura ambiente e continuare a lavorare l’impasto fino a quando sarà diventato omogeneo e morbido come quello del pane (se risulta troppo duro aggiungere ancora dell’acqua). Modellare una palla, avvolgerla in un canovaccio e lasciarla riposare per circa 30 minuti a temperatura ambiente.Impasto
  3. Nel frattempo iniziare a preparare il ripieno: in una terrina montare le uova e aggiungervi delicatamente le mandorle macinate e il resto degli ingredienti. Amalgamare bene il tutto, stendere l’impasto ottenuto in una sfoglia sottile e tagliare dei dischi. Ungere tutte le formine con un po’ di strutto e ricoprirle con i dischi di sfoglia ritagliati togliendo la pasta in eccesso.Mattarello
  4. Riempirle (non troppo) con l’impasto di mandorle, disporle sulla placca da forno e cuocerle per circa 15 minuti a 170°. Toglierli dal forno e lasciarli raffreddare. Con la glassa bianca che avete preparato in precedenza, ricoprire i Pastissus. Quando la glassa si sarà indurita, procedere con la decorazione. Per gli amanti dei dolci della Sardegna ottime anche le sebadas sarde.Biscotti, Glassa

Pastissus sardi: consigli e suggerimenti

Questi dolcetti profumati vengono solitamente ricoperti con della glassa, fine ed elegante. Per la preparazione della glassa sarà sufficiente unire zucchero e pochissima acqua, portare a bollore e aggiungere un po’ di limone. Addensare e regolare la densità e lo spessore della glassa a vostro piacimento. Solitamente è previsto uno strato molto sottile e delle decorazioni simili a dei ricami soprattutto per quanto riguarda feste, cerimonie ed eventi.Biscotti, Glassa

Pastissus sardi: conservazione

Questi deliziosi dolcetti a base di mandorle ben si conservano per diversi giorni se ben conservati. Come per i biscotti tradizionali o i pasticcini di pasta frolla è bene conservare questi dolcetti in contenitori di latta per garantire freschezza e fragranza per più giorni.Biscotti, Glassa

Pastissus sardi foto e immagini