Selaginella – Coltivazione

Elisa Cardelli
  • Autore - Laurea in Semiotica

 

La Selaginella è una pianta apprezzata per via del suo aspetto davvero caratteristico e per la semplicità di coltivazione. Questa pianta erbacea, per crescere bene, necessita di essere conosciuta nel dettaglio in modo da saper far fronte alle sue esigenze. Scopriamo allora tutto sulla Selaginella e sui suoi bisogni riguardo irrigazione, esposizione e terreno.

selaginella-coltivazione-01
Selaginella

La Selaginella è una pianta erbacea sempreverde coltivata a scopo ornamentale in vaso e in piena terra nei giardini rocciosi. Tale specie di pianta è molto apprezzata per le sue particolari foglie squamiformi che la rendono davvero unica.

La sua coltivazione non è complessa, ma di certo è bene considerare alcuni aspetti per evitare cattive sorprese. Vediamo quindi come fare per coltivare la Selaginella senza commettere alcun errore.

selaginella-coltivazione-02
Selaginella

Caratteristiche generali della Selaginella

selaginella-coltivazione-03
Selaginella dettaglio foglie

La Selaginella appartiene alla famiglia delle Selaginellacee e comprende numerose specie di piante sempreverdi di piccole dimensioni originarie delle zone tropicali e sub tropicali. Questa famiglia conta circa 700 specie originarie di Europa, Africa meridionale, Australia, America tropicale e meridionale.

Questa pianta può essere eretta o strisciante e in alcune specie assomiglia persino al muschio. È caratterizzata dalla presenza di foglie di colore verde – giallastro, piccole e squamiformi, disposte a spirale lungo steli di color verde vivo. Le foglie presentano alla base la ligula, un’appendice deputata all’assorbimento dell’acqua.

Le foglie sono simili ad una fronda di felce.

Nonostante le sue piccole dimensioni, essa vanta una crescita notevole del fusto dove ci sono nodi e internodi. Sul fusto ci sono le piccole foglie che rendono la pianta veramente particolare. Anche se non produce fiori, sono comunque presente gli sporofili (ovvero le foglie che producono gli sporangi).

Coltivazione in vaso

selaginella-coltivazione-04
Selaginella coltivata in vaso

La coltivazione in vaso della Selaginella è molto diffusa, ma per evitare problemi alla pianta è essenziale fare attenzione ad alcuni aspetti. In particolare, questa pianta va rinvasata ogni anno in primavera usando un buon terriccio non calcareo ricco di torba.

Di grande importanza è la scelta del vaso che deve essere rigorosamente di terracotta per consentire alla pianta di respirare. Consigliamo poi di mettere sul fondo del vaso dei pezzi di coccio allo scopo di favorire il drenaggio dell’acqua.

La pianta non tollera ristagni d’acqua e dunque questo semplice accorgimento sarà di grande utilità. Nel caso decidiate di coltivare in vado la Selaginella, è fondamentale irrigarla quotidianamente. In particolare, è necessario vaporizzare ogni giorno le foglie.

Coltivazione in piena terra

selaginella-coltivazione-05
Selaginella

Per quanto riguarda la coltivazione in piena terra della Selaginella, bisogna dire che le regole da seguire sono davvero pochissime. Tale specie vegetale infatti non ha grandi problemi a crescere se piantata in terra e dunque anche chi non ha il pollice verdi potrà riuscirci.

Temperatura

selaginella-coltivazione-06
Foglie di Selaginella

È fondamentale sistemare la Selaginella lontano da correnti d’aria in quanto necessita di temperature il più possibili stabili. In particolari, la pianta per crescere bene ha bisogno di temperature che non scendono sotto ai 16°C. Questa specie, infatti, non resiste al gelo e quindi temperature troppo rigide saranno per lei fatali.

Bisogna poi dire anche che la Selaginella non sopporta nemmeno il caldo troppo intenso. È quindi bene scegliere la pianta solo se si vive in una zona mite e temperata in modo che le temperature siano regolari.

Luce

selaginella-coltivazione-07
Selaginella

La Selaginella ama in particolare le zone ricche di ombra ed è bene non esporla mai alla luce del sole diretta. Questa pianta ama comunque vivere in posizione luminosa e quando la si posizione è necessario ricordare questo.

Terriccio

selaginella-coltivazione-08
Selaginella

La pianta cresce bene in molte tipologie diverse di substrato. Il terriccio che preferisce è composto da muschio o sfango ed è mantenuto sempre umido e ben drenato. Questa tipologia di substrato, infatti, consente alla Selaginella di crescere in maniera perfetta senza avere problemi.

Annaffiature

selaginella-coltivazione-09
Selaginella

La Selaginella durante la primavera e l’estate deve essere annaffiata di frequente. Questa pianta infatti cresce bene solo in caso di substrato sempre umido. È fondamentale anche ricordare la necessità di porre attenzione ai ristagni idrici. Anche l’umidità dell’ambiente dovrebbe essere elevata, infatti consigliamo di nebulizzare le foglie con acqua tiepida priva di calcare nelle giornate più secche. L’acqua usata per la nebulizzazione deve essere a temperatura ambiente e mai fredda.

Concimazione

selaginella-coltivazione-10
Pianta Selaginella

Ogni 15 giorni sarebbe opportuno procedere con la somministrazione di un po’ di estratto di alghe. Una volta al mese, poi, si consiglia di aggiungere 5 gocce di stimolante armonico per ogni litro di acqua durante l’annaffiatura.

Durante l’estate e la primavera, poi, si deve concimare la pianta in modo blando. Per farlo, basterà mescolare del concime con l’acqua di irrigazione.

Selaginella – Coltivazione: foto e immagini

Volete coltivare la Selaginella e non sapete come procedere? Prendetevi qualche minuto per scorrere le foto che abbiamo raccolto e scoprire tutto su questa pianta. Dando un’occhiata alla galleria immagini infatti imparerete tutto quello che c’è da sapere sulla Selaginella ed eviterete errori.