Teucrium coltivazione


Teucrium-fiori


Il Teucrium noto anche come Camedrio femmina o Teucrio è un arbusto sempreverde adatto alla realizzazione di siepi e bordure, facile da coltivare anche in vaso.

Teucrium-fruticans-fioritura


Caratteristiche Teucrium fruticans

Il Teucrium è una pianta è una pianta perenne della famiglia delle Labiate diffusa allo stato rustico nell’area del Mediterraneo occidentale e in Africa.

Si tratta di una pianta semirustica a sviluppo arbustivo caratterizzata da una crescita molto rapida, infatti le piante adulte superano anche i 2 metri di altezza.

I fusti, quadrangolari e ricoperti da una densa peluria biancastra con il tempo tendono a diventare semilegnosi nella parte basale.

Teucrium-foglie


Leggi anche: Erba gatta coltivazione

Le foglie, lanceolate – ellittiche, sono portate sui rami da corti piccioli. La pagina superiore delle foglie è lucida e di colore verde scuro mentre quella inferiore è pelosa e di colore verde-argenteo. Le foglie perenni sono aromatiche, infatti quando vengono stropicciate tra le dita emanano un gradevole profumo.

Teucrium-fiori

I fiori, ermafroditi e tubulosi hanno la corolla composta da petali azzurri o lilla, percorsi da venature di colore più intense. La corolla è formata da un solo petalo pentalobato e ricurvo con lobo mediano molto vistoso che avvolge lo stilo e gli stami prominenti.

Il frutto polanecario o schizocarpico, secco e indeiscente, a maturazione completa si presenta avvolto da una superficie reticolata ricoperta da peli lunghi e piccolissime ghiandole sferiche.

I semi maturi sono piatti e di colore marrone scuro.

Fioritura 

Il Teucrium fiorisce dalla primavera fino a metà estate.

Coltivazione Teucrium

Esposizione

Questa pianta arbustiva ama i luoghi soleggiati per molte ore al giorno e al riparo dal vento. Tollera abbastanza ben anche le temperature minime al di sotto dei  -5°C. La distanza di impianto consigliata è di 40-50 cm.

Terreno

Pur adattandosi a qualunque tipo di terreno predilige quello leggero, ricco di sostanza organica e soprattutto ben drenato.  Cresce bene e senza alcun problema nel terreno con valore di pH acido, alcalino e neutro.

Annaffiature

Le piante di Teucrium coltivate in piena terra anche se generalmente si accontentano delle piogge vanno comunque irrigate durante i periodi di prolungata siccità e durante il primo anno d’impianto. Il Teucrium allevato in vaso invece, va annaffiato con maggiore frequenza per evitare che perda le foglie infatti in caso di carenza di acqua esse tendono ad accartocciarsi fino all’avvizzimento.


Potrebbe interessarti: Lonicera – Lonicera nitida

Concime-granulare

Concimazione

Dalla ripresa vegetativa fine dell’inverno o fino all’inizio dell’autunno, somministrare ai piedi dell’arbusto del concime organico a lento rilascio bilanciato in azoto (N), potassio (K) e fosforo (P).

Teucrium: coltivazione in vaso

Questa pianta e soprattutto il Teucrium aroanium è adatta anche alla coltivazione in vaso, su balconi e terrazzi. Il vaso va riempito con un miscuglio composto da 2/3 di terra fertile leggera e 1/3 di torba e arricchito con concime complesso. Le annaffiature vanno fatte con regolarità. Ogni anno, dalla primavera in poi, ogni 20/30 giorni, all’acqua d’irrigazione vanno aggiunti 2 grammi di concime complesso.

Teucrium-rinvaso

Rinvaso del Teucrium

Il rinvaso si effettua in primavera utilizzando un contenitore più grande del precedente e nuovo terriccio leggero e ben drenato composto da 2 parti di terra e 1 parte di torba. Per favorire lo sgrondo dell’acqua delle annaffiature si consiglia di mettere sul fondo del vaso un po’ di sabbia o del pietrisco grossolano.

Teucrium-moltiplicazione-talea

Moltiplicazione Teucrium

La pianta si riproduce per seme e molto più facilmente per talea semilegnosa.

Moltiplicazione per talea

Per ottenere piante con le stesse caratteristiche di quella madre e per fioriture precoci la tecnica di propagazione più utilizzata è quella per talea estiva.

Tra luglio – agosto, con cesoie ben affilate e disinfettate si prelevano dai germogli laterali talee  lunghe circa 10 cm, con una porzione di ramo portante, e si mettono a radicare in un contenitore con un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali.

Il cassone va poi posto in un luogo luminoso alla temperatura di 15°C.

A radicazione avvenuta (comparsa di nuovi germogli), si lasciano irrobustire le nuove piante radicate fino al momento della messa dimora.

Teucrium-impianto

Impianto o messa a dimora

La messa a dimora delle piante di Teucrium può essere fatta tutto l’arco dell’anno anche se il periodo migliore è la primavera verso la fine di aprile.

Le piante vanno messe in buche profonde e larghe circa il doppio del pane di terra che avvolge le radici distanti tra loro circa 1 metro. Per ogni metro quadrato occorrono circa 3 piante.

Dopo l’impianto la buca va riempita con comune terreno da giardino misto a un po’ di terriccio universale.

Il terreno va fatto aderire fino al colletto della pianta e poi lo si annaffia abbondantemente evitando però di affogarlo.

Teucrium-potatura

Potatura del Teucrium

Il Teucrium va potato due volte l’anno: a fine inverno e in tarda primavera verso la fine del  mese di maggio. A fine inverno, con cesoie ben affilate e disinfettate si potano i rami secchi e danneggiati dal freddo mentre con la seconda potatura che mira a conferire armonia di forma all’arbusto si accorciano tutti i rami di circa la metà della loro lunghezza.

Se non viene potato si sviluppa naturalmente assumendo una forma leggermente disordinata ma comunque gradevole e fiorisce profusamente.

Parassiti e malattie del Teucrium

Si tratta di una pianta rustica abbastanza resistente all’attacco della cocciniglia e degli afidi ma molto sensibile al marciume delle radici se il terreno di coltivazione non è ben drenato. Le piante di Teucrium coltivate in ambienti umidi talvolta vengono attaccate da malattie fungine  che causano macchie brune sulle foglie.

Cure e trattamenti

Trattare con appositi fungicidi. Va protetto dai rigori dell’inverno nelle zone in cui il freddo si fa particolarmente sentire.

Varietà di Teucrium

Tra le specie più coltivate e diffuse oltre al Teucrium fruticans ricordiamo altre varietà altrettanto ornamentali.

Teucrium aroanium

Una specie di piccole dimensioni a portamento tappezzante che ama il pieno sole e che produce piccole fiori di colore lavanda;

Teucrium-chamaedrys

Teucrium chamaedrys

Conosciuto come Camedrio comune o querciola è una varietà resistente sia alle alte sia alle basse temperature che può essere coltivato anche nelle regioni con clima invernale molto freddo purchè in posizioni riparate dal vento. Produce infiorescenze a spighe composte da piccoli fiori rosati.

Teucrium-scorodonia

Teucrium scorodonia

E’ una pianta erbacea perenne aromatica originaria delle aree del Mediterraneo occidentale.  Durante il periodo della fioritura produce delle lunghe infiorescenze apicali di colore crema molto simili a quelle della salvia.

Teucrium marum

Il Camedrio maro una specie arbustiva alta circa 30 cm con rametti sottili e pubescenti ricoperti da foglie ovali-lanceolate o romboidali pelose verdi sulla lamina superiore e biancastre su quella  inferiore  per la presenza di una fittissima peluria. Le foglie emanano un odore intenso e pungente. Durante il periodo della fioritura tra le foglie compaiono fiori colore rosa-violaceo riuniti in infiorescenze a spighe.

Teucrium ackermannii

Una varietà rustica perenne dal portamento tappezzante. In pieno sviluppo vegetativo forma arbusti alti e larghi 40 cm. Ha foglie lanceolate strette di colore grigio-argento e nel periodo della fioritura produce fiori rosa carico. E’ la pianta ideale per i giardini rocciosi, perfetta nelle bordure miste e in vaso. Tollera bene anche le temperature rigide dell’inverno inferiori ai -10°C. E’ resistente alla siccità.

Teucrium-ackermanii

Teucrium flavum

Chiamato Camedrio doppio è una specie arbustiva alta 40-60 cm. Ha foglie verdi di forma triangolare con lobi arrotondati. Da giugno ad agosto produce infiorescenze a spighe composte da piccoli fiori gialli.

Teucrium-flavum- Camedrio doppio

Usi e proprietà terapeutiche del Camedrio – Teucrium

Il Teucrium viene coltivato a scopo ornamentale come coprisuolo sempreverde nei giardini rocciosi e per realizzare bordure fiorite estive nelle zone soleggiate a basso consumo d’acqua. E’ una pianta ornamentale perfetta anche per realizzare siepi di separazione nei giardini costieri in quanto resistente ai venti salmastri.

Usi medicinali del Camedrio

Fino a qualche decennio fa le foglie del camedrio femmina venivano utilizzate in erboristeria per la preparazione di infusi diuretici e depurativi.

Il Teucrium è una pianta velenosa?

Il Teucrium chamaedris ( Germandree, Camedrio, Querciola) è una pianta velenosa se utilizzata sotto forma di rimedi erboristici in quanto contiene sostanze molto tossiche per il fegato tanto che il Ministero della Salute ne ha proibito l’utilizzo e la commercializzazione delle relative preparazioni:articoli 146 e 147 del testo unico delle leggi sanitarie.

Curiosità

La pianta di Teucrium porta il nome di Teucro, primo re di Troia, che per primo ne descrisse le sue benefiche proprietà fitoterapiche.

Il nome scientifico del genere è stato proposto da Carlo Linneo (Carl von Linné) il padre della moderna classificazione scientifica degli organismi viventi.

Galleria foto Teucrium

LauraB

Commenti: Vedi tutto